evento

Nostos, il ritorno a Itaca

5 maggio 2022
ore 19:00 (Durata: 3 ore)

Nostos, il ritorno a Itaca Esposizione delle opere di Barbara Pastorino Vernissage di inaugurazione Giovedì 5 maggio 2022 | dalle ore 19.00 | via Maiocchi 15 | Milano La serata d’inaugurazione sarà accompagnata da un concerto di arpa e flauto “Eppure anche così io voglio, e desidero tutti i giorni, tornare a casa e vedere il momento del mio ritorno.” (Odissea – libro V - vv 219-220) La galleria Maiocchi15 inaugura giovedì 5 maggio, dalle ore 19 in via Maiocchi 15 a Milano, la mostra “Nostos, il ritorno a Itaca”, esposizione personale delle opere dell’artista Barbara Pastorino. In mostra saranno esposte circa una quindicina di tele della pittrice, tutte ispirate ai miti greci e incentrate intorno al tema del “Nostos”, tipico topos della letteratura epica. Partendo dallo studio dell’Odissea di Omero e dei grandi racconti ellenici, l’artista ha sviluppato, attraverso la sua arte, il tema del ritorno a casa dell’eroe: un viaggio che è ambivalente, poiché alterna l’ardente desiderio di rientro in patria dagli affetti, alla grande sete di conoscenza, esplorazione e attrazione verso l’ignoto. Nostos è, infatti, anche la radice del termine “nostalgia”, che deriva da nostos (ritorno) e àlgos (dolore). Nell’Odissea, una volta terminata la guerra di Troia, è descritto il ritorno di Ulisse a Itaca, dalla moglie Penelope e dal figlio Telemaco. L’eroe acheo è senza dubbio simbolo di questo percorso che è anche interiore, perché implica il superamento di diverse difficoltà e tentazioni per mantenere intatta la propria identità e status. Questa potenza emotiva e comunicativa è la stessa che ritroviamo nelle tele della pittrice, che non solo ha studiato con passione il testo di Omero, ma ne ha anche ripercorso alcune tappe, navigando tra le isole greche per esplorare i luoghi descritti e lasciarsi ispirare nella creazione dei suoi lavori. Barbara Pastorino dipinge opere astratte ispirate dalla natura e dal viaggio, inteso anche come ricordo e introspezione. Panorami remoti o subacquei, viaggi nell'inconscio, rimandi mitologici e letterali sono al centro della sua ricerca. Utilizza strati di colore e pigmenti per ottenere composizioni dai confini soffusi con un cromatismo a volte rarefatto, altre volte più vivace e contrastante. L'artista vuole trasmettere un'emozione e lasciare l'osservatore libero di vagare oltre i confini del quadro stesso. Info Utili Periodo espositivo: dal 5 maggio al 5 giugno 2022 Orario: dal lunedì al sabato (9.30 – 13 e 14.30 – 19.30) Ingresso libero Contatti Galleria MAIOCCHI15 via Maiocchi 15, 20129 - Milano tel. 02.23184910 maiocchi15@gmail.com

Per maggiori informazioni:
Maiocchi15
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    Poesia

    Se il mondo va in guerra

    Se il mondo va in guerra / voglio solo dirti che ti amo, / che l'amore non basta / in questa terra di fiori e di roghi,/ che dovrebbe esserci / la tua bellezza in ogni angolo
    26 febbraio 2022 - Dale Zaccaria
  • Taranto Sociale
    I dati 2021 pubblicati recentemente da Arpa Puglia

    L'inquinamento dell'aria a Taranto: sotto accusa la cokeria ILVA

    Tra i dati che fanno riflettere c'è il benzene che è aumentato del 131% rispetto al 2019 e del 169% rispetto al 2018. Le deposizioni di benzo(a)pirene nel quartiere Tamburi sono tra le 8 e le 16 volte superiori rispetto al quartiere periferico di Talsano. I Wind Days sono stati 32.
    3 agosto 2022 - Redazione PeaceLink
  • Latina
    All’impresa è stato vietato di costruire una miniera a cielo aperto al posto di un cimitero indigeno

    Honduras: respinto l’attacco della multinazionale Aura Minerals. Per ora.

    La vertenza tra Aura Minerals e la comunità indigena Maya Chorti va avanti da molto tempo
    3 agosto 2022 - David Lifodi
  • Laboratorio di scrittura
    Strage di Bologna

    Vi racconto la tragedia

    La stanchezza per il viaggio e la pesantezza dei “bagagli” mi indussero a rimanere sul binario 3 della stazione di Bologna e a non recarmi in edicola a comprare i giornali. Quella fu la mia salvezza, sentii un forte boato e vidi in fumo levarsi alto sul primo binario.
    2 agosto 2022 - Roberto Lovattini
  • Citizen science
    Democratizzazione dei dati ambientali per una "comunità monitorante"

    L'inquinamento dell'aria a Roma

    La mappa dei dati rilevati e dei modelli di previsione georeferenziati. Una panoramica degli impatti sulla salute della popolazione. Alcuni strumenti di citizen scienze per la didattica ambientale basata sul'ecologia della vita quotidiana.
    1 luglio 2022 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)