corso

La cura dell'ambiente: Priorità educativa - Sviluppo sostenibile: Dalle migrazioni forzate al contributo delle religioni

21 marzo 2023
ore 16:00 (Durata: 2 ore)

Il Centro Astalli, in collaborazione con il CeFAEGI - Centro di Formazione per l'Attività Educativa dei Gesuiti d'Italia, propone un ciclo di incontri per offrire una lettura aggiornata e strumenti didattici sui temi del cambiamento climatico, dei rifugiati ambientali e del contributo delle tradizioni religiose in questo scenario. Molti Paesi si stanno misurando con gli effetti del riscaldamento globale e il numero dei migranti ambientali nel mondo è in continua crescita. Secondo la Banca Mondiale diventeranno 220 milioni nel 2050. Alla base di molti conflitti e crisi umanitarie ci sono gli effetti della crisi ambientale ed ecologica. Chi sono i migranti ambientali? Quali le tutele e i diritti che vengono loro riconosciuti a livello internazionale? I giovani sono sempre più sensibili e impegnati attivamente su questo tema; lo confermano la nascita di movimenti come Fridays for future o il Climate Strike (Sciopero per il Clima), che coinvolgono ragazzi in tutto il mondo e li mobilitano con l’obiettivo di rendere il cambiamento climatico una priorità per l'Agenda 2030. Un tema, questo al centro del dibattito mondiale, come dimostrano le Conferenze delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, tra cui la più recente Cop27 di novembre 2022. Anche le grandi tradizioni religiose si interrogano sul fenomeno e su come possano svolgere un’azione fondamentale per contrastarlo. Martedì 7 marzo 2023 – ore 16.00-18.00 ● Dalla definizione di migrante ambientale al contributo delle religioni per uno sviluppo sostenibile Migrante climatico, profugo o rifugiato ambientale e le possibili altre varianti, sono concetti relativamente nuovi anche per gli addetti ai lavori. Ormai certo è il legame tra condizioni climatiche, insediamenti umani e modelli migratori. Da diversi anni, la crisi ecologica ha infatti superato i confini del dibattito scientifico per divenire una questione politica di primaria importanza, che chiama in causa la sensibilità dei cittadini. Come creare e sostenere tra i giovani una coscienza attenta alla cura dell’ambiente e alle sue conseguenze? Possono le religioni divenire agenti di trasformazione, nella prospettiva degli “Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030”? intervengono: - Christopher Hein, Università Luiss Guido Carli - Paolo Foglizzo, Aggiornamenti Sociali - Anna Maria Giordano, Rai Radio 3 Martedì 14 marzo 2023 – ore 16.00-18.00 ● La crisi climatica tra guerre e mobilità umana: una lettura interreligiosa Fra le cause scatenanti di guerre e migrazioni forzate sempre più spesso ci sono fattori legati al clima. In aree come il Sahel o il Pakistan le condizioni di estrema povertà determinate da siccità, inondazioni e alluvioni causano ingenti spostamenti della popolazione. Le guerre in Siria o in Congo sono alimentate anche da interessi economici e legati allo sfruttamento delle materie prime. Le religioni si interrogano da tempo sui temi della mobilità, delle migrazioni climatiche e della cura dell’ambiente. Nel caso delle tradizioni abramitiche, la denuncia del degrado sociale, connessa con il deterioramento dell’ambiente, ha origine nella tradizione profetica. Anche le tradizioni religiose orientali hanno da sempre sostenuto il forte legame tra ambiente ed esseri umani, da cui ne scaturisce la necessaria educazione al rispetto della natura e della vita in ogni sua forma. Quale aiuto può arrivare dalle tradizioni religiose sul rispetto e la cura della Terra come bene comune? intervengono: - Imam Nader Akkad, Grande Moschea di Roma - Padre Giulio Albanese, africanista - Riccardo Cristiano, giornalista Martedì 21 marzo 2023 – ore 16.00-18.00 ● Dalla cura dell’ambiente a una nuova lettura dei diritti umani «L’uomo ha un diritto fondamentale alla libertà, all’uguaglianza e a condizioni di vita soddisfacenti, in un ambiente che gli consenta di vivere nella dignità e nel benessere. Egli ha il dovere solenne di proteggere e migliorare l’ambiente a favore delle generazioni presenti e future». L’articolo 1 della Dichiarazione delle Nazioni Unite sull’ambiente umano del 1972 (Dichiarazione di Stoccolma), rappresenta il primo riconoscimento ufficiale del legame tra l’ambiente e i diritti umani. La mancata tutela dell’ambiente infatti influisce sulla possibilità di garantire rispetto e godimento dei diritti umani fondamentali. Oggi la maggior parte degli strumenti internazionali di tutela dei diritti umani continua a mancare di un chiaro ed esplicito riferimento all’ambiente. In che modo le nuove generazioni possono contribuire alla tutela dei diritti umani e ambientali? intervengono: - Vittorio Cogliati Dezza, Forum Nazionale delle Disuguaglianze e delle Diversità - Angelo Pittaluga, JRS Internazionale - I giovani di Friday for Future INFORMAZIONI E MODALITÀ DI ISCRIZIONE: Il corso è gratuito ed è accreditato presso il MIUR per il riconoscimento di crediti formativi (ID 119616). È richiesta la partecipazione a tutti gli incontri per ottenere il rilascio dell’attestato di partecipazione. Il corso di svolgerà esclusivamente in presenza presso la Sala Assunta in via degli Astalli 17, a Roma. Le iscrizioni si potranno effettuare tramite il form online entro e non oltre il 6 marzo 2023. (All’atto dell’iscrizione è necessario indicare i propri dati anagrafici, di residenza e la scuola di appartenenza).

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

  • lug
    14
    dom
    veglia

    Pray For Palestine

    Concattedrale v.le Magna Grecia - Taranto (TA)
    Pray For Palestine
    La guerra, tutte le guerre, hanno un solo effetto, indebolire e distruggere la popolazione civile che le subisce. Ci vediamo Domenica 14 luglio alle ...
  • lug
    14
    dom
    presentazione

    Eirenefest: Ministero della Pace

    Chiesa di Santa Teresa del Bambino Gesù – Via Ponte alle Forche 122 - San Giovanni Valdarno (AR)
    ore 21.00 Presentazione del libro Ministero della Pace, una scelta di futuro con Laila Simoncelli dell'Associazione Papa Giovanni XXIII
  • lug
    19
    ven
    veglia

    Veglia per Gaza

    via Trinchese 13 - Lecce (LE)
    Veglia per Gaza
    19 luglio 2024 invito alla veglia per Gaza Il coordinamento salentino di Donne per la Palestina promuove una VEGLIA PER GAZA a Lecce, il 19 luglio ...
  • lug
    21
    dom
    concerto

    MEI - Premio internazionale Amnesty International per migliore canzone sui diritti umani

    Faenza - FAENZA (RA)
    MEI - Premio internazionale Amnesty International per migliore canzone sui diritti umani.-.-.- MEI - Meeting degli Indipendenti. Patron: Giordano ...
  • lug
    25
    gio
    evento

    Per non dimenticare i Fratelli Cervi e "I partigiani della pace"

    Circolo Quarto Stato – Via Vittorio Veneto, 1 - Cardano Al Campo -VARESE - Cardano Al Campo (VA)
    Per non dimenticare i Fratelli Cervi e "I partigiani della pace".-.- 25 Luglio 2024 Circolo Quarto Stato - Via Vittorio Veneto, 1 - Cardano Al Campo ...
  • lug
    27
    sab
    esposizione

    Invisible Cities. Francesco Palvarini

    Viale Monza 55 - Milano (MI)
    La galleria Pisacane Arte presenta la mostra Invisible Cities, esposizione personale delle opere di Francesco Palvarini, con serata d'inaugurazione ...
  • lug
    31
    mer
    esposizione

    KYKLOS personale di Patrizia Trevisi

    Piazzale del Governatore snc - 58019 Monte Argentario (GR)
    COMUNICATO STAMPA Il Circolo Culturale Orbetellano Gastone Mariotti con il patrocinio del Comune di Monte Argentario - Assessorato alla Cultura e ...
  • ago
    3
    sab
    concerto

    MEI - FESTAMBIENTESUD. Festival di Legambiente per il Sud Italia

    MEI - FESTAMBIENTESUD. Festival di Legambiente per il Sud Italia.-.- FESTAMBIENTESUD: DAL 17 LUGLIO AL 3 AGOSTO TORNA IL FESTIVAL DI LEGAMBIENTE PER ...
  • ago
    4
    dom
    concerto

    L'infinito fra le mani - Viaggio sonoro e narrativo su Franco Battiato

    Largo Scalinata dei Mille - Milo (CT)
    L'infinito fra le mani - il primo evento della neonata Associazione "Le città di Battiato" - è uno spettacolo unico nel suo genere, ...
  • ago
    30
    ven
    esposizione

    Mapping Ego

    Via Raffaele Cadorna 28 - Roma (RM)
    Un viaggio nell'Identità Rossocinabro è lieta di presentare la mostra Mapping Ego, un'indagine coinvolgente del panorama artistico ...
  • ago
    31
    sab
    proiezione

    MEI - Premio Videoclip indipendente

    Casa della Musica, Faenza - FAENZA (RA)
    MEI - Premio Videoclip indipendente.-.- MEI - MEETING DELLE ETICHETTE INDIPENDENTI: SI APRONO UFFICIALMENTE LE ISCRIZIONI ALLA 18° EDIZIONE DEL ...
  • ott
    2
    mer
    evento

    MEI - La musica educante

    Faenza - FAENZA (RA)
    MEI - La musica educante
    MEI - La musica educante.-.-.- MEI25: A FRIDA BOLLANI MAGONI LA TARGA MEI MIGLIOR ESORDIO DELL'ANNO. DOMENICA 2 OTTOBRE LORENZO BAGLIONI CONDUCE LA ...
  • ott
    4
    ven
    evento

    MEI - Imprenditorialità femminile in ambito musicale: dall’idea alla progettazione alla realizzazione

    Casa della Musica, Faenza - FAENZA (RA)
    MEI - Imprenditorialità femminile in ambito musicale: dall'idea alla progettazione alla realizzazione.-.- Venerdì 27 settembre e 4 ...
  • ott
    5
    sab
    evento

    MEI - Nuova Woodstock degli artisti emergenti

    Casa della Musica, Faenza - FAENZA (RA)
    MEI - Nuova Woodstock degli artisti emergenti.-.- VERSO LA FESTA DELLA MUSICA : FAENZA, FORLI, SAN PIERO IN BAGNO VERSO UNA GRANDE FESTA DELLA MUSICA ...
  • ott
    6
    dom
    evento

    Il MEI di Faenza con i giovani artisti

    Faenza - FAENZA (RA)
    Il MEI di Faenza con i giovani artisti
    Il MEI di Faenza con i giovani artisti.-.- Tutti i giovani artisti e band emergenti d'Italia vogliono suonare al MEI. ECCO LE DATE UFFICIALI: IL MEI ...
  • ott
    7
    lun
    evento

    MEI - Musica costruttiva nelle scuole superiori

    Faenza, Casa della Musica - FAENZA (RA)
    MEI - Musica costruttiva nelle scuole superiori.-.- TIMELESS SCHOOL CONTEST - MUSICA COSTRUTTIVA NELLE SCUOLE SUPERIORI. IL MEI È PARTNER.-.- ...
  • ott
    11
    ven
    corso

    MEI - Master in comunicazione musicale

    Università Sacro Cuore, Milano - Milano (MI)
    MEI - Master in comunicazione musicale.-.- SONO APERTE LE ISCRIZIONI PER LA XXIV EDIZIONE DEL MASTER IN COMUNICAZIONE MUSICALE PROMOSSO ...

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Pace
    Global Women for Peace - United against NATO

    Donne Unite contro la NATO: un coordinamento globale per la pace

    Nata nel 2023 a Vilnius e Bruxelles, la rete ha rapidamente guadagnato slancio. In occasione del 75° anniversario della NATO, celebrato a Washington DC lo scorso luglio, le attiviste hanno organizzato una serie di iniziative contro la guerra e l'escalation militare.
    13 luglio 2024 - Redazione PeaceLink
  • Palestina
    Anche il nodo PeaceLink di Lecce aderisce all'evento

    Veglia per Gaza a Lecce

    Aumentano le adesioni all'iniziativa promossa dal coordinamento salentino di Donne per la Palestina. La veglia silenziosa testimonierà la solidarietà ai civili di Gaza, massacrati da nove mesi dall’esercito israeliano con la complicità dei governi europei e dell’Occidente
    13 luglio 2024 - Redazione PeaceLink
  • Editoriale
    Appello ai parlamentari

    Il governo italiano esce dall'area della Nato

    Parte oggi in Australia l'esercitazione militare Pitch Black 2024 con la portaerei Cavour e gli F35 italiani. La nuova Defence Strategic Review (DSR) dell'Australia prepara le forze armate a uno scontro militare con la Cina. E l'Italia rischia di essere invischiata in una nuova guerra.
    12 luglio 2024 - Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    "We are women, we are strong, we say no to the bomb" un mondo di creatività e tenacia

    Il movimento femminista e ecopacifista di Greenham Common è ancora vivo

    Contro i missili cruise NATO animò una protesta nonviolenta per 19 anni. Il Greenham Common Women’s Peace Camp è al fianco delle proteste ecopacifiste di tutto il mondo, ancora oggi, per proteggere il pianeta dalla distruzione e per portare alla partecipazione politica quante più donne è possibile
    11 luglio 2024 - Maria Pastore
  • Pace
    Marche

    Cgil Cisl Uil: “No alla chiusura dell’Università per la PACE”

    L’Università per la Pace è un soggetto che costruisce la Pace attraverso la formazione, la formazione delle coscienze, di una coscienza nuova, una coscienza di pace, perché la formazione è alla base di tutto ciò che si vuole costruire di nuovo.
    12 luglio 2024 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)