convegno

“UNA VITA PER LA PACE Storie e testimonianze di coraggio,di fraternita’,di giustizia e di pace"

23 aprile 2007
ore 19:30 (Durata: 2 ore)

L’Associazione Polifunzionale Etico Politico Funzionale “Gabriele Toma” di Racale (LE)
organizzera’ per il giorno 23/04/2007 ore 19,30 presso la struttura Casa Emmaus
in Via Rodi a Racale (LE) un convegno intitolato:

“UNA VITA PER LA PACE
Storie e testimonianze di coraggio,di fraternita’,di giustizia e di pace”

Alla manifestazione patrocinata dalla Regione Puglia -Assessorato al Mediterraneo,Pace,Attivita’ Culturali, dalla Provincia di Lecce
e dalla Diocesi di Nardo’ Gallipoli, interverranno:

Don Fabio Corazzina – Coordinatore Nazionale Pax Christi
Prof. Antonio Camisa – Presidente Azione Cattolica Diocesi’ Nardo’-Gallipoli
Dott. Giancarlo Piccinni – Vice Presidente della Fondazione Don Tonino Bello
Padre Gianni Capaccioni – Responsabile Missionari Comboniani di Cavallino
Franck Quaranta – Responsabile Gruppo Emergency di Nardo’
Gabriele Torsello – Fotografo e Giornalista Freelance

Nel corso della serata l’autore Francesco Comina ,giornalista di Bolzano,
redattore del quotidiano l’Adige,collaboratore dei periodici “Mosaico di Pace”,
”Segno nel mondo”,”Il Margine”,”Notiziario della Rete Radiè Resch”,
coordinatore del Centro per la Pace del comune di Bolzano
presentera’ il suo libro “Il Monaco che Amava il Jazz”
che traccia trenta storie vere di coraggio e di speranza, ritratti di martiri della libertà e testimoni della giustizia, dialoghi con grandi maestri di vita e di pensiero (Raimon Panikkar,Helder Kamara, Pablo Neruda, Giorgio la Pira, Don Tonino Bello, Monaci Trappisti Algerini tra i tanti…).

L’incontro sara’ moderato dalla giornalista Lara Napoli.

Per maggiori informazioni:
Frediano
3406043575
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Conflitti
    Occorre negoziare una pace sostenibile

    La società civile globale esorta a fermare il tintinnio delle sciabole sull'Ucraina

    Entrambe le "grandi potenze" desiderano possedere l'Ucraina e rivendicare il loro "diritto" di concentrare le loro armi letali, truppe e basi ovunque lo desiderino, il più vicino possibile l'una all'altra. Entrambe oltrepassano la linea rossa del buon senso.
    25 gennaio 2022 - Yurii Sheliazhenko (Ucraina - World BEYOND War)
  • Disarmo
    Iniziativa di NoFirstUse Global

    Armi nucleari: no al "primo uso"

    In una lettera aperta, eminenti leader sollecitano le nazioni ad adottare politiche per ridurre i pericoli nucleari ed eliminare le armi nucleari. L'adozione di politiche di non-primo uso potrebbero aprire la porta a negoziati per la completa eliminazione delle armi nucleari.
    NoFirstUse Global
  • Latina
    14 donne e 10 uomini nel governo di Boric che entrerà in carica l’11 marzo

    Cile: i ministri che guardano al cambiamento

    Alla Difesa Maya Fernandez, la nipote di Salvador Allende, ma al Bilancio e in altri ministeri sono diversi gli esponenti della vecchia Concertación
    24 gennaio 2022 - David Lifodi
  • Pace
    Kant e la guerra

    Solo il disarmo è razionale. La pace armata è guerra

    «Gli eserciti ed armamenti permanenti devono essere soppressi, perché sono già, con la loro sola esistenza, minaccia agli altri popoli, perciò violazione della pace, causa di insicurezza e quindi di corsa agli armamenti» (Kant)
    Enrico Peyretti (Centro Studi Sereno Regis, Torino)
  • Conflitti
    Un forum per promuovere un appello contro la guerra

    Il conflitto in Ucraina e il ruolo del movimento per la pace

    In questa pagina web riportiamo le voci di tutti coloro che stanno partecipando ai webinar di PeaceLink con lo scopo di definire una piattaforma comune di obiettivi finalizzati a evitare una degenerazione dell'aspro confronto in atto fra la Russia e la Nato
    22 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)