evento

Le Officine della Solidarieta'

5 aprile 2005
ore 09:00

Le officine della solidarietà
Laboratori interattivi per iniziare a “sporcarsi le mani”

I Centri di Servizio per il Volontariato ”approntano strumenti ed iniziative per la crescita della cultura della solidarietà….” (art. 15 legge reg. 37 1996).

Il Centro Servizi di Modena ha tra i suoi obiettivi principali quello di approntare strumenti ed iniziative per la crescita della cultura della solidarietà. Già da alcuni anni ha avviato in collaborazione con le associazioni di volontariato del territorio, una serie di percorsi proposti alle scuole elementari, medie e superiori sui temi legati alla solidarietà e al volontariato.

Per rinforzare il legame tra scuola e territorio, per dare visibilità alle associazioni di volontariato della nostra città e per promuovere ulteriormente la cultura della solidarietà, il Centro Servizi ha organizzato dal 5 al 10 aprile, “Le Officine della Solidarietà” presso la hall dell’aula Magna dell’Istituto Barozzi in via Cittadella 10 a Modena.

Le “Officine” rappresentano un’importantissima occasione per conoscere più da vicino il mondo del volontariato e della solidarietà. Nelle mattine di martedì, mercoledì, giovedì, venerdì e sabato, più di venti associazioni della nostra città si presenteranno alle classi di scuola media e superiore, attraverso l’allestimento di laboratori interattivi, che permetteranno ai bambini e ai ragazzi di sperimentare in prima persona attività legate al tema promosso dall’associazione.

Nei laboratori ogni associazione proporrà ai ragazzi un’attività, un gioco, un questionario, un video per parlare di un problema sociale e di come la loro associazione affronti tale problema.

Nel corso della giornata conclusiva delle “Officine della solidarietà”, domenica 10 aprile, la manifestazione sarà aperta a tutta la cittadinanza ed in particolare alle famiglie con bambini, dalle ore 16.00 alle ore 19.00.
Saranno presenti alcune attrazioni rivolte soprattutto ai bambini di scuola elementare e materna: clown, giocolieri e uno spettacolo di burattini dal titolo “T-riciclo”, realizzato con burattini costruiti con materiale di recupero e di riciclo.

Le Officine della solidarietà
5 – 10 aprile 2005
Istituto J.Barozzi
Via Cittadella,10 – Modena

Per informazioni:
Centro Servizi per il volontariato Modena
Via Attiraglio, 23 – 41100 Modena
Tel 059/212003 – fax 051/231130
Sito web: www.volontaramo.it
e-mail: info@volontariamo.it

Per maggiori informazioni:
Carlo Stagnoli
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1987: Muore Carlo Cassola, scrittore pacifista e fondatore della Lega per il Disarmo.

Dal sito

  • Latina
    Honduras

    Bajo Aguán, una tragedia infinita

    Nuova ondata di attacchi e di omicidi contro contadini e difensori dell'ambiente
    26 gennaio 2023 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Armi atomiche, un momento di pericolo senza precedenti

    A soli 90 secondi dall’ora fatale

    E' stato presentato l’aggiornamento annuale del doomsdyclock del Comitato per la Scienza e la Sicurezza del Bulletin of the Atomic Scientists. Il peggioramento della situazione mondiale a seguito soprattutto della guerra in Ucraina ha portato l’orologio a soli 90 secondi dall’ora fatale.
    25 gennaio 2023 - Alessandro Pascolini (Università di Padova)
  • PeaceLink
    Intervista ad Alessandro Marescotti

    «Nel 1980 avevo capito che l’informatica avrebbe cambiato completamente la società»

    Gli anni dell’università, poi la laurea in filosofia, la prima calcolatrice programmabile Texas TI58. Poi l'esperienza da programmatore, prima di diventare insegnante di Lettere. Un racconto che arriva infine alla nascita di PeaceLink, la telematica per la pace
    24 gennaio 2023 - Italia che cambia
  • Ecologia
    Video con l'intervento di Alessandro Marescotti, presidente di PeaceLink

    Audizione di PeaceLink sul decreto che istituisce lo scudo penale per l'ILVA

    "Il decreto non è emendabile e se viene convertito in legge equivale a riportare in Italia la pena di morte, per di più verso persone innocenti di cui non conosciamo nome, sesso, età e volto".
    24 gennaio 2023 - Redazione PeaceLink
  • Latina
    Dina Boluarte continua ad utilizzare la mano dura

    Perù: prosegue il conflitto sociale

    Gran parte delle morti dei manifestanti sono state provocate da proiettili sparati da armi da fuoco in dotazione alla polizia e all’esercito
    23 gennaio 2023 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)