rassegna cinematografica

PERCORSI PARALLELI- CINEFORUM INTERCULTURALE

15 maggio 2006
ore 21:00 (Durata: 3 ore)

Il CESTAS, organismo di cooperazione internazionale, organizza nell’ambito del “IV MASTER IN POLITICHE SOCIALI E DIREZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO”, un cineforum interculturale per i mesi di maggio e giugno
I film selezionati sono 7, quattro appartenenti all’area latinoamericana e tre all’area balcanica; l’ultima serata sarà dedicata alla proiezione di 4 documentari sulla Turchia e l’Africa.

La sezione rivolta al cinema dell’America Latina si svolgerà presso il VAG 61 sito in via Paolo Fabbri 110, e prenderà il via il 15 maggio 2006 con la proiezione del film boliviano di Paolo Agazzi “EL ATRACO”, vincitore del Premio Italiani in America Latina al XIX Festival del Cinema Latinoamericano di Trieste. Il film verrà introdotto da RODRIGO DIAZ, Direttore del Festival del Cinema Latino Americano e Vicedirettore della sessione Latinoamerica del Festival di Cannes.

Il 22 maggio verrà proiettato il film colombiano “MARIA FULL OF GRACE” di Joshua Marston, introdotto da Estella Hurtado, vice Presidente della Fundacion Colombia una Nacion Civica.

Il 29 maggio verrà proiettato il film cileno di Andres Wood, “MACHUCA”, introdotto dal Presidente del Cestas Uber Alberti.

La sezione Balcanica prenderà avvio l’8 giugno presso il Centro Interculturale Zonarelli sito in via Sacco14, con il film macedone“PRIMA DELLA PIOGGIA” di Milko Mancevski. Interverrà il giornalista Nicola Falcinella.

Il 12 giugno verrà proiettato il film albanese “SLOGANS” di Gjergj Xhuvani.

Il 15 giugno verrà presentato il film bosniaco “IL CERCHIO PERFETTO” di Ademir Kenovic; con l’intervento del giornalista Nicola Falcinella.

Il cineforum si concluderà il 19 giugno con la proiezione di due documentari sulla Turchia “MAMMA LI TURCHI” e “VITA DA PROFUGHI”del documentarista Rai Vincenzo Pergolizzi, e di due documentari sull’Africa “CULTURE POINT” della videomaker Alessandra Argenti, e LA STRADA DEGLI SCHIAVI, del documentarista Giorgio Casadio.

Interverranno i realizzatori dei documentari.

Per maggiori informazioni:
serena paterlini
051-255053
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)