dibattito

Balbuzie: diamo una mano alla parola

14 aprile 2007
ore 16:00 (Durata: 2 ore)

Giornata di informazione e diagnosi
L’evento si svolgerà a Bergamo
Sabato 14 Aprile 2007 dalle ore 16.00 alle ore 18.00
presso la Casa del Giovane, via Gavazzeni 13
.
Cos’è la balbuzie? E’ possibile un cura? Che consigli dare? La pubblicità dei corsi è credibile?
La balbuzie è un problema molto serio e complesso. Inoltre per ogni tipo e sottotipo di balbuzie esistono in associazione diversi profili psicologici. In base a queste diverse conformazioni personali, la balbuzie è un problema profondo, vasto e di “confine” tra diverse discipline, che va trattato con molta cautela, senza cadere in facilonerie terapeutiche.
Curare, significa prendersi cura della persona con amore e professionalità, rispettando i tempi evolutivi di ognuno.
Va anche sottolineato che ogni tecnica è condizione necessaria , ma non sufficiente. Inoltre non si capisce perché una tecnica applicata dovrebbe andare bene per qualsiasi persona, dimenticando la specificità dell’individuo in quanto “microcosmo”. Ed ancora non si capisce perché la balbuzie dovrebbe essere curata in poco tempo, senza fornire una continuità di terapia.
Per la persona disfluente, ogni consonante pronunciata diventa una trappola mortale, o una battaglia vinta: è come se la persona si perdesse nel labirinto del fonema , o della parola. La persona balbuziente in realtà deve prendere coscienza delle proprie esigenze, dei desideri inespressi a mai appagati, imparando a liberare tutte le emozioni censurate.
L’incontro che si terrà a Bergamo è aperto a tutti coloro che cercano informazioni e sostegno.
Mauro Spioni Bertoli, Presidente dell’Associazione, con la partecipazione degli iscritti illustreranno gli obiettivi dell’Associazione, i quali, oltre a farsi testimoni di una sofferenza vissuta, offriranno il loro contributo per la ricerca di un progetto esistenziale più sereno e più fluente.
In questo incontro sarà presente anche il Dr. Enrico Caruso, psicologo, psicoterapeuta e referente scientifico dell’Associazione che, in virtù di un’esperienza ventennale nel trattamento della balbuzie, risponderà ai quesiti dei partecipanti.
"Progetto DEMOSTENE" è un’ Associazione non Profit, operante dal 1998 per merito di persone che hanno vissuto, o vivono sulla propria pelle il problema balbuzie.
Il progetto di questa associazione vuole dare dignità e coraggio alla persona che non trova la sua giusta dimensione all’interno di una società che richiede un linguaggio fluente e dinamico .
L’Associazione Nazionale Progetto Demostene si sta battendo per travalicare preconcetti socio-culturali e “riabilitativi”, che il più delle volte banalizzano la complessità di questa patologia.
Per ritrovare fiducia e per non perdervi in una ricerca senza fine: non mancate a questo incontro.

Segreteria Organizzativa:
Associazione Progetto Demostene
Sede Legale : Via Verdi n. 16
Esino Lario - 23825 (LC) - INFO: Tel. 0341. 860 273 -
Milano Tel. 02\26822069
www.progettodemostene.it

Per maggiori informazioni:
Mauro Scipioni Bertoli
0341/860273
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1973: Firma della cessazione della guerra tra Stati Uniti e Vietnam del Nord.
  • Anno 1973: Il segretario americano alla difesa annuncia a Washington l'abolizione del servizio di leva obbligatorio.
  • Anno 0: Giornata di commemorazione della <b> Shoah</b> e di tutte le persecuzioni. Per non dimenticare

Dal sito

  • Pace
    Il 27 gennaio 1945 l’Armata Rossa libera il campo di concentramento di Auschwitz

    27 gennaio - Giorno della Memoria: lettera a Primo Levi

    Ti rivolgi a noi che pratichiamo ancora oggi Antifascismo, ossia consideriamo i soprusi, le ingiustizie, e abbiamo a cuore la condizione di chi si trova nel bisogno e nell’indigenza, di chi vive le difficoltà e le ingiustizie sociali.
    27 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • Pace
    TPAN e educazione civica

    Trattato Proibizione Armi Nucleari: webinar

    La finalità del webinar di PeaceLink è quella di far conoscere il trattato ONU TPAN inserito in un percorso di educazione civica e di cittadinanza globale. L’educazione alla pace deve essere inserita nell’educazione civica, partendo dal fatto che in una democrazia le regole evitano la guerra.
    25 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • Pace
    Trattato ONU di Proibizione Armi Nucleari

    TPAN: che fare adesso

    Comunicato stampa: incontro su Internet svoltosi il 22 gennaio 2021 - azione non celebrazione
    23 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • PeaceLink English

    What can we learn from the failure of the Alinari company?

    25 gennaio 2021
  • Ecodidattica
    I limiti per la dose tollerabile sono stati abbassati di sette volte dall'EFSA nel 2018

    Strategia comunitaria sulle diossine, i furani e i bifenili policlorurati

    "In bambini esposti a diossine e/o PCB durante la fase gestazionale sono stati riscontrati effetti sullo sviluppo del sistema nervoso e sulla neurobiologia del comportamento, oltreché effetti sull’equilibrio ormonale della tiroide, ritardo nello sviluppo, disordini comportamentali".
    24 gennaio 2021 - Redazione
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)