concerto

LIVE AIDS

1 ottobre 2005

“Noi viviamo in un mondo nel quale conoscenza e informazione hanno fatto enormi progressi, ma milioni di bambini non
vanno a scuola. Spendiamo più soldi in armi che per assicurare cure e assistenza ai milioni di malati di Aids.
Noi chiediamo ai leader del G8 di dimostrare impegno concreto e non di impegnarsi in vuote promesse perché è in loro potere evitare un genocidio dell’umanità….
Ho detto a tutti questi leader: non girate la testa dall’altra parte, non esitate a riconoscere che il mondo è affamato di aiuti, non di parole. Agite con coraggio e guardate in faccia la realtà.
Mettete la parola fine alla storia della povertà e poi tutti noi potremo alzare la testa.” Nelson Mandela - 3 luglio 2005

SABATO 1 OTTOBRE 2005 "LIVE AIDS"
C/o Missionari della Consolata, via Romitaggio 1 - Castello B.za (LC)

Dalle 15:00 band del territorio in concerto per l'Africa
Dalle 21:00 I LUF in concerto
Interverrà P. Stefano Camerlengo, vicesuperiore dei Missionari della Consolata, di ritorno dal Congo

DOMENICA 2 OTTOBRE 2005 ore 14:30
Santuario di Bevera - Centro Paolo VI
“Umanità: relazioni a rischio”

“FERMIAMO IL GENOCIDIO AIDS IN AFRICA” Tavola rotonda
Introduce e coordina:
P. Giordano Rigamonti, Presidente Nazionale Comitato Salute Africa
Intervengono:
Dottori Maria Caterina e Paolo Franceschi, Medici CUAMM con esprienza in Tanzania
Don Gianni Cesena, Direttore del Centro Missionario Diocesano di Milano
Dott. Virginio Brivio, Presidente della Provincia di Lecco

Appello dei Missionari della Consolata

Noi missionari e missionarie della Consolata vi chiediamo di entrare in campo accanto a noi per farci carico tutti assieme di una giustizia globale che dia risposte concrete a questa immane tragedia.
In particolare l ’Europa Occidentale deve guardare all ’Africa sub sahariana se vuole raggiungere la pace tra i suoi confini e cercare il bene comune per il prossimo futuro.

Promuovono:
> Comitato SALUTE AFRICA
> Missionari della Consolata di Bevera
> Assessorato alla Cultura della Provincia di Lecco
> Parrocchia di Bevera - Barzago
> Cooperativa Karibuny

Con il patrocinio di
> Provincia di Lecco
> Comitato lecchese per la pace e la cooperazione tra i popoli
> Conferenza permanente dei Sindaci del Casatese

Info www.saluteafrica.org
Mirko 333/9963610
P. Gianfranco 039/5310220
saluteafrica.bevera@consolata.net

Per maggiori informazioni:
Mirko
333-9963610
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Disarmo
    Iniziativa di NoFirstUse Global

    Armi nucleari: no al "primo uso"

    In una lettera aperta, eminenti leader sollecitano le nazioni ad adottare politiche per ridurre i pericoli nucleari ed eliminare le armi nucleari. L'adozione di politiche di non-primo uso potrebbero aprire la porta a negoziati per la completa eliminazione delle armi nucleari.
    NoFirstUse Global
  • Latina
    14 donne e 10 uomini nel governo di Boric che entrerà in carica l’11 marzo

    Cile: i ministri che guardano al cambiamento

    Alla Difesa Maya Fernandez, la nipote di Salvador Allende, ma al Bilancio e in altri ministeri sono diversi gli esponenti della vecchia Concertación
    24 gennaio 2022 - David Lifodi
  • Pace
    Kant e la guerra

    Solo il disarmo è razionale. La pace armata è guerra

    «Gli eserciti ed armamenti permanenti devono essere soppressi, perché sono già, con la loro sola esistenza, minaccia agli altri popoli, perciò violazione della pace, causa di insicurezza e quindi di corsa agli armamenti» (Kant)
    Enrico Peyretti (Centro Studi Sereno Regis, Torino)
  • Conflitti
    Un forum per promuovere un appello contro la guerra

    Il conflitto in Ucraina e il ruolo del movimento per la pace

    In questa pagina web riportiamo le voci di tutti coloro che stanno partecipando ai webinar di PeaceLink con lo scopo di definire una piattaforma comune di obiettivi finalizzati a evitare una degenerazione dell'aspro confronto in atto fra la Russia e la Nato
    22 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Taranto Sociale
    Lo conferma lo studio dell'OMS

    Le emissioni dello stabilimento ILVA continuano ad essere incompatibili con la salute pubblica

    Da ora in poi, con i dati OMS che vanno a confermare le precedenti Valutazioni Danno Sanitario, non si può più considerare normale una situazione anomala. Questo rapporto dell'OMS a nostro parere costituisce notizia di reato.
    22 gennaio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)