concerto

Musica e Solidarieta'- IV edizione

8 agosto 2004
ore 21:00 (Durata: 4 ore)

L’iniziativa e' promossa dall’Associazione YA-BASTA! per la dignita' dei popoli di Palagiano (Ta) , per coniugare solidarieta' e socialita' attraverso il linguaggio universale della musica e il cui ricavato sara' devoluto per finanziare i vari progetti dell’Associazione al fine di migliorare le condizioni di vita di popolazioni, comunita' e singoli emarginati, in Italia e nel mondo, tra cui:

Emergenza alimentare per i profughi di Polh (Chiapas)

Consiste nel fornire gli alimenti necessari alla popolazione sfollata dopo l’abbandono della Croce Rossa Internazionale che ha deciso di lasciare questa zona sostenendo che "la priorita' in questo momento l'Iraq". In particolare si tratta di un pacchetto di alimentazione di base consistente in mais, fagioli, sale e zucchero. I fondi raccolti verranno spediti tramite l’ONG locale Enlace Civil in stretta collaborazione con la Giunta di Buon Governo di Oventik, la zona che comprende il municipio di Polh
Stasera si esibiranno sul palco i RATOBLANCO e gli AL MUKAWAMA.

I Ratoblanco da Siena, con la presenza straordinaria di Marino e Sandro Severini dei Gang, nascono come pura rock dand, a meta' degli anni 90,proponendosi prima come cover band dei Clash. da questi che assorbono e rendono proprio ,uno stile rockettaro, dedito a comunicare la rabbia e i sogni di un’intera generazione
Da qui il loro slogan: Ribellione e Divertimento!
Dopo un breve periodo cominciano a comporre brani propri, con testo in italiano.
Dopo varie partecipazioni a concorsi e una discreta gavetta live, i Rato trovano la sapiente produzione di KABA CAVAZZUTI, attuale batterista/percussionista dei Modena City Ramblers; nasce cos?il primo disco edito dall’etichetta romana HELTER SKELTER.
Nel disco “Ratoblanco sono presenti in due brani (Zone di polizia,Sceriffi e Assassini) Sandro e Marino Severini dei Gang.
Buon successo di stampa e pubblico, recensioni positive sui giornali musicali(Il Mucchio Selvaggio, Rumore, Musica che la inserisce nella Top Ten delle uscite indipendenti dell’anno ).
Nel 2001 il gruppo riformato dal leader Front Man Marco Mezzetti, ricomincia la sua attivit?live proponendo nuovi pezzi.
Il sound della band si prasenta pi?vario ma ben amalgamato. Si passa da atmosfere reggae e ska di origine giamaicane (es.Manonegra), a ballate pi?italiane senza perdere la caratteristica di gruppo dal piglio Punk-Rock.
Nel 2002 la band partecipa con il brano Terre bruciate (Radiocity) a “NOT IN MY NAME?compilation di covers contro la guerra, uscita per il giornale Liberazione.
Nel 2003 si affianca in brevi tour di supporto a GANG e BANDABARDO?
Il 15 Marzo 2004 esce il nuovo album della band:
Ratoblanco “CREASCOMPIGLIO?
Produzione artistica: A.M.FINAZ (chitarrista della Bandabard?
Produzione esecutiva: SONAR
Distribuzione: AUDIOGLOBE

Nel disco Creascompiglio si odono gli echi dei primi Manonegra, le chitarre alla Social Distortion, ma anche atmosfere afro e un pizzico di elettronica.
Nelle liriche si racconta di vita vissuta con efficacia ma senza poi prenders troppo sul serio a mo?de “I Ragazzi di Vita?di P.P.Pasolini.
Ospite in due canzoni Marino Severini, cantante dei Gang, da sempre riferimento fondamentale per la band.

Gli AL MUKAWAMA (La Resistenza in arabo) sono Luca “Zulù” Persico (99 Posse), Neil “Perch?(Zion Train) & Papa J (Malastrada) anche lui tra i fondatori dei 99 Posse.
Due voci che si alternano, una musica potente a sostenere il messaggio, la rabbia, lo scherno. L’unione di due realt?nate in contesti diversi ma unite dallo stesso istinto di rivoluzione.Questo in sintesi il progetto, nato da un idea di Sasquatch, e reso possibile dall’incontro fra Luca “Zulù” e Papa J, membri fondatori dei 99 POSSE, e Neil “Perch? dubmaster e anima ritmica degli ZION TRAIN. Da una parte la Posse che ha scritto una pagina indelebile nella musica indipendente italiana, dall’altra una crew, un soundsystem che non ?solo un modo di espressione musicale e culturale ma ?una filosofia di vita. Una nuova esperienza di condivisione musicale e politica per questo collettivo gi?impegnato a sostenere molte realt?di lotta in italia e nel mondo. Una scommessa forte che parla di lotta, fame, disoccupazione, politica, guerra, amore, paura... insomma problemi e questioni che sono sotto gli occhi di tutti, ogni giorno.

Oltre ai Concerti, anche proiezioni video, mostre fotografiche, gastronomia e naturalmente banchetti con gadget e materiale informativo.

Per maggiori informazioni:
Nadir
3406120120
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1984: A Torino muore Domenico Sereno Regis, presidente del MIR italiano e attivissimo militante nonviolento

Dal sito

  • Conflitti
    Un forum per promuovere un appello contro la guerra

    Il conflitto in Ucraina e il ruolo del movimento per la pace

    In questa pagina web riportiamo le voci di tutti coloro che stanno partecipando ai webinar di PeaceLink con lo scopo di definire una piattaforma comune di obiettivi finalizzati a evitare una degenerazione dell'aspro confronto in atto fra la Russia e la Nato
    22 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Taranto Sociale
    Lo conferma lo studio dell'OMS

    Le emissioni dello stabilimento ILVA continuano ad essere incompatibili con la salute pubblica

    Da ora in poi, con i dati OMS che vanno a confermare le precedenti Valutazioni Danno Sanitario, non si può più considerare normale una situazione anomala. Questo rapporto dell'OMS a nostro parere costituisce notizia di reato.
    22 gennaio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)