incontro

“L’OASI FELINA NEL TERRITORIO: UN PESO O UNA RISORSA PER LA COMUNITÀ?”

26 febbraio 2004
ore 15:01

Incontro pubblico a sostegno dell’Oasi Felina di Ozzano dell’Emilia

L’iniziativa, voluta da “TUTTI INSIEME RISPETTOSAMENTE…” di ALBERTO PERDISA EDITORE e dall’ASSESSORATO ALLA CULTURA, SANITÀ E SERVIZI SOCIALI DEL COMUNE DI OZZANO, ha lo scopo di aiutare a ricostruire l’Oasi Felina, distrutta da un incendio doloso nella notte del 28 dicembre 2003. Una o più persone hanno versato deliberatamente benzina sugli animali e sulle strutture, procurando una morte atroce a 50 gatti e terribili ustioni ad altri 30.
La notizia ha avuto un ampio risalto sui principali media nazionali.

Per non dimenticare questa tragedia, per riunire le forze sane della collettività, per isolare coloro che hanno commesso questa insania, per aiutare a conoscere meglio il mondo degli animali, per capire appunto se l’Oasi Felina sia un peso o piuttosto sia una grande risorsa per la collettività, per tutto questo il pubblico è invitato a partecipare numeroso.

Sono previsti interventi di:
GIORGIO CELLI (etologo), STEFANO CINOTTI (preside Facoltà Medicina Veterinaria Unibo), CHIARA FERRETTI (presidente Ass.ne Fratelli di Zampa), ROBERTO MARCHESINI (zooantropologo), FRANCESCO PETRETTI (biologo e naturalista), ALBERTO PERDISA, VALTER CONTI (Sindaco di Ozzano Emilia), rappresentanti delle Forze dell’Ordine, guardie zoofile provinciali, veterinari e di tutti coloro che vorranno partecipare al dibattito, moderato da CESARE BIANCHI, direttore del periodico dell’Amministrazione Comunale “Amministrare Insieme”.

Durante la serata: proiezione di filmati e di diapositive sul comportamento animale, commentate dai relatori; lettura dei più significativi messaggi di solidarietà giunti da ogni parte d’Italia, a cura del gruppo teatrale LE SARACINESCHE – OZZANO TEATRO ENSEMBLE.

L’ingresso è libero.
Chi lo desidera, nel corso della serata, potrà fare un’offerta per la ricostruzione dell’Oasi Felina.
Al termine degustazione vini e prodotti tipici offerti dall’associazione ENOGA’

INFO:

www.fratellidizampa.net

UFFICIO STAMPA ALBERTO PERDISA EDITORE – Anna Maria Riva
TEL. 051 790185 FAX 051 790186 airplane@airplane.it www.albertoperdisa.it

COMUNE DI OZZANO ASSESSORATO CULTURA SANITA’ SERVIZI SOCIALI
TEL 051 791315 – 051791332 FAX 051 797951 cultura@ozzano.provincia.bologna.it


Per maggiori informazioni:
Anna Maria Riva
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Conflitti
    Un forum per promuovere un appello contro la guerra

    Il conflitto in Ucraina e il ruolo del movimento per la pace

    In questa pagina web riportiamo le voci di tutti coloro che stanno partecipando ai webinar di PeaceLink con lo scopo di definire una piattaforma comune di obiettivi finalizzati a evitare una degenerazione dell'aspro confronto in atto fra la Russia e la Nato
    22 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Taranto Sociale
    Lo conferma lo studio dell'OMS

    Le emissioni dello stabilimento ILVA continuano ad essere incompatibili con la salute pubblica

    Da ora in poi, con i dati OMS che vanno a confermare le precedenti Valutazioni Danno Sanitario, non si può più considerare normale una situazione anomala. Questo rapporto dell'OMS a nostro parere costituisce notizia di reato.
    22 gennaio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)