mostra fotografica

"I DIRITTI NEGATI" MOSTRA FOTOGRAFICA di AMNESTY INTERNATIONAL

10 dicembre 2004
ore 19:30

Il dieci dicembre nel 56° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo si inaugura la mostra fotografica di Amnesty International "I diritti negati". Soggetto della mostra sono alcuni dei diritti fondamentali che fanno sì che la vita dell'uomo non si riduca a mera sopravvivenza:dalla libertà di espressione al divieto di essere sottoposti a tortura, dai diritti dei rifugiati al divieto di sfruttamento dei minori, al diritto all'acqua.Amnesty International collabora con cinque grandi protagonisti del fotogiornalismo:Francesco Acerbis,Hasan Jamali,Fernando Moleres, Ivo Saglietti,Alessandro Tosatto. La direzione artistica è di Federico Mininni e Samuele Pellecchia.La mostra è aperta al pubblico da sabato 11 a giovedi 23 dicembre dal lunedi al venerdi dalle ore 16 00 alle ore 20 00 e il sabato e la domenica dalle ore 10 00 alle ore 20 00
L'inaugurazione si terrà venerdì 10 dicembre alle ore 19 30 alla presenza di Daniela Benelli assessore alla cultura della Provincia di Milano, Moni Ovadia, Davide Cavazza responsabile campaigning sezione italiana Amnesty International.
si ringraziano:Provincia di Milano, tbwa/italia, coop lombardia, Kodak Italia.

Per maggiori informazioni:
gabriella morelli
333 2802460
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Latina

    Crisi climatica e il rischio di difendere i beni comuni

    Rapporto di Global Witness evidenzia drammatico aumento degli attacchi mortali
    19 settembre 2021 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Il Pentagono finalmente ammette l’«orribile errore»

    Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili

    Un missile americano il 29 agosto ha ucciso 10 persone innocenti. Zamarai Ahmadi, obiettivo del drone, lavorava per una organizzazione umanitaria Usa. Non trasportava esplosivo, ma «taniche d’acqua per la sua famiglia». Il generale Mark Milley aveva inizialmente definito l’attacco «giusto».
    19 settembre 2021 - Marina Catucci
  • PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    18 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Sociale
    Sul programma televisivo Forum

    Basta! Anche io ora dico la mia

    Violenze maschili contro le donne, patriarcato, femminicidi anche in vita: la testimonianza di Ilaria Di Roberto – scrittrice, artista, attivista femminista radicale, vittima di violenza e cyber bullismo – dopo le parole di Barbara Palombelli.
    19 settembre 2021 - Alessio Di Florio
  • Editoriale
    Questo video mostra l’uccisione spietata di un civile disarmato afghano

    Perché la maggioranza degli afghani ha preferito i Talebani agli occidentali?

    Il noto programma TV australiano “Four Corners”, simile a “Report” e “Presa Diretta” in Italia, ha ritrasmesso il video di un soldato australiano mentre uccide un civile afghano a sangue freddo. Si riaccende la polemica intorno alle “forze speciali” e a come vengono addestrate.
    13 settembre 2021 - Patrick Boylan
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)