evento

38° Marcia per la Pace - Nella verità, la Pace

31 dicembre 2005
ore 17:00 (Durata: 7 ore)

pax christi italia - commissione episcopale italiana - caritas italia
organizzano la 38° Marcia per la Pace sul tema della giornata mondiale per la pace, 1 gennaio 2006: Nella verità, la Pace

Programma

Palazzetto dello Sport di Trento Nord - dalle ore 17.00 alle 20.00

Accoglienza musicale - gruppo Melipal di Rovereto

Saluto di accoglienza del vescovo di Trento mons. Luigi Bressan

Presentazione della marcia - don Rodolfo Pizzolli - direttore de'Uuficio della Pastorale sociale e lavoro di Trento

Saluto delle autorità Presidente della Provincia dott. Lorenzo Dellai

Sindaco di Trento dott. Alberto Pacher

Saluto di un rappresentante del tavolo locale delle appartenenze religiose di Trento.

Saluto di un rappresentante della fondazione Migrantes di Trento.

Preghiera Liturgia della Parola con un passaggio significativo del Messaggio della Pace del 1 gennaio 2006

Meditazione-presentazione messaggio della Pace - mons. Arrigo Miglio - vescovo di Ivrea e presidente della commissione episcopale problemi sociali, lavoro, giustizia e pace

Stacco musicale - gruppo Melipal di Rovereto

Dal conflitto ai "conflitti dimenticati"
Video sulla prima guerra mondiale (a 90 anni dall'inizio)
Lettura di poesie o testi relativi alla 1^ guerra mondiale durante la proiezione delle immagini

"Verità, comunicazione e Pace" - a partire dal rapporto sui conflitti dimenticati "Guerre alla finestra" curato da Caritas Italia, Famiglia Cristiana e Il Regno intervengono:
dott. Paolo Beccegato - responsabile internazionale Caritas Italia;
dott. Alberto Bobbio, giornalista di Famiglia Cristiana;
p. Nicola Colassuonno - direttore di Missione Oggi

Trento città ponte Lettura testo di Paolo VI (8 marzo 1964) e di Giovanni Paolo II° testo dell'Angelus del 16/11/2003

Dalla guerra alla pace in Europa L'impegno di De Gasperi: proiezione video -

"Il sogno dell'Europa e la costruzione della pace" -
l'esperienza e la proposta di Alex Langer - Fondazione Langer di Bolzano
prof. Gianni Bonvicini - direttore Istituto affari internazionali di Roma

La pace e l'impegno personale Lettura di alcuni testi di Jägerstätter e Josef Mayr Nusser
presenta i testi il dott. Giampiero Girardi
Rapporto verità coscienza e don Primo Mazzolari (50 anni dalla lettera "Tu non uccidere")
Testimonianza di mons. Mariano Manzano vescovo missionario a Mossorò - Brasile

Stacco musicale a cura della cantautrice per la pace Agnese Ginocchio (Pax Christi Caserta)

Conclusioni

Partenza della marcia della Pace: unico cammino fino al Duomo di Trento (5 Km circa)

II° momento nel Duomo di Trento dalle 22 fino alle 23.30 -24 ( con maxi-schermo esterno)

Accoglienza musicale - coro parrocchiale di Gardolo (TN)

Lettura testi Testamento di fr. Christian - priore dei sette monaci rapiti ed uccisi in Algeria

Primo momento
"Verità e riconciliazione" Testi di Fr. Roger Schutz e riflessione di mons. Tommaso valentinetti presidente di Pax Christi e Aricivescovo di Pescara

Secondo momento
"Verità e disarmo" testimonianza dall'Irlanda

Terzo momento
"Verità e martirio"
Testi di Oscar Romero
testimonianza di p. gabriele Ferrari, missionario in Burundi

Celebrazione dell'Eucaristia presieduta da mons. Luigi Bressan

Alla fine della celebrazione, in piazza Duomo, le ACLI offrono un po' di thè e vin-brulé.
Inoltre il comune organizza un concerto di mezzanotte in Piazza Fiera

Note logistiche

Per i gruppi che giungono a Trento in Pullman
Le persone possono essere fatte scendere direttamente al Palazzetto dello Sport di Trento nord (Gardolo) in Via 4 Novembre. Subito il pullman si sposta verso Trento sud e viene parcheggiato in via San Severino (prendere la tangenziale in direzione sud (Verona) - uscita tangenziale: Stadio). Altri 4 posti sono disponibili sulla carreggiata opposta della strada che fiancheggia il P9 (dove c'è la partenza della funivia per Sardagna).
Per i gruppi che giungono a Trento in automobile

Si consiglia caldamente di parcheggiare il proprio autoveicolo presso uno dei seguenti parcheggi:
- P7 area Zuffo che si trova vicino al casello autostradale di Trento Centro; appena usciti dall'autostrada girare subito a destra. Lì ci sarà anche un punto informativo.
- P9 area ex-SIT: usciti dall'autostrada prendere per Trento Centro. Passato il ponte, alla rotonda, svoltare subito a destra e proseguire diritti fino a circa 100 metri dopo la successiva rotonda, svoltare a sinistra nell'apposta aiuola spartitraffico.
- P8 area Monte Baldo: seguendo le indicazioni per il P9 non svoltare a sinistra ma proseguire ancora per 5-600 metri e 30 metri prima della successiva rotonda svoltare a sinistra.
Per chi parcheggia in queste aree (memorizzare il numero e luogo del parcheggio) è a disposizione un pullman navetta continuo che porta al palazzetto dello sport di Gardolo (sobborgo a Nord di Trento che dista poco più di 5 km.). L'orario di questo servizio è dalle ore 15.30 alle ore 18.00.
Per il ritorno ai parcheggi ci sarà ancora il pullman-navetta che da Via Verdi (vicino al duomo) porta le persone ai vari parcheggi dalle ore 23.30 alle ore 00.30.
Per i gruppi che giungono a Trento in Treno
Uscire dalla stazione e proseguire diritti, attraversando la piazza (piazza Dante) fino al palazzo della Regione autonoma (posto su delle colonne ramificate); girare a sinistra e poi a destra per via Gazzoletti dove c'è la fermata degli autobus n. 3 e n. 7 che transitano a fianco del palazzetto dello Sport-Piscina di Gardolo. Il biglietto (90 centesimi di euro) si può acquistare alla stazione del Treni presso l'edicola a sinistra o presso l'apposito sportello a destra.
La marcia della Pace
Il percorso della marcia è poco più di 5 km con due modeste salite attraverso il seguente itinerario: Via Matteotti - Loc. Melta - Via Centochiavi - Via Solteri - Via Pietrastretta - Via Malvasia - Piazza N. Sauro - Via della Pontara - Via Cervara - Port'Aquila - Via B. Clesio - Via S. Marco - Via Manci - Via Belenzani - Piazza Duomo.
I servizi igienici si trovano in via Belenzani al n. 54 (vicino alla cattedrale).
Potete scaricare una cartina modificata al caso nostro sul sito: www.arcidiocesi.trento.it/giustiziaepace oppure consultare il sito http://www.tuttocitta.it/tc/home.jsp e

Per maggiori informazioni:
segreteria nazionale
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)