rassegna cinematografica

BOLOGNA VISIONARIA

16 febbraio 2007
ore 19:00 (Durata: 5 ore)

RASSEGNA “Immagini nella caverna"
L’associazione Nuove Argonautiche, il gruppo video del Vag61 Occhiovago e OrfeoTv , al fine di diffondere la produzione cinematografica indipendente e di rendere il Vag61 un importante centro di riferimento e divulgazione, propongono la rassegna di cortometraggi “Immagini nella caverna”.
Il primo appuntamento, intitolato “Bologna visionaria”, è fissato per la serata di venerdì 16 febbraio, in cui verranno proiettati i primi sei cortometraggi, con la collaborazione dell’associazione culturale Niewiem Onlus di Ancona e del gruppo Kinoglaz01 di Bologna.
Programma:

PULPUREO
di Valentina Bersiga - DVD 6 min.
Trasposizione cinematografica e allucinata di brani tratti da Pulp di
Bukowski, in forme che ricordano il video-clip. Un uomo attraversa la città
sull’orlo della follia.

FILMA!
di Fabio Donatini - minidv 13 min.
Immaginate un set desolato e funereo, un regista incompetente e ipocondriaco
E un attore invasato che perde il lume della ragione. Mescolate tutto ed ecco
FILMA!

IL MARE E' GELATO
di Gianni Cesaraccio - mini dv 13 min.
Perso l'amore della sua vita un giovane ritroverà la passione davanti ad un
gelido mare invernale.

L'ELLISSI- TAPE CROSSING
di Stefano Lodovichi - DVD 20min.
Alle volte anche le situazioni ordinarie possono nascondere verità
impreviste. Una studentessa in tesi scopre un nastro magnetico che nasconde
una terribile verità. Fin dove può spingersi la capacità immaginifica di una
persona?

DROGA PARTY
di Giacomo Abbruzzese - mini dv 19 min.
Tre ragazzi sono chiusi in bunker, uno straniero attraversa una Torino
svuotata, una ragazza si sveglia da sola. Droga Party è un sogno senza un
unico sognatore, collettivo, dove le storie/ ambienti che lo compongono
scorrono su binari paralleli, legate da sottili indizi.

CUMU VENI SI CUNTA!
di Luca Vullo DVD 12 min.
Un rigattiere racconta il proprio mestiere e di quelli che come lui cercano
di arrangiarsi con lavori umili.

Per maggiori informazioni:
www.vag61.info
3396185682
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1998: A Viareggio muore don Beppe Socci, dopo aver speso una vita accanto agli ultimi e aver lottato, senza clamori, per una umanità semplice e nonviolenta

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)