assemblea

Assemblea dei movimenti per la pace e contro la guerra. Firenze 21-22 ottobre

21 ottobre 2006

Assemblea dei movimenti per la pace e contro la
guerra.
Firenze 21-22 ottobre.

Da tempo il movimento contro la guerra, nella sua
pluralità, non ha occasione di confrontarsi e
discutere della situazione internazionale e della
propria azione e mobilitazione.
Dopo il "cessate il fuoco" in Libano si continua a
sparare e a morire a Gaza, in Iraq e in Afghanistan.
Oggi più che mai è necessaria una risposta forte e
decisa del movimento per la pace e contro la guerra.

Non importa da dove veniamo, ma dove vogliamo andare:
facciamo appello a tutte e tutti, persone e
associazioni, reti e movimenti che lavorano e lottano
contro la guerra perché partecipino all'assemblea di
sabato 21 e domenica 22 Ottobre a Firenze, presso il
Dipartimento di Matematica "Ulisse Dini", viale
Morgagni 67/a, di fronte all'ingresso dell'ospedale di
Careggi.

Come comitato promotore crediamo sia fondamentale
recuperare nella discussione un forte senso di
coralità e libero confronto fra reti, associazioni e
movimenti. Per questo abbiamo definito alcune modalità
di lavoro, che possano aiutare un confronto paritario
e costruttivo all'interno dell'assemblea: sessioni a
tema senza conclusioni; presidenze alle sessioni
composte da membri del comitato promotore fiorentino
(introduzione al tema e moderazione della sessione);
tempi certi di intervento (6 minuti a testa);
alternanza degli interventi secondo il genere;
definizione di eventuali iniziative comuni attraverso
il metodo del consenso.

Vi preghiamo di segnalare la vostra adesione e la
vostra presenza all'assemblea inviando una email
all'indirizzo assembleafirenzeottobre@yahoo.it

Vi aspettiamo a Firenze.

Il Tavolo fiorentino per l'assemblea nazionale
per la pace e contro la guerra del 21-22 ottobre

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Programma dei lavori dell'Assemblea

Sabato 21 ottobre
Ore 11: inizio assemblea
Ore 11-14: assemblea plenaria
Guerra preventiva, Libano e "Grande Medioriente": è in
crisi la strategia Bush?
Iraq, Afghanistan e venti di guerra su Iran e Siria.

Ore 14-15 pausa
Ore 15 ripresa dei lavori:
Pace e giustizia in Palestina: si apre oggi una
possibilità nuova?
Che cosa sta succedendo e cosa possiamo fare?

Ore 17: pausa
Ore 17,30-20,00 assemblea plenaria
Quali modalità d'intervento internazionale e di
protezione dei civili nelle aree di conflitto?
Contingenti Onu, interposizione, peace enforcing,
peacekeeping, corpi civili di pace?

Domenica 22 ottobre

Assemblea plenaria
Ore 9,30-11,30
L'Italia e le scelte di pace: disarmo, spese militari
e finanziaria smilitarizzata, ritiro dall'Afghanistan.

La cooperazione internazionale e la "ricostruzione
sociale" dei paesi devastati dalla guerra.

Ore 11,30-13,30 sessione conclusiva:
Prospettive e proposte per il futuro del movimento.

Per l'intera 2 giorni saranno allestiti spazi
informativi campagne e una sala video

Per maggiori informazioni:
Tommaso Fattori
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1991: Alle ore 0,50 inizia la Guerra del Golfo, la prima dopo la fine della Guerra Fredda

Dal sito

  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    Dal territorio del nostro Paese siano eliminate tutte le armi nucleari

    L’Italia ratifichi il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari

    La presenza di tali ordigni sul territorio italiano è in contrasto anche con il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, al quale l’Italia ha aderito nel 1975 impegnandosi a «non ricevere da chicchessia armi nucleari né il controllo su taliarmi, direttamente o indirettamente».
    16 gennaio 2021
  • Storia della Pace
    La storia della pace, dalla secolare opposizione alla guerra al recente pacifismo

    Che cosa è la Peace History

    Per Peace History si intende lo studio delle cause più profonde della guerra nonché dei mezzi per contrastarla e per gestire risoluzioni non violente dei conflitti. In questa pagina web vi sono alcuni riferimenti per la Peace History e link utili per tracciare una storia della pace
    16 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Pace
    Entrambe includono tematiche comuni nella propria area di competenza e hanno punto di contatto

    Educazione civica ed educazione alla pace: un confronto

    L'evoluzione dell’educazione civica ha portato a un sempre maggiore avvicinamento della stessa all’educazione alla pace, fino ad una sovrapposizione di competenze, che oggi può in certi contesti rendere difficile distinguere le due discipline.
    10 gennaio 2021 - Manuela Fabbro
  • Storia della Pace
    L'opposizione alla guerra è nata con la guerra stessa

    Le radici storiche del pacifismo

    Il movimento pacifista può diventare un soggetto storico consapevole dei propri compiti solo se ha la consapevolezza della sua storia. La storia della pace studia l'impegno positivo di chi si è opposto alla guerra. Ma è anche analisi strutturale delle cause dei conflitti armati.
    15 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti, Daniele Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)