convegno

Geopolitica mediterranea. L'Italia e l'Iran di Khomeini

19 maggio 2022
ore 18:00 (Durata: 1 ore)

La tensione dovuta alla guerra in Ucraina ci ha portati a interrogarci sull'opportunità di un approfondimento del ruolo dell'Italia nelle vicende internazionali. Apriamo dunque questo focus attraverso un dibattito con esperti che ci condurrà nelle principali questioni euro-mediterranee degli ultimi quarant'anni.
Partendo dalla presentazione del volume "L'Italia e l'Iran di Khomeini (1979-1989)" di Rosario Milano, ricercatore di Storia delle Relazioni Internazionali presso l'Università "Aldo Moro" di Bari, nel quale viene ricostruita l'attitudine dell'Italia nei confronti della Repubblica Islamica dell'Iran durante il periodo contraddistinto dalla leadership politico-religiosa di Khomeini, il dibattito verterà sull'analisi della politica estera italiana verso il Mediterraneo: un'area verso la quale il nostro paese ha da sempre rivolto le proprie attenzioni. Una contingenza anche oggi presente, accelerata dalla crisi russo-ucraina, ma che si va a scontrare fra esigenze di realpolitik, specie in campo energetico, e rischi di instabilità geopolitiche.
Ne discuteremo con l'autore del libro, con Federico Imperato, ricercatore di Storia delle Relazioni Internazionali presso l'Università "Aldo Moro" di Bari e con Silvio Labbate, ricercatore di Storia Contemporanea presso l'Università del Salento ed esperto di questioni energetiche.
Un appuntamento da non perdere!
Vi aspettiamo giovedì 19 maggio a partire dalle 18:00 presso la sede dell'associazione in Via Pasubio (Arci Gagarin).

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    Quattro giorni di cinema al femminile a Taranto

    Mostra del Cinema di Taranto dal tema «Lo sguardo della tigre»

    Storie di donne, testimonianze di vita di registe e attrici che da Afghanistan, Iran, Palestina e Marocco si danno appuntamento a Taranto.
    23 giugno 2022 - Fulvia Gravame
  • Pace
    I dati del sondaggio europeo ECFR dà i pacifisti in minoranza fra i Grünen

    I Verdi tedeschi e il pacifismo

    La maggiore percentuale di pacifisti in Germania non è fra i Verdi ma fra i socialdemocratici dell'SPD. Intanto il giornale Der Spiegel ironizza sui leader verdi tedeschi ribattezzandoli "verdi oliva" e raffigurandoli con tute militari verdi, elmetto e bazooka
    23 giugno 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti
    Oggi alla Camera dei Deputati

    Cosa rispondere a Draghi che dice: "L'Ucraina si deve difendere"

    Una difesa è tale quando riduce le sofferenze, i morti, i feriti, non quando li aumenta, ed è quello che sta avvenendo. Biden ha detto che occorre vincere e battere la Russia (cosa che si sta rivelando irreale); prima tutti dicevano "no all'escalation" ma poi è arrivato l'ordine: "Vincere".
    22 giugno 2022 - Alessandro Marescotti
  • Migranti
    Peacelink Common Library

    Siamo una società di pace? La criminalizzazione della solidarietà

    Mi sono avvicinata allo studio delle migrazioni, alla complessità delle storie che ogni rifugiato, richiedente asilo o migrante porta con sé. Perché le stragi delle frontiere marittime e terrestri sono catastrofi umanitarie. Qual è la nostra responsabilità? Qual è oggi il ruolo della società civile?
    21 giugno 2022 - Carmen Zaira Torretta
  • Sociale
    Uno studio sulla produzione di cacao

    Cacao amaro: lo sfruttamento minorile nella produzione di cioccolato

    Un nuovo studio dimostra i livelli dello sfruttamento minorile in Africa per la produzione di cacao. Solo in Costa d'Avorio e Ghana sono 1,5 milioni i bambini sfruttati
    25 ottobre 2020 - Katrin Gänsler
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)