concerto

Cuong Vu Trio a Parma

24 novembre 2004
ore 21:30

Secondo appuntamento con i concerti promossi dall’Associazione Musicale Ritmika. Dopo il successo del pianista Steve Kuhn e della sua band lo scorso 9 novembre, questa sera alle ore 21.30 e sempre ad ingresso gratuito sarà la volta di Cuong Vu Trio presso la Corale Verdi di Vicolo Asdente a Parma.
Una formazione giovane e agguerrita, con un organico formato da tromba, basso elettrico e batteria, alla continua ricerca di linguaggi nuovi creati attraverso l’accostamento fra sonorità proprie del rock, procedimenti improvvisativi della musica contemporanea ed elementi tipici della composizione jazzistica.
Cuong Vu, trombettista di origine vietnamita ma cresciuto a Seattle, è un’artista molto attivo nel campo del jazz sperimentale; l’incontro con il compositore Joe Maneri lo induce a esplorare concetti del tutto nuovi e originali attraverso un approfondito studio delle potenzialità tecniche del proprio strumento. Cuong Vu oltre ad essere il leader di diversi gruppi tra cui JACKhouse, Scratcher e VU-TET, collabora con artisti quali Dave Douglas, Bobby Previte, Chris Speed e soprattutto con una leggenda della musica jazz come Pat Metheny, alle cui tournèe partecipa in veste di trombettista e cantante.
Compagni di viaggio di Cuong Vu sono Stomu Takeishi (basso elettrico) e Ted Poor (batteria). Il primo, nato in Giappone nel 1964, si è poi trasferito negli Stati Uniti per frequentare il Berklee College of Music di Boston dove ha conseguito il diploma. Stomu Takeishi si è esibito al fianco di numerosi musicisti quali Don Cherry, Dave Liebman e Mick Goodrick; inoltre ha presso parte alla registrazione di Electric Be Bop con la Electric Be Bop di Paul Motian e di Where’s the cup con il gruppo di Henry Threadgill.
Ted Poor, diplomato alla Eastman School of Music, si è esibito in vari contesti con artisti del calibro di Ben Monder, Joe Locke, Tito Puente, Toots Thielemans. Ha suonato anche in vari ensemble della Eastman School, diventando poi docente di batteria della Eastman’s Community Education Division. Attualmente vive a New York dove oltre a numerose collaborazioni suona regolarmente nei gruppi di Ben Monder e Cuong Vu.
Per informazioni: Ass.ne Musicale Ritmika via Groppi 32 a/b 43100 Parma, Tel. e Fax 0521-200131 oppure www.ritmika.it

Per maggiori informazioni:
Ass.ne Musicale Ritmika
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1956: Danilo Dolci con decine di disoccupati fa uno "sciopero alla rovescia", ricostruendo una strada abbandonata a Trappeto, in Sicilia. Finisce in carcere.
  • Anno 1932: Si apre a Ginevra la prima convenzione per il disarmo mondiale.

Dal sito

  • Latina
    Honduras

    Bajo Aguán, una tragedia infinita

    Nuova ondata di attacchi e di omicidi contro contadini e difensori dell'ambiente
    26 gennaio 2023 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Armi atomiche, un momento di pericolo senza precedenti

    A soli 90 secondi dall’ora fatale

    E' stato presentato l’aggiornamento annuale del doomsdyclock del Comitato per la Scienza e la Sicurezza del Bulletin of the Atomic Scientists. Il peggioramento della situazione mondiale a seguito soprattutto della guerra in Ucraina ha portato l’orologio a soli 90 secondi dall’ora fatale.
    25 gennaio 2023 - Alessandro Pascolini (Università di Padova)
  • PeaceLink
    Intervista ad Alessandro Marescotti

    «Nel 1980 avevo capito che l’informatica avrebbe cambiato completamente la società»

    Gli anni dell’università, poi la laurea in filosofia, la prima calcolatrice programmabile Texas TI58. Poi l'esperienza da programmatore, prima di diventare insegnante di Lettere. Un racconto che arriva infine alla nascita di PeaceLink, la telematica per la pace
    24 gennaio 2023 - Italia che cambia
  • Ecologia
    Video con l'intervento di Alessandro Marescotti, presidente di PeaceLink

    Audizione di PeaceLink sul decreto che istituisce lo scudo penale per l'ILVA

    "Il decreto non è emendabile e se viene convertito in legge equivale a riportare in Italia la pena di morte, per di più verso persone innocenti di cui non conosciamo nome, sesso, età e volto".
    24 gennaio 2023 - Redazione PeaceLink
  • Latina
    Dina Boluarte continua ad utilizzare la mano dura

    Perù: prosegue il conflitto sociale

    Gran parte delle morti dei manifestanti sono state provocate da proiettili sparati da armi da fuoco in dotazione alla polizia e all’esercito
    23 gennaio 2023 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)