dibattito

Campi elettromagnetici e salute: allarme o allarmismo?

13 febbraio 2006
ore 21:00 (Durata: 2 ore)

Intervengono:
-------------
Daniele Andreuccetti
Istituto di fisica applicata, CNR
Lucia Miligi
Centro per lo studio e la prevenzione oncologica
Andrea Poggi
Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente della
Toscana

Animatore:
---------
Paolo Politi
Associazione Culturale Caffè-Scienza

Descrizione:
------------
L'esposizione ai campi elettromagnetici è dovuta a due grandi
classi di sorgenti: reti e apparecchi elettrici da una parte,
sistemi per le telecomunicazioni dall'altra. È soprattutto il
grande sviluppo di questi ultimi che sta creando inquietudini
e timori per la salute: le antenne della telefonia cellulare
si sono diffuse in mezzo alle città, i telefonini sono sempre
più attaccati alle nostre teste e nel futuro, prevedibilmente,
ci sarà un aumento delle tecnologie senza fili (wi-fi).
Non bisogna inoltre dimenticare gli elettrodotti e le
esposizioni di certe categorie professionali.

Mentre gli effetti patologici acuti, di natura essenzialmente
termica, sono ben noti e documentati, quelli cronici, dovuti
ad esposizioni basse, ma prolungate, sono meno chiari e più
dibattuti. Infine, la questione pone anche interrogativi più
generali: cosa significa rischio accettabile? Come si applica
il principio di precauzione?

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Disarmo
    24.583,2 milioni di euro esclusi i finanziamenti per le missioni internazionali e del MISE

    Questione di valori: la corsa al riarmo italiano inseguendo l'America di Biden e NATO 2030

    il termine “assenza di occidente” era presente nel Rapporto sulla sicurezza di Monaco 2020 e rifletteva il diffuso sentimento di disagio e irrequietezza di fronte alla crescente incertezza sul futuro
    19 aprile 2021 - Rossana De Simone
  • Disarmo
    Una speranza di cambiamento mondiale

    Agenda ONU per il disarmo nucleare

    Le armi nucleari sono le armi più pericolose sulla terra. Una piccola ogiva può distruggere un'intera città, ma qui parliamo di arsenali che possono sterminare centinaia di milioni di persone, mettendo a repentaglio l'ambiente naturale e la vita delle generazioni future
    14 aprile 2021 - Laura Tussi
  • Ecodidattica
    Scuole in rete per la sostenibilità ambientale

    Iniziativa pubblica di Ecodidattica

    Verrà presentata la strategia del service learning una metodologia promossa dalle Avanguardie Educative dell'’INDIRE. Appuntamento in streaming video per il 20 aprile 2021 alle ore 16. Si potrà accedere andando sul sito www.ecodidattica.it e cliccando sul bottone rosso di Youtube.
    19 aprile 2021 - Redazione Ecodidattica
  • Taranto Sociale
    A cura di Max Perrini

    Video su Taranto, l'ambiente e la salute

    Il Comitato cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto ha creato un canale su Youtube. Vi riportiamo il link per accedervi
    Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    E' in Germania, ha 220 mila abitanti e ha creato 13 mila posti di lavoro nella green economy

    Friburgo, i sette impatti della Green City

    Non e' una citta' ma una esperienza di anticipazione del futuro; nel tempo indicativo esiste il 'futuro anteriore' e Friburgo e' qualcosa che viene prima del futuro. Questi sono i primi sette impatti che Friburgo ha avuto su di me
    20 luglio 2012 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)