manifestazione

Pescara per la Pace

26 febbraio 2022
ore 16:00 (Durata: 3 ore)
Sabato 26 febbraio dalle 16, rispondendo all’appello nazionale di PeaceLink, saremo in Piazza Salotto per affermare la nostra contrarietà alla guerra che si sta infiammando al confine fra Ucraina e Russia.
Rifiutiamo che in Europa, come in ogni altra parte del mondo, le problematiche ancorchè complesse, si risolvano con l’uso della forza e della violenza.
Violenza che colpisce sempre i meno responsabili, i più deboli: i civili inermi.
Rende orfani, profughi, crea disastri ambientali, distrugge case e territori.
Riconosciamo le gravi responsabilità della Nato che, nonostante le sue dichiarazioni al momento della dissoluzione dell’Unione Sovietica, continua imperterrita i suoi tentativi di espansionismo ad est, divenendo la vera destabilizzatrice della pace globale. Nonché quello delle potenze europee che non hanno fatto altro che assecondare gli Stati Uniti nel loro gioco di influenze. Parimenti non tolleriamo nemmeno la politica “neo-zarista” di Putin, che agisce per interessi uguali e opposti a quelli statunitensi.
Chiediamo al governo il rispetto dell’articolo 11 della Costituzione: “l’Italia ripudia la guerra”.
Che si adoperi per la pace, il dialogo, il multilateralismo, usando tutta la sua forza politica e diplomatica per scongiurare qualsiasi escalation militare.
Rifiutiamo qualsiasi tipo di propaganda bellicista, riteniamo che il nostro Paese non debba offrire in alcun modo forme di collaborazione logistica e militare, compreso l’utilizzo da parte di terzi delle basi militari presenti sul territorio.
Scendiamo in piazza per la PACE e contro la guerra SABATO 26 FEBBRAIO, ore 16 in PIAZZA SALOTTO.
Per adesioni di associazioni, forze sociali e/o singoli all’appello e alla manifestazione è possibile inviare una mail a:
oltreilponte.aps@gmail.com
Adesioni per il primo lancio stampa entro giovedì 24 alle ore 12.
Adesioni successive saranno comunque accolte.
Prime adesioni:
Rete Oltre il Ponte
Mediterranea Saving Humans
Rifondazione Comunista
Giovani Comunisti/e Pescara
Deposito Dei Segni
Arci Pescara
Sinistra Italiana Abruzzo
Sinistra Italiana Pescara
Potere al Popolo Abruzzo
Mazì - Arcigay Pescara
UDI Pescara APS
ANPI Pescara
Collettivo Zona Fucsia
Radio Città Pescara - Popolare Network
PeaceLink Abruzzo
Associazione Antimafie Rita Atria
Azione Civile Abruzzo

Per maggiori informazioni:
Rete Oltre il Ponte
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Laboratorio di scrittura
    Chi fornisce a Taranto i dati orari del benzene?

    Antonio e i picchi del benzene

    Un esperto degli algoritmi da Londra manda i grafici dei picchi del benzene. Tra una pausa e l'altra del suo lavoro, sforna le cattive notizie che turbano la quotidianità degli ecotarantini che sanno leggere ascisse, ordinate e diagrammi cartesiani. Cronaca assurda in una città inquinata.
    2 febbraio 2023 - Alessandro Marescotti
  • CyberCultura

    Il Premier australiano sta solo fingendo di lavorare per liberare Julian Assange?

    Comincia a serpeggiare il sospetto che Anthony Albanese non si stia affatto interessando presso le autorità statunitensi, come invece egli ha preteso più volte, per il ritiro delle accuse contro il co-fondatore di WikiLeaks.
    2 febbraio 2023 - Patrick Boylan
  • Latina
    Honduras

    Bajo Aguán, una tragedia infinita

    Nuova ondata di attacchi e di omicidi contro contadini e difensori dell'ambiente
    26 gennaio 2023 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Armi atomiche, un momento di pericolo senza precedenti

    A soli 90 secondi dall’ora fatale

    E' stato presentato l’aggiornamento annuale del doomsdyclock del Comitato per la Scienza e la Sicurezza del Bulletin of the Atomic Scientists. Il peggioramento della situazione mondiale a seguito soprattutto della guerra in Ucraina ha portato l’orologio a soli 90 secondi dall’ora fatale.
    25 gennaio 2023 - Alessandro Pascolini (Università di Padova)
  • PeaceLink
    Intervista ad Alessandro Marescotti

    «Nel 1980 avevo capito che l’informatica avrebbe cambiato completamente la società»

    Gli anni dell’università, poi la laurea in filosofia, la prima calcolatrice programmabile Texas TI58. Poi l'esperienza da programmatore, prima di diventare insegnante di Lettere. Un racconto che arriva infine alla nascita di PeaceLink, la telematica per la pace
    24 gennaio 2023 - Italia che cambia
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)