incontro

Guerra in Iraq: Crimini e Bugie

13 gennaio 2006
ore 18:00 (Durata: 2 ore)

Prima iniziativa della campagna
GUERRA in IRAQ: CRIMINI E BUGIE

Romacittapertallapace e U.S. Citizens for Peace & Justice
presentano

L'altra voce dell'America
L’altra voce dell’Italia

Venerdì, 13 gennaio 2006, ore 18.00
Casa delle Culture, via S. Crisogono, 45

Incontro con:
Dave Lindorff - Giornalista e scrittore statunitense
Maurizio Torrealta - Giornalista RAINEWS24

le bombe al fosforo sulla popolazione civile di Falluja, le menzogne del governo Usa sulla presenza di armi di distruzione di massa in Iraq, le complicità del governo e dei servizi segreti italiani nella costruzione delle prove false per l'aggressione all'Iraq, le rivelazioni sulle prigioni speciali in Europa per le torture ai prigionieri, ci impongono, una forte ripresa del movimento contro la guerra.

A fine gennaio è previsto il voto del parlamento italiano per il rinnovo della missione italiana in Iraq.

Il 18 marzo prossimo è prevista la manifestazione globale per la fine della guerra.

Il coordinamento ROMACITTAPERTALLAPACE propone e promuove una campagna di controinformazione e mobilitazione coordinata nella città e nei Municipi, centrata sui due elementi evidenziati dalle inchieste (le menzogne del governo Usa e dei governi alleati fra cui l’Italia.)

Coordinamento romacittaapertaallapace
Il coordinamento si riunisce tutti i lunedì alle ore 18.30 presso la Casa della Pace Viale Trastevere, 66. per informazioni: mario 3487687225 – mimma 3498610714

*Durante l'incontro traduzione a cura di "Traduttori per la pace"

--------------------------------------------------------------------------------

Giornalista da 30 anni, Dave Lindorff ha scritto su riviste e giornali tra cui Rolling Stone, Mother Jones, Village Voice, Forbes, London Observer e Australian National Times. Negli anni '90 ha lavorato come corrispondente per Businessweek a Hong Kong e in Cina. Attualmente ha una rubrica su CounterPunch e scrive spesso per the Nation, In These Times e Salon Magazine.

Lindorff è anche autore di tre libri:

"This Can't Be Happening! Resisting the Disintegration of American Democracy" (Common Courage Press, 2004), una raccolta dei sui articoli su Counterpunch;

"Killing Time: An Investigation into the Death Row Case of Mumia Abu-Jamal" (Common Courage Press, 2003), l'unica inchiesta indipendente sul caso del più famoso condannato a morte vivente;

"Marketplace Medicine: The Rise of the For Profit Hospital Chains" (Bantam, 1992), un'inchiesta sull'industria ospedaliera privata negli Stati Uniti.

Sta lavorando sul suo quarto libro, "The Case for Impeachment: The Legal Argument for Removing President George W. Bush From Office", la cui pubblicazione è attesa per la primavera del 2006.

Nell'ottobre del 2004 ha vinto il premio "Most Censored Story of 2003" dell'organizzazione "Project Censored" per l'articolo sulla rivista Salon sulle manovre del Pentagono per la reintroduzione dell'esercito di leva.

Lindorff è socio fondatore della National Writers Union. Vive con la famiglia in Pennsylvania.

Per maggiori informazioni sull'attività di Lindorff, consultate il suo sito: www.thiscantbehappening.net

Per maggiori informazioni:
U.S. Citizens for Peace & Justice
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1991: Alle ore 0,50 inizia la Guerra del Golfo, la prima dopo la fine della Guerra Fredda

Dal sito

  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    Dal territorio del nostro Paese siano eliminate tutte le armi nucleari

    L’Italia ratifichi il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari

    La presenza di tali ordigni sul territorio italiano è in contrasto anche con il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, al quale l’Italia ha aderito nel 1975 impegnandosi a «non ricevere da chicchessia armi nucleari né il controllo su taliarmi, direttamente o indirettamente».
    16 gennaio 2021
  • Storia della Pace
    La storia della pace, dalla secolare opposizione alla guerra al recente pacifismo

    Che cosa è la Peace History

    Per Peace History si intende lo studio delle cause più profonde della guerra nonché dei mezzi per contrastarla e per gestire risoluzioni non violente dei conflitti. In questa pagina web vi sono alcuni riferimenti per la Peace History e link utili per tracciare una storia della pace
    16 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Pace
    Entrambe includono tematiche comuni nella propria area di competenza e hanno punto di contatto

    Educazione civica ed educazione alla pace: un confronto

    L'evoluzione dell’educazione civica ha portato a un sempre maggiore avvicinamento della stessa all’educazione alla pace, fino ad una sovrapposizione di competenze, che oggi può in certi contesti rendere difficile distinguere le due discipline.
    10 gennaio 2021 - Manuela Fabbro
  • Storia della Pace
    L'opposizione alla guerra è nata con la guerra stessa

    Le radici storiche del pacifismo

    Il movimento pacifista può diventare un soggetto storico consapevole dei propri compiti solo se ha la consapevolezza della sua storia. La storia della pace studia l'impegno positivo di chi si è opposto alla guerra. Ma è anche analisi strutturale delle cause dei conflitti armati.
    15 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti, Daniele Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)