rappresentazione teatrale

Quella bomba che stroncò i tuoi vent'anni

26 ottobre 2003
ore 19:42

per ricordare Davide Caprioli e tutte le vittime della strage di Bologna

Comune di Verona, Assessorato alla Pubblica Istruzione con Terza
Circoscrizione Ovest
in collaborazione con il "Circolo dei Filosofi Ignoranti"
Ore 10.00: rappresentazione teatrale di "2otto80, Stazione di Bologna:
Omissis", interpretata da Stefano Paiusco, in versione esclusiva per le
scuole superiori.

Ore 20.30: "2 agosto 1980: 85 morti e 200 feriti. Vogliamo giustizia e
verità."
Voci e testimonianze a confronto.
Partecipano: Paolo Bolognesi, presidente dell'Associazione dei familiari
delle vittime del 2 agosto, Cristina Caprioli, sorella di Davide, Lidia
Secci, memoria storica dell'associazione e madre di Sergio, una delle
vittime della strage. Conduce: Daniele Biacchessi, giornalista e scrittore,
caposervizio di "Radio 24-Il Sole 24 ore". Presenta la serata: Sergio
Mastrosimone

Prima dell'inizio, saluto dell'Assessore all'Istruzione, Dott.ssa Albrigi e
della Presidente della Terza Circoscrizione, Sig.ra Forte, in qualità di
co-promotori dell'iniziativa.

Ore 21.30: A conclusione della giornata:

Stefano Paiusco in:
"2otto80, Stazione di Bologna: Omissis"
Monologo teatrale in un atto di Daniele Biacchessi Raja Marazzini e Stefano
Paiusco
Musiche di scena di Ludovico Einaudi, Brian Eno, Chic Corea e Stefano
Paiusco

Fotografie di Marco Vaccari

Regia e direzione artistica
Stefano Paiusco

Organizzazione generale
Rossella Traversa

Una produzione Il Circolo dei Filosofi Ignoranti

Per maggiori informazioni:
rete di green
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)