convegno

La storia è di tutti

5 settembre 2005
ore 12:08

“La storia è di tutti”

Convegno/corso di aggiornamento sull’insegnamento della storia.
Modena 5/10 settembre 2005

Negli ultimi quindici anni, il rinnovamento dei programmi di per lo studio della storia è diventato una questione centrale, nella maggior parte degli stati occidentali. Le domande di sempre: "Che cosa insegnare, come insegnare e perché insegnare?" hanno dato luogo a discussioni politiche, pedagogiche, e scolastiche sempre più accese.

Due posizioni sembrano delinearsi: da una parte coloro che ritengono che occorra rivedere a fondo temi e periodizzazioni della storia generale, individuata come strumento conoscitivo fondamentale per l'umanità odierna; dall'altra coloro che ritengono che, proprio in ragione di questi grandi cambiamenti, occorra riprendere le "certezze del passato", la storia etnocentrica, le modalità di insegnamento tradizionali, e gli obiettivi ottocenteschi di insegnamento identitario.

Il convegno "La storia è di tutti" mette insegnanti e storici a confronto sull'ipotesi di un rinnovamento fondato dal punto di vista della ricerca, e confortato da esperienze didattiche affidabili. Propone, dunque, cinque giorni di piena immersione di lezioni, dibattiti, laboratori, mostre, attività, escursioni e momenti di intrattenimento musicale e teatrale di carattere storico.

Ad esso partecipano, come relatori: Alberto Salza, Andrea Cardarelli, Mario Liverani, Ivo Mattozzi, Charles Heimberg, Antonio Brusa, Massimo Montanari, Ross E. Dunn, Falk Pingel, Patrick Geary, Giovanni De Luna, Paolo Malanima, Tommaso Detti, Rafael Valls, Anna Beltrametti, Giovanni Gozzini, Dario Ragazzini, Serge Latouche, Tayeb Chenntouf, Serge Noiret, Isidoro Mortellaro, Luigi Cajani, Arnaldo Cecchini, Pietro Rossi, Carlo Spagnolo, Alessandro Cavalli e altri.

Partecipano inoltre i gruppi di ricerca didattica italiani più noti: i gruppi del Memo, del Landis, di Clio 92, ilmondoelasuastoria, di Historia Ludens, Iris, e tanti altri.

Il convegno è organizzato dal Memo “Sergio Neri” (Multicentro educativo Modena) ed è finanziato dal comune, dalla provincia di Modena e dalla Regione Emilia Romagna.

L’iscrizione è gratuita: prenotarsi presso il sito www.comune.modena.it/lastoriaditutti

Per maggiori informazioni:
sig. Maria Grazia Rotelli
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1967: A Firenze muore don Lorenzo Milani.
  • Anno 1948: Viene proclamata la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

Dal sito

  • Conflitti
    La CIA è presente sul terreno

    Forze speciali della Nato già operano in Ucraina

    Un'operazione segreta che coinvolge le forze delle operazioni speciali statunitensi indica l'entità dello sforzo per assistere l'esercito ucraino che non ha ancora ricevuto le nuove armi.
    26 giugno 2022
  • Cultura
    Quattro giorni di cinema al femminile a Taranto

    Mostra del Cinema di Taranto dal tema «Lo sguardo della tigre»

    Storie di donne, testimonianze di vita di registe e attrici che da Afghanistan, Iran, Palestina e Marocco si danno appuntamento a Taranto.
    23 giugno 2022 - Fulvia Gravame
  • Pace
    I dati del sondaggio europeo ECFR dà i pacifisti in minoranza fra i Grünen

    I Verdi tedeschi e il pacifismo

    La maggiore percentuale di pacifisti in Germania non è fra i Verdi ma fra i socialdemocratici dell'SPD. Intanto il giornale Der Spiegel ironizza sui leader verdi tedeschi ribattezzandoli "verdi oliva" e raffigurandoli con tute militari verdi, elmetto e bazooka
    23 giugno 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti
    Oggi alla Camera dei Deputati

    Cosa rispondere a Draghi che dice: "L'Ucraina si deve difendere"

    Una difesa è tale quando riduce le sofferenze, i morti, i feriti, non quando li aumenta, ed è quello che sta avvenendo. Biden ha detto che occorre vincere e battere la Russia (cosa che si sta rivelando irreale); prima tutti dicevano "no all'escalation" ma poi è arrivato l'ordine: "Vincere".
    22 giugno 2022 - Alessandro Marescotti
  • Migranti
    Peacelink Common Library

    Siamo una società di pace? La criminalizzazione della solidarietà

    Mi sono avvicinata allo studio delle migrazioni, alla complessità delle storie che ogni rifugiato, richiedente asilo o migrante porta con sé. Perché le stragi delle frontiere marittime e terrestri sono catastrofi umanitarie. Qual è la nostra responsabilità? Qual è oggi il ruolo della società civile?
    21 giugno 2022 - Carmen Zaira Torretta
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)