rassegna

Negro 2005 - Festival di Musica e Cultura Etnica

25 agosto 2005

Musica, arte, laboratori, video, artigianato, enogastronomia, solidarietà
NEGRO 2005
FESTIVAL DI MUSICA E CULTURA ETNICA, X EDIZIONE
Grotte di Pertosa (Sa), dal 25 al 28 agosto 2005

Tammurriate, tarantelle, pizziche e un esclusiva ‘notte della zampogna’ con Hevia e Raffaello Simeoni, per la decima edizione di ‘Negro’. Sono il nuovo sindaco di Pertosa, Michele Caggiano, ed il direttore artistico Enzo Piccolo ad annunciare il programma della decima edizione del festival di musica e cultura etnica, che si svolgerà da giovedì 25 a domenica 28 agosto, nell’incantevole scenario delle Grotte di Pertosa (Salerno). Sul palco costruito nel piazzale si alterneranno le esibizioni dei vari artisti in rassegna: da Riccardo Veno con il suo ‘Concerto per fiati, loops’, all’etno-dance di Stefano Miele Nu Project, alle tammurriate e tarantelle di PietrArsa, progetto musicale di Mimmo Maglionico (giovedì 25). Venerdì 26, in esclusiva per ‘Negro’, una magica ‘notte della zampogna’, con l’esibizione di Hevia, maestro asturiano della cornamusa, e quella di Raffaello Simeoni, storico leader dei Novalia, sul palco insieme ad altri venti musicisti. Sabato 27 sara’ la volta del violinista napoletano Lino Cannavacciuolo, accompagnato dalla cantante sarda Elena Ledda per un concerto che unisce cultura e musica popolare della Sardegna a quella del Meridione d’Italia. Infine, domenica 28, la pizzica salentina, con il progetto ‘Zimbaria’ a cura del tamburellista Pino Zimba (protagonista, tra l’altro del film ‘Sangue vivo’ di Edoardo Winspeare) chiuderà la decima edizione di ‘Negro’. Organizzato dall’amministrazione comunale di Pertosa, l’evento si realizzera’ nella splendida localita’ ai piedi del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, a pochi metri dal fiume che le da il nome (il Negro) e che scorre sotterraneo nelle viscere delle grotte. Oltre alla musica, il programma di ‘Negro 2005’ proporra’ tantissime attivita’ differenti, tutte nel segno dell’intreccio tra solidarietà, cultura, musica, arte e natura: escursioni col programma ‘Negro Speleotrekking e Climbing’, artigianato ed enogastronomia, promozione della lettura con lo stand curato da La Feltrinelli, una mostre d’arte contemporanea di Alfonso Mangone, laboratori musicali con Nour Eddine, stage di danza etnica con Farida, solidarietà e impegno civile grazie alle presenze, tra gli altri, di Emergency, di Coalizione contro la povertà e di Commercio Equo e Solidale. Per il pubblico che vorrà fermarsi nei quattro giorni del festival sono disponibili aree attrezzate ‘free camping’ e aree parcheggio con servizio navetta. Per assistere e partecipare alle tante iniziative di ‘Negro’ si paga 4 euro al giorno, con possibilità di abbonamento alle quattro giornate per 10 euro.

Per maggiori informazioni:
Comune di Pertosa
tel. 0975/397028
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
  • Ecologia
    Health Impact Assessment of the steel plant activities in Taranto as requested by Apulia Region

    Studio OMS sull'impatto dell'ILVA di Taranto sulla salute

    Lo studio è stato richiesto dalla Regione Puglia ed è del giugno 2021, ed è uno studio predittivo. Nelle conclusioni si legge: "Le stime della presente relazione sono pienamente in linea con le precedenti valutazioni, effettuate da autorità regionali e altri ricercatori".
    12 gennaio 2022
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)