seminario

LA FORZA DISARMANTE: proposta di incontro con la Nonviolenza

8 ottobre 2004
ore 15:46

Il seminario vuole avviare anche a Reggio Emilia un confronto pubblico e collettivo sulla nonviolenza, come orizzonte ideale e come metodo di azione politica e sociale.
In questo senso due focus importanti saranno sul movimento delle donne, che più di ogni altro ha realizzato, in occidente, la “rivoluzione permanente nonviolenta” e sul necessario disarmo del linguaggio che non è mai neutro ma dice la violenza, o la nonviolenza, della cultura egemone.
La riflessione sulla nonviolenza sta progressivamente attraversando movimenti, partiti e sindacati sul piano nazionale (Rete Lilliput, Partito della Rifondazione Comunista, FIM CISL…, ad esempio), che stanno facendo i conti, a diversi livelli di elaborazione e sperimentazione, sui rispettivi metodi di lotta alla luce della proposta di trasformazione nonviolenta dei conflitti.
Occasione del seminario è anche il quarantennale della rivista “Azione nonviolenta”, la cui storia ben rappresenta il passaggio della nonviolenza politica italiana dalle fase “profetica”, e quasi solitaria, di Aldo Capitini, alla sua diffusione attuale.
Il suo obiettivo è triplice: evitare il rischio della genericità ed entrare nello specifico della proposta nonviolenta; declinare l’intervento nonviolento in alcuni dei suoi molteplici ambiti di applicazione; coinvolgere gli interlocutori locali su questo tema cruciale per il futuro dei movimenti.

Nei giorni del seminario presso l’Oratorio Don Bosco sarà allestita la mostra sui 40 anni della rivista Azione nonviolenta, fondata da Aldo Capitini nel 1964.

Promuovono:
- Rete Lilliput nodo di Reggio Emilia
(Movimento Nonviolento, Gruppo di Azione Nonviolenta, Pax Christi, Ravinala, Resistenza e Pace, Infoshop Mag 6)
- 20 di pace di Castelnovo di Sotto
- Berretti Bianchi

E’ RICHIESTA ISCRIZIONE PER LE GIORNATE DI SABATO E DOMENICA.
SABATO: SEMINARIO € 5 A PERSONA.
DOMENICA: TRAINING € 10 A PERSONA - MAX 30 PARTECIPANTI.
CONFERMARE ISCRIZIONE: e.mail gan-re@libero.it oppure telefono SILVIO 0522 513786

- Con il patrocinio del Comune di Reggio Emilia -
PROGRAMMA

Prima serata
venerdì ore 21:00 Aula Mater oratorio Don Bosco

Presentazione del libro Donne disarmanti
con la curatrice Monica Lanfranco
e
Suor Maria Francesca delle Sorelle Minori Cappuccine di Salvarano
Valda Busani, partecipante alle iniziative delle Donne in Nero
Letture suggerite dal tema
a cura di Fabiana Bruschi e Caterina Lusuardi
In collaborazione con Infoshop MAG6

Secondo giorno
sabato mattina ore 9:30 – 12:30 Aula Mater oratorio Don Bosco
Relazioni e confronto

Mao Valpiana (direttore di Azione nonviolenta)
Quarant'anni di proposta nonviolenta in Italia: bilancio e prospettive
Lidia Menapace (Convenzione delle donne contro la guerra)
Disarmare il linguaggio per dire la nonviolenza

sabato pomeriggio ore 15:00 – 18:00 Oratorio Don Bosco
Lavori di gruppo

- Teoria e pratica della nonviolenza
introduce Pasquale Pugliese (Movimento Nonviolento)

- Intervento nonviolento in zone di conflitto armato
introduce Fabiana Bruschi (Berretti Bianchi)

- L'uso nonviolento delle risorse
introduce Marco Cervino (Scienziate/i Responsabili)

- Nonviolenza e politica
introducono Fulvio Bucci (consigliere comunale dei Verdi - Correggio) e Rina Zardetto (consigliere comunale del PRC - Correggio)

- Nonviolenza e conflitto sociale
introducono Luciano Berselli (CGIL RE), Margherita Salvioli (CISL RE)

sabato sera ore 21:00 Oratorio Don Bosco

Performance "Non è un gioco da ragazzi" del Gruppo Pensare Fare Teatro.

Terzo giorno
domenica 9:30 – 17:30 Villa Granata

Training di introduzione all'azione nonviolenta
conduce Maria G. Di Rienzo (formatrice)

Per maggiori informazioni:
Fulvio Bucci
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    Dal territorio del nostro Paese siano eliminate tutte le armi nucleari

    L’Italia ratifichi il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari

    La presenza di tali ordigni sul territorio italiano è in contrasto anche con il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, al quale l’Italia ha aderito nel 1975 impegnandosi a «non ricevere da chicchessia armi nucleari né il controllo su taliarmi, direttamente o indirettamente».
    16 gennaio 2021
  • Storia della Pace
    La storia della pace, dalla secolare opposizione alla guerra al recente pacifismo

    Che cosa è la Peace History

    Per Peace History si intende lo studio delle cause più profonde della guerra nonché dei mezzi per contrastarla e per gestire risoluzioni non violente dei conflitti. In questa pagina web vi sono alcuni riferimenti per la Peace History e link utili per tracciare una storia della pace
    16 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Pace
    Entrambe includono tematiche comuni nella propria area di competenza e hanno punto di contatto

    Educazione civica ed educazione alla pace: un confronto

    L'evoluzione dell’educazione civica ha portato a un sempre maggiore avvicinamento della stessa all’educazione alla pace, fino ad una sovrapposizione di competenze, che oggi può in certi contesti rendere difficile distinguere le due discipline.
    10 gennaio 2021 - Manuela Fabbro
  • Storia della Pace
    L'opposizione alla guerra è nata con la guerra stessa

    Le radici storiche del pacifismo

    Il movimento pacifista può diventare un soggetto storico consapevole dei propri compiti solo se ha la consapevolezza della sua storia. La storia della pace studia l'impegno positivo di chi si è opposto alla guerra. Ma è anche analisi strutturale delle cause dei conflitti armati.
    15 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti, Daniele Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)