manifestazione

Sit-in per i diritti di chi non ha diritti

1 febbraio 2006
ore 16:00 (Durata: 2 ore)

LABORATORIO PER I DIRITTI DEI MIGRANTI - COMUNICATO STAMPA -
labmigranti@libero.it

MERCOLEDÌ 1 FEBBRAIO, ORE 16.00 SIT-IN IN PIAZZA S. TERESA A BRINDISI

Il laboratorio per i diritti dei migranti (labmigranti) ha indetto per
mercoledì 1 febbraio, ore 16.00, in piazza S. Teresa a Brindisi un sit-in
per informare l'opinione pubblica sulla storia di Veronica.

Per coloro che non conoscessero la storia di Veronica, riassumiamo
brevemente:
Veronica arriva in Italia tre anni fa per trovare un lavoro, per tentare
così di dare un avvenire ai suoi due figli. Lavora come badante di un
anziano ottantenne, in nero, di giorno e di notte, con una paga con cui è
difficile arrivare alla fine del mese. Il figlio dell'anziano ottantenne le
assicura, le promette una messa in regola che non arriverà mai!
Veronica prende coraggio e osa chiedere "qualcosa in più per Natale",
ottiene qualcosa in più, qualcosa che però svilisce la sua dignità di
essere umano: un "calcio nel sedere" e i suoi miseri beni gettati per
strada. Ma non è tutto. L'uomo chiama la polizia, dichiara di ospitare
Veronica da soli 10 giorni e di non essere affatto al corrente della sua
clandestinità. Gli agenti del Commissariato credono alla versione del
"rispettabile" cittadino italiano, nonostante Veronica dichiari di trovarsi
in Italia da anni e di poterlo dimostrare attraverso numerosi testimoni
oltre che con il possesso della tessera sanitaria. Il Prefetto di Napoli, a
quel punto, emette il decreto di espulsione. Risultato: Veronica è reclusa
nel CPT di Restinco.
La sorte di Veronica è nelle mani di un giudice di pace, è stato, infatti,
presentato un ricorso al decreto di espulsione e l´udienza, fissata per il
24 gennaio, è stata rinviata sine die.

Alle 16.30 si terrà una conferenza stampa durante la quale l'Avvocato
Andrea Casamassima, che insieme con il labmigranti segue questo ed altri
casi di diritti negati ai migranti, affronterà la drammatica storia di
Veronica.
Alle 17.30, una delegazione del labmigranti si recherà dal Prefetto di
Brindisi e chiederà che Veronica non sia espulsa dall'Italia.

Per maggiori informazioni:
Labmigranti
3406613033
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1993: Muore a Molfetta don Tonino Bello, il vescovo dei poveri e della Pace

Dal sito

  • Disarmo
    24.583,2 milioni di euro esclusi i finanziamenti per le missioni internazionali e del MISE

    Questione di valori: la corsa al riarmo italiano inseguendo l'America di Biden e NATO 2030

    il termine “assenza di occidente” era presente nel Rapporto sulla sicurezza di Monaco 2020 e rifletteva il diffuso sentimento di disagio e irrequietezza di fronte alla crescente incertezza sul futuro
    19 aprile 2021 - Rossana De Simone
  • Disarmo
    Una speranza di cambiamento mondiale

    Agenda ONU per il disarmo nucleare

    Le armi nucleari sono le armi più pericolose sulla terra. Una piccola ogiva può distruggere un'intera città, ma qui parliamo di arsenali che possono sterminare centinaia di milioni di persone, mettendo a repentaglio l'ambiente naturale e la vita delle generazioni future
    14 aprile 2021 - Laura Tussi
  • Ecodidattica
    Scuole in rete per la sostenibilità ambientale

    Iniziativa pubblica di Ecodidattica

    Verrà presentata la strategia del service learning una metodologia promossa dalle Avanguardie Educative dell'’INDIRE. Appuntamento in streaming video per il 20 aprile 2021 alle ore 16. Si potrà accedere andando sul sito www.ecodidattica.it e cliccando sul bottone rosso di Youtube.
    19 aprile 2021 - Redazione Ecodidattica
  • Taranto Sociale
    A cura di Max Perrini

    Video su Taranto, l'ambiente e la salute

    Il Comitato cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto ha creato un canale su Youtube. Vi riportiamo il link per accedervi
    Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    E' in Germania, ha 220 mila abitanti e ha creato 13 mila posti di lavoro nella green economy

    Friburgo, i sette impatti della Green City

    Non e' una citta' ma una esperienza di anticipazione del futuro; nel tempo indicativo esiste il 'futuro anteriore' e Friburgo e' qualcosa che viene prima del futuro. Questi sono i primi sette impatti che Friburgo ha avuto su di me
    20 luglio 2012 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)