happening

COSTRUTTORI DI PACE. Partecipare, capire e scegliere Da dove parte la nostra pace?

18 marzo 2007

DOMENICA 18 MARZO il tavolo della pace Franciacorta Monteorfano , a cui siede anche l’associazione IL dito e la luna, propone LA MARCIA DELLA PACE intorno al Monte Orfano.
Il tema dell’iniziativa è
COSTRUTTORI DI PACE.
Partecipare, capire e scegliere
Da dove parte la nostra pace?
L’ iniziativa del neocostituito Tavolo della Pace Franciacorta Monteorfano (per informazioni visita il sito www.lapacesulmonte.org) vuole essere un momento di forte presenza sul territorio cercando di instaurare un dialogo tra le amministrazioni e i cittadini sul tema della pace e sulle possibilità di impegno nel locale e nel quotidiano. In particolare la marcia vuole essere un momento di lancio delle campagne
Acqua come bene comune
Disarmoe partecipazione attiva ai processi di pace
Progetto 2008 del tavolo della pace “l’albero di kachi”
Durante il cammino la manifestazione sarà accolta dai sindaci dei paesi attraversati (alle 10,30 partenza dal monumento della pace di Rovato, alle 12 passaggio per Erbusco, alle 13,30 passaggio per Cologne, alle 15 passaggio per Coccaglio e alle 16 arrivo al Convento dell’Annunciata) che sono stati sollecitati a riflettere sui temi proposti dalla marcia.
Alla partenza e all’arrivo della camminata saranno esposte delle mostre informative sui temi proposti, il gruppo musicale Appel accompagnerà poi la marcia con i coinvolgenti ritmi delle loro percussioni.
Anche la sede dell’associazione sarà aperta nel pomeriggio per accogliere i partecipanti offrendo loro una mostra sulle donne e the caldo.
Alle 17 per chi lo desidera don Fabio Corazzina celebrerà la messa conclusiva della giornata.
Ognuno può scegliere come partecipare all’iniziativa magari percorrendo anche solo parte del percorso e tenendo conto che gli orari sono indicativi.

Vi aspettiamo

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Editoriale
    Perché contestiamo il G7

    Nove milioni di bambini morti ogni anno non fanno notizia

    Come pacifisti siamo indignati perché le risorse che potrebbero salvare quei bambini ci sono. Basterebbe una riduzione del 5,7% delle spese militari dei G7 per eliminare fame, malaria e mortalità infantile. Per questo accusiamo i G7 di omissione di soccorso.
    25 maggio 2024 - Alessandro Marescotti
  • Latina
    La ong inglese Earthsight, nel rapporto “Fashion Crimes” accusa i due colossi della moda

    Brasile: il cotone sporco di H&M e Zara

    H&M e Zara avrebbero realizzato capi di abbigliamento utilizzando tonnellate di cotone riconducibili a land grabbing, espropri delle terra e violenze.
    24 maggio 2024 - David Lifodi
  • MediaWatch
    Cosa possiamo fare per lui

    David McBride, un nuovo caso Assange

    In questa pagina web puoi leggere la storia di questo coraggioso avvocato militare australiano che ha denunciato i crimini di guerra in Afghanistan. E' stato condannato per aver obbedito alla sua coscienza e rivelato la verità.
    22 maggio 2024 - Alessandro Marescotti
  • Editoriale
    L'arresto richiesto dal presidente della Corte Penale Internazionale del premier Netanyahu

    Quando cade un tabù: una democrazia può commettere crimini di guerra?

    La reazione indignata del primo ministro israeliano Netanyahu, che ha respinto con veemenza il paragone tra lo "Stato democratico di Israele" e Hamas, tocca la diffusa convinzione che una nazione considerata "democratica" sia immune dall'accusa di crimini contro l'umanità. Il caso di David McBride
    22 maggio 2024 - Alessandro Marescotti
  • MediaWatch
    PeaceLink sostiene la campagna per la liberazione del fondatore di Wikileaks

    "Una rara buona notizia per Julian Assange"

    Amnesty International valuta positivamente la decisione dell’Alta corte di Londra di garantire a Julian Assange la possibilità di appellarsi contro l’estradizione negli Usa. Wikileaks ha rivelato i crimini di guerra Usa e il movimento pacifista deve oggi sostenere la causa di Assange.
    21 maggio 2024 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)