evento

Pasqua alla Casa per la pace

24 marzo 2005
ore 12:32

Secondo una tradizione ormai consolidata si rinnova anche quest’anno l’appuntamento della Pasqua presso la Casa per la pace di Pax Christi. A partire dal giovedì santo (24 marzo) fino al Lunedì dell’Angelo (28 marzo) vivremo insieme in spirito di familiare semplicità e di fraternità. Tutto sarà fortemente caratterizzato dalla spiritualità della pace che sostiene ogni passo della Casa. Il tempo sarà scandito dalle celebrazioni liturgiche previste nei giorni della Settimana Santa presiedute da Tonio Dell’Olio. Il tema che accompagnerà le riflessioni è:

Pasqua – profezia della vita e vita della profezia

La Pasqua di Cristo infatti è l’anima di ogni sporgersi profetico dei credenti verso il mondo. “Vana sarebbe la nostra fede se Cristo non fosse risorto” ci ricorda Paolo, ma anche la nostra profezia, il coraggio di stare da cristiani in questo mondo, l’impegno per fare più giusto e più bello il nostro pianeta sarebbero vani… Nello stesso tempo proprio la morte e la resurrezione del Nazareno ci raccontano la profezia nuova della vita. In particolare sabato mattina ci faremo aiutare in questa riflessione da Adnane Mokrani, teologo islamico impegnato nel dialogo con i cristiani. A lui chiederemo quali significati assume l’esercizio della profezia presso la tradizione islamica, quella del Profeta. Questo incontro si pone in continuità con un impegno che abbiamo iniziato lo scorso ottobre a Londra nel corso del Seminario proposto nell’ambito del Social Forum Europeo. A partire da quel momento abbiamo accolto la sfida a metter mano a definire una Teologia della Liberazione Islamo-cristiana.

Concluderemo i giorni della Pasqua celebreremo nella Cappella della Casa per la pace il matrimonio di Elvira e Luca, due nostri amici di Ancona cui faremo festa con lo stesso stile di semplicità e di famiglia.

Saranno presenti durante i giorni della Pasqua Gianni Novelli e alcune/i amiche/i del CIPAX di Roma (Centro Interconfessionale per la Pace). Da loro ci lasceremo volentieri contaminare sui temi del dialogo ecumenico e interreligioso per la pace.

L’ospitalità sarà garantita dalla consueta calda accoglienza di Carmine Campana e della sua chitarra e di Gianni Russo e dei suoi piatti. Gli albanesi Elidor e Ietmir e i tedeschi Anna e Tobias ci aiuteranno a farci sentire il mondo più vicino.

Nonostante i posti siano ormai limitati, vorremmo che a nessuno/a fosse preclusa la possibilità di partecipare e per questo ci adopereremo per trovare soluzioni logistiche adeguate.

Per informazioni e prenotazioni telefonare alla Casa per la pace: 055 2374505 e chiedere di Carmine oppure inviare un messaggio di posta elettronica a:

Per maggiori informazioni:
Carmine Campana
0552374505
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)