assemblea

Assemblea dei movimenti per la pace e contro la guerra. Firenze 21-22 ottobre

21 ottobre 2006

Assemblea dei movimenti per la pace e contro la
guerra.
Firenze 21-22 ottobre.

Da tempo il movimento contro la guerra, nella sua
pluralità, non ha occasione di confrontarsi e
discutere della situazione internazionale e della
propria azione e mobilitazione.
Dopo il "cessate il fuoco" in Libano si continua a
sparare e a morire a Gaza, in Iraq e in Afghanistan.
Oggi più che mai è necessaria una risposta forte e
decisa del movimento per la pace e contro la guerra.

Non importa da dove veniamo, ma dove vogliamo andare:
facciamo appello a tutte e tutti, persone e
associazioni, reti e movimenti che lavorano e lottano
contro la guerra perché partecipino all'assemblea di
sabato 21 e domenica 22 Ottobre a Firenze, presso il
Dipartimento di Matematica "Ulisse Dini", viale
Morgagni 67/a, di fronte all'ingresso dell'ospedale di
Careggi.

Come comitato promotore crediamo sia fondamentale
recuperare nella discussione un forte senso di
coralità e libero confronto fra reti, associazioni e
movimenti. Per questo abbiamo definito alcune modalità
di lavoro, che possano aiutare un confronto paritario
e costruttivo all'interno dell'assemblea: sessioni a
tema senza conclusioni; presidenze alle sessioni
composte da membri del comitato promotore fiorentino
(introduzione al tema e moderazione della sessione);
tempi certi di intervento (6 minuti a testa);
alternanza degli interventi secondo il genere;
definizione di eventuali iniziative comuni attraverso
il metodo del consenso.

Vi preghiamo di segnalare la vostra adesione e la
vostra presenza all'assemblea inviando una email
all'indirizzo assembleafirenzeottobre@yahoo.it

Vi aspettiamo a Firenze.

Il Tavolo fiorentino per l'assemblea nazionale
per la pace e contro la guerra del 21-22 ottobre

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Programma dei lavori dell'Assemblea

Sabato 21 ottobre
Ore 11: inizio assemblea
Ore 11-14: assemblea plenaria
Guerra preventiva, Libano e "Grande Medioriente": è in
crisi la strategia Bush?
Iraq, Afghanistan e venti di guerra su Iran e Siria.

Ore 14-15 pausa
Ore 15 ripresa dei lavori:
Pace e giustizia in Palestina: si apre oggi una
possibilità nuova?
Che cosa sta succedendo e cosa possiamo fare?

Ore 17: pausa
Ore 17,30-20,00 assemblea plenaria
Quali modalità d'intervento internazionale e di
protezione dei civili nelle aree di conflitto?
Contingenti Onu, interposizione, peace enforcing,
peacekeeping, corpi civili di pace?

Domenica 22 ottobre

Assemblea plenaria
Ore 9,30-11,30
L'Italia e le scelte di pace: disarmo, spese militari
e finanziaria smilitarizzata, ritiro dall'Afghanistan.

La cooperazione internazionale e la "ricostruzione
sociale" dei paesi devastati dalla guerra.

Ore 11,30-13,30 sessione conclusiva:
Prospettive e proposte per il futuro del movimento.

Per l'intera 2 giorni saranno allestiti spazi
informativi campagne e una sala video

Per maggiori informazioni:
Tommaso Fattori
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1998: A Viareggio muore don Beppe Socci, dopo aver speso una vita accanto agli ultimi e aver lottato, senza clamori, per una umanità semplice e nonviolenta

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)