convegno

Sbilanciamoci PER LA SOLIDARIETA’ INTERNAZIONALE NON PAROLE, MA FATTI

26 ottobre 2005

Alle “giornate della cooperazione” del Ministero Affari Esteri
solo tanti bla bla e nessun impegno concreto
mentre la finanziaria 2006 taglia altri fondi alla cooperazione

SBILANCIAMOCI LANCIA IL SUO FORUM ALTERNATIVO
E IL PRESIDIO ALLE GIORNATE IL 26-27 OTTOBRE A FIRENZE

Alla II edizione delle giornate della cooperazione del Ministero degli Affari Esteri che si apriranno ufficialmente il prossimo 27 ottobre a Firenze e si chiuderanno il 5 dicembre a Roma avremo il solito trionfo di seminari, video, pubblicazioni, mostre fotografiche, documenti, ecc. ma –come al solito- nessun impegno concreto: solo tanti bla bla, mentre l’Italia è scesa all’ultimo posto della classifica dei paesi OCSE per la quota di Aiuto Pubblico allo Sviluppo in rapporto al PIL.

Mentre c’è un’Italia della solidarietà internazionale –enti locali e regioni, associazioni, movimenti sociali, ong, ecc.- impegnata con azioni e progetti in tante parti del mondo, la politica pubblica dell’Italia di cooperazione allo sviluppo sta morendo. Gli impegni presi in sede internazionale (compreso il contributo italiano alla realizzazione degli Obiettivi del Millennio) non vengono rispettati, il funzionamento della Direzione della Cooperazione allo Sviluppo è praticamente alla paralisi, la legge 49 del 1987 sulla cooperazione è ormai lettera morta e la finanziaria 2006 riduce ulteriormente i fondi alla cooperazione.

Mentre alla politica pubblica di cooperazione il governo dà le briciole aumentano invece le spese militari e si spendono 600 milioni di euro l’anno per la missione militare in Iraq. I soldi per l’ 8 per mille, invece di essere spesi per la lotta alla fame nel mondo (e per altre finalità sociali) sono dati, per l’80%, alle missioni militari. Sempre più soldi vengono dati per sostenere l’export delle imprese e sempre meno alla solidarietà internazionale. E la politica pubblica di cooperazione, invece di sostenere l’autosviluppo, la giustizia sociale, i diritti umani, la democrazia, rischia di essere solo il “cavallo di troia” per le nostre imprese, la geopolitica occidentale, l”umanitarismo militare”.

Per questo Sbilanciamoci organizza il prossimo 26 e il 27 ottobre a Firenze –in contemporanea all’apertura ufficiale delle giornate della cooperazione- un presidio e il proprio forum alternativo in cui verrà presentato il nuovo dossier con dati e denunce sullo stato della cooperazione e verrà dato spazio alle voci critiche del mondo della solidarietà internazionale per chiedere al Ministero Affari Esteri e al Governo italiano di cambiare rotta: non più parole, parole, parole, non più tagli, ma fatti concreti per rilanciare la politica pubblica italiana di cooperazione allo sviluppo al servizio della giustizia sociale e della pace, dei diritti umani e della democrazia.

Per maggiori informazioni:
Giulio Marcon _ Sbilanciamoci
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

  • set
    29
    mer
    corteo

    Giornata mondiale del Cuore… per non dimenticare mai

    Molo Sant'Eligio - città vecchia - Taranto (TA)
    Giornata mondiale del Cuore… per non dimenticare mai
    La manifestazione consiste in un corteo di motonavi che partirà dal Molo Sant'Eligio per arrrivare allo specchio d'acqua prospicente il Quarto ...
  • set
    30
    gio
    corso

    Pellegrini di pace, apostoli della non violenza

    Pellegrini di pace, apostoli della non violenza
    Primo seminario con Antonino Drago - 15.30 - 19.00 Aeropago di Nietta e Rietto
  • set
    30
    gio
    incontro

    L'estetica dell'acqua nella cultura araba

    L'estetica dell'acqua nella cultura araba
    Parole e musica Molto spesso la cultura araba è ridotta alla religione islamica, la religione islamica è ridotta ai testi sacri e i testi sacri sono ...
  • ott
    5
    mar
    corso

    I confini della colonia

    I confini della colonia
    Laboratorio gratuito dedicato al colonialismo italiano, rivolto ai docenti di ogni ordine, grado e materia di insegnamento. 5 - 12 - 19 ottobre La ...
  • ott
    9
    sab
    corteo

    Per il Clima, Fuori dal Fossile

    Roma
    Per il Clima, Fuori dal Fossile
    Campagna Nazionale "Per il Clima Fuori dal Fossile!" Basta bugie! Fermiamo il greenwashing. Portiamo in piazza la giusta transizione. ...
  • ott
    10
    dom
    manifestazione

    Marcia Perugia-Assisi 2021

    Marcia Perugia-Assisi 2021
    1961-2021 La Marcia compie 60'anni!! Domenica 10 ottobre 2021 partecipa alla Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità. - La pandemia ...
  • ott
    12
    mar
    incontro

    Donne europee per l’Agenda 2030

    Donne europee per l’Agenda 2030
    Toponomastica femminile e Matilda editrice parteciperanno con l'evento Donne europee per l'Agenda 2030 al Festival dello Sviluppo Sostenibile, ...

Ricerca eventi

Dal sito

  • Pace
    Resoconto della relazione di Alessandro Marescotti al webinar del 22 settembre 2021

    L’indifferenza del movimento pacifista

    La solidarietà per Daniel Hale e la campagna Guantanamo vanno avanti. La reazione della società civile di fronte a queste violazioni dei diritti umani è flebile. Qualche ingranaggio si è rotto nei meccanismi di attivismo e solidarietà
    28 settembre 2021 - Laura Tussi
  • Ecologia
    Giornata mondiale del Cuore… per non dimenticare mai

    Conferenza stampa del Comitato "12 giugno" Vittime del Lavoro e del Dovere e del Volontariato

    Il 29 settembre si terrà un corteo a mare nello specchio d'acqua dove sono morti i gruisti Francesco Zaccaria e Mimmo Massaro. E' possibile salire sulle motonavi, anche per gli studenti, ed è di sicuro un modo per riflettere sulle cause degli infortuni sul lavoro e su come intervenire.
    27 settembre 2021 - Fulvia Gravame
  • Conflitti
    Gli stupri dei bambini erano la regola: "La notte li sentiamo gridare, ma non possiamo fare nulla"

    "Mettevamo al potere gente che faceva cose peggiori di quelle fatte dai talebani"

    Gli episodi che riportiamo in questa pagina web spiegano perché l'esercito e la polizia afghani non fossero amati dalla popolazione e si siano sbriciolati appena è venuto meno il supporto delle truppe americane e della Nato, nonostante fossero stati fortemente armati, attrezzati e addestrati.
    Redazione PeaceLink
  • Pace
    In nome dei diritti umani ci hanno chiesto di partecipare a fallimentari missioni militari

    Il pacifismo: delegittimato e sotto assedio

    Siamo stati delegittimati non dai nostri avversari ma dai nostri “amici”. È stata la sinistra – che un tempo marciava contro gli euromissili – ad abbandonare e poi a isolare il movimento che si opponeva alla guerra in Afghanistan. Il movimento pacifista è stato sabotato dall’interno.
    26 settembre 2021 - Alessandro Marescotti
  • Consumo Critico

    "Covid e le saggezza nascoste" di Marinella Correggia

    L'ultimo libro di Marinella Correggia, è illuminante per comprendere la pandemia Covid 19 e la sua gestione in tutto il mondo. Una visione «altermondialista», ecopacifista, lontana dalle teorie del complotto ma anche alternativa alla narrazione dominante.
    25 settembre 2021 - Linda Maggiori
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)