dibattito

Dibattere,Parlare,Spiegare di AIDS con l'associazione Mitumba

1 dicembre 2006
ore 20:30 (Durata: 1 ore)

L’Associazione Mitumba, impegnata in progetti a favore dei bambini del Kenya, vi invita venerdì 1 dicembre alle ore 20.30 presso la sala civica di Costernano (Vr) ad un incontro sul tema dell’AIDS. Verranno esposte le principali statistiche e i dati raccolti da alcune organizzazioni internazionali che combattono questo grave problema. Ogni minuto un bimbo muore per cause collegate all’AIDS, 600000 ne contraggono il virus, ci sono 2 milioni di bimbi sieropositivi e quasi 16 milioni quelli che hanno perso almeno un genitore a causa di questa terribile malattia. Questa piaga mondiale, ereditata da un tipo si scimpanzé africano (Pan troglodytes troglodytes), scoperta nella metà degli anni ottanta coinvolge oggi circa 39 milioni di persone 24 dei quali nella sola Africa sub-sahariana. Ironia della sorte molti infettivologi concordano nel fatto che proprio questo continente sia stato la culla di questo virus. L’AIDS è la malattia che deriva dall’infezione del retrovirus dell’HIV e se molti film riguardanti questo argomento ci hanno fatto versare una lacrima per la triste vicenda sociale dei protagonisti e delle situazioni di emarginazione a cui erano sottoposti ci sono paesi e luoghi dove l’essere malato non da via di scampo, significa essere morto,avere un piede nella tomba senza alcuna via d’uscita. Nell’Africa sub-sahariana, anche per questa patologia, una persona media sfiora i 45 anni, età in cui, da noi, si è nel pieno della propria carriera e affermazione sociale. Ma cosa ne sappiamo veramente di questa terribile malattia? Quali sono gli organismi internazionali che si occupano di questo problema? Nella serata di sabato primo dicembre, presso la sala civica del comune di Costermano alle ore 20.30 alcuni componenti dell’Associazione Mitumba spiegheranno e documenteranno ciò che questi enti internazionali propongono, stimolando un pensiero critico e un atteggiamento attivo verso la lotta a questa piaga sociale.Nello specifico verrà descritta al situazione africana con uno sguardo al Kenya e alla baraccopoli Mitumba, luogo in cui opera questo gruppo di giovani, tramite progetti di aiuto scolastico, supporto nutrizionale ed economico.E’ una realtà dove la percentuale delle persone infette può sfiorare anche il 50%, non si può non sapere. In questa serata il report annuale delle Nazioni Unite sarà perno di riferimento per discussioni insieme con la critica ai costi elevati delle terapie antiretrovirali.Inoltre verrà evidenziato materiale raccolto da ricerche e studi effettuati da enti rinomati, come MSF, Unicef, WHO e ONU che molto spesso non vengono presi più di tanto in considerazione proprio perché hanno scarso risalto giornalistico e difficoltà di consulto per motivi linguistici o di interesse generale.Compito importante dell’incontro sarà quello di mettere a nudo i risultati ottenuti dai vari organismi preposti al controllo e lotta dell’epidemia dell’AIDS e riuscire a suscitare commenti e far nascere un pensiero critico ma formativo. Alla fin fine soprattutto è la gente che vive in paesi con basso incidenza di questa malattia, come noi, che può aiutare coloro che non riescono ad uscirne perché soffocati e asfissiati da un circolo vizioso di malattie,carestia e povertà da cui emergere e risalire è impossibile.Questo è un dovere da parte nostra, l’alternativa è fregarsene e lasciar morire quelle persone, c’è solo da scegliere.

Per maggiori informazioni:
Matteo
3493716912
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lavoratore licenziato, per il ministero del Lavoro le informazioni non sono sufficienti

    "Abbiamo fornito spiegazioni"

    “ArcelorMittal conferma di aver fornito al ministro Orlando le spiegazioni richieste riguardo al licenziamento dell’operaio di Taranto”. Così ArcelorMittal in una nota. Il Consiglio comunale di Taranto ha approvato un ordine del giorno nel quale chiede la revoca del licenziamento.
    9 aprile 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Editoriale
    Il post era ritenuto "lesivo" dell'immagine aziendale

    Esprimiamo solidarietà al lavoratore licenziato da ArcelorMittal

    Aveva condiviso sui social network un post che invitava a vedere la fiction "Svegliati amore mio". Dispiacerebbe se in questa vicenda lo Stato rimanesse assente, mentre dichiara di essere presente al 50% nella compagine aziendale.
    9 aprile 2021 - Associazione PeaceLink
  • Pace
    Confine Iraq-Siria

    Riunite con i loro bambini “futuri terroristi”, le donne yazidi vengono ripudiate

    Gli anziani yazidi rinnegano i figli delle ex schiave dello Stato islamico, costringendole a scegliere tra i loro bambini e la loro comunità
    9 aprile 2021 - Martin Chulov e Nechirvan Mando ad Arbil
  • Processo Ilva
    La difesa ha rammentato che il gruppo Riva ha speso un miliardo di euro per investimenti ambientali

    Ilva: processo su disastro ambientale al rush finale

    La tesi forte dell’accusa è che Ilva solo sulla carta ha messo gli investimenti necessari a ridurre l’inquinamento dell’acciaieria, mentre nella realtà o non è stato fatto nulla oppure alcuni interventi sono stati dilazionati di molti anni nonostante vi fosse l’urgenza di intervenire.
    9 aprile 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Ecologia
    Parla Riccardo Cristello, lavoratore dello stabilimento siderurgico di Taranto

    ArcelorMittal: licenziato per post, “mi è caduto mondo addosso”

    “Sono rimasto sbigottito. Mai avrei immaginato una cosa del genere. Ho fatto solo un copia incolla e ho condiviso. Non è un mio pensiero ma l’azienda ritiene invece che quello che è stato postato sia oltraggioso e lesivo”. Il post invitava a vedere la fiction 'Svegliati amore mio'.
    9 aprile 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)