incontro

Repubblica Democratica Del Congo. Nuovi spettri di guerra

18 gennaio 2005
ore 18:00 (Durata: 2 ore)

La sicurezza nella Repubblica Democratica del Congo sta precipitando. Nonostante gli accordi di pace firmati a Pretoria nel 2002, il dispiegamento di truppe internazionali di peacekeeping (MONUC) e la costituzione di un governo di transizione, la RD Congo è di nuovo pericolosamente vicina al baratro di una guerra aperta.

Secondo un’indagine pubblicata recentemente dall’International Rescue Committee (IRC) oltre 3,8 milioni di persone sono morte dall’inizio del conflitto nell’agosto 1998, e ogni mese 31.000 civili muoiono per cause direttamente legate al conflitto. Tutto questo senza che la comunità internazionale assuma alcuna iniziativa incisiva.
‘In questi sei anni, il mondo ha perso l’equivalente dell’intera popolazione dell’Eire, o della città di Los Angeles. Quanti congolesi innocenti dovranno ancora morire prima che il mondo cominci ad interessarsene ?’ (Richard Brennan, IRC).
Incontro con

JEAN LEONARD TOUADI
giornalista e scrittore

e con

PADRE GIOVANNI QUERZANI
missionario Saveriano, da 33 anni nella RD Congo

Durante l'incontro saranno proiettate immagini riprese a Bukavu la scorsa estate da P.Querzani

Per maggiori informazioni:
Paola Luzzi
3295713452
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1963: Papa Giovanni XXIIII proclama la Pacem in Terris, con una dura condanna alla guerra.

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lavoratore licenziato, per il ministero del Lavoro le informazioni non sono sufficienti

    "Abbiamo fornito spiegazioni"

    “ArcelorMittal conferma di aver fornito al ministro Orlando le spiegazioni richieste riguardo al licenziamento dell’operaio di Taranto”. Così ArcelorMittal in una nota. Il Consiglio comunale di Taranto ha approvato un ordine del giorno nel quale chiede la revoca del licenziamento.
    9 aprile 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Editoriale
    Il post era ritenuto "lesivo" dell'immagine aziendale

    Esprimiamo solidarietà al lavoratore licenziato da ArcelorMittal

    Aveva condiviso sui social network un post che invitava a vedere la fiction "Svegliati amore mio". Dispiacerebbe se in questa vicenda lo Stato rimanesse assente, mentre dichiara di essere presente al 50% nella compagine aziendale.
    9 aprile 2021 - Associazione PeaceLink
  • Pace
    Confine Iraq-Siria

    Riunite con i loro bambini “futuri terroristi”, le donne yazidi vengono ripudiate

    Gli anziani yazidi rinnegano i figli delle ex schiave dello Stato islamico, costringendole a scegliere tra i loro bambini e la loro comunità
    9 aprile 2021 - Martin Chulov e Nechirvan Mando ad Arbil
  • Processo Ilva
    La difesa ha rammentato che il gruppo Riva ha speso un miliardo di euro per investimenti ambientali

    Ilva: processo su disastro ambientale al rush finale

    La tesi forte dell’accusa è che Ilva solo sulla carta ha messo gli investimenti necessari a ridurre l’inquinamento dell’acciaieria, mentre nella realtà o non è stato fatto nulla oppure alcuni interventi sono stati dilazionati di molti anni nonostante vi fosse l’urgenza di intervenire.
    9 aprile 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Ecologia
    Parla Riccardo Cristello, lavoratore dello stabilimento siderurgico di Taranto

    ArcelorMittal: licenziato per post, “mi è caduto mondo addosso”

    “Sono rimasto sbigottito. Mai avrei immaginato una cosa del genere. Ho fatto solo un copia incolla e ho condiviso. Non è un mio pensiero ma l’azienda ritiene invece che quello che è stato postato sia oltraggioso e lesivo”. Il post invitava a vedere la fiction 'Svegliati amore mio'.
    9 aprile 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)