presentazione

"A Piccoli Passi"

11 marzo 2004
ore 21:00 (Durata: 3 ore)


percorso formativo del Laboratorio permanente di Pace promosso da
ASPEm - OVCI La Nostra Famiglia - Sprofondo,
Medici con l'Africa - Coordinamento comasco per la Pace

INCONTRO DI PRESENTAZIONE E CONFERMA ADESIONI

Segreteria Organizzativa:
ASPEm
Via Dalmazia, 2 cantù (CO)
Tel.031-711394
e-mail piccoli_passi@tiscali.it

Perchè?
Per approfondire e concretizzare il concetto di Pace sia in una dimensione locale legata al territorio in cui si vive, sia in una dimensione globale, in apertura al mondo e alla sua diversità.
Come?
A Piccoli Passi è un percorso che si svolge in tre momenti:
1. Studio e formazione su volontariato, cooperazione e sviluppo
2. Esperienza di solidarietà pratica in Italia o all'estero
3. Disponibilità a trasferire sul territorio quanto appreso nel percorso
La formazione sarà rivolta ad un gruppo di 15/20 iscritti e prevede l'impiego di tecniche partecipative che permettono il voinvolgimento attivo dei partecipanti.
Il calendario potrà variare in data e luogo sulla base delle esigenze dei partecipanti.
A chi è rivolto?
Il percorso è rivolto a tutte le persone di maggiore età che vivono nel nostro territorio e che vogliono impegnarsi concretamente in un cammino di educazione alla Pace e alla nonviolenza
Costi e termine iscrizione:
L'adesione alla proposta si realizza attraverso l'iscrizione al percorso formativo che costituisce al contempo un'opportunità di conoscenza di orientamento e di selezione dei partecipanti alle fasi successive.
Le prenotazioni avvengono tramite invio di curriculum e contatto con la segreteria organizzativa entro l'11 marzo
Il contributo richiesto per la partecipazione al corso è di 100 euro a copertura delle spese di gestione e del materiale didattico. i costi relativi allo stage in loco sono a carico dei partecipanti (i costi si differenziano in base al paese di destinazione scelto)

Per maggiori informazioni:
Silvia
031 - 711394
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Taranto Sociale
    Lettera al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani

    Richiesta di fermo batteria 12 cokeria ILVA per mancata messa a norma

    E' stato autorizzato uno scenario emissivo (6 milioni di tonnellate annue di acciaio) a cui corrisponde un rischio cancerogeno inaccettabile. Tutto ciò è acclarato dalla nuova VDS (Valutazione Danno Sanitario) sarà segnalato alla Procura della Repubblica
    15 giugno 2021 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Laboratorio di scrittura
    Occorre appoggiare questa inchiesta e farne una bandiera di onestà e di trasparenza

    Dai veleni dell'Ilva al puzzo dell'inchiesta di Potenza

    Che l'Ilva inquinasse lo si sapeva. Ma qui si arriva a un livello di manipolazione delle istituzioni inusitato. Un sistema di potere occulto - con manovre bipartisan - ha tentato di fermare a Taranto l'intransigenza della magistratura prima dall'esterno e poi dall'interno.
    15 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    Produzione ILVA a Taranto

    Anche 6 milioni di tonnellate di acciaio sono troppe

    E adesso come faranno ad autorizzare 8 milioni di tonnellate/anno se già 6 mettono a rischio la salute della popolazione? Arpa Puglia, Aress e Asl fanno i calcoli ed emerge ciò che era ovvio. La VIIAS del 2019 aveva dato rischio sanitario inaccettabile a 4,7 milioni di tonnellate/anno di acciaio.
    20 maggio 2021 - Redazione PeaceLink
  • Ecologia
    Ilva, a Taranto pure lo Stato si è liquefatto

    Ma i soldi del recovery Plan non potrebbero risarcire Taranto dandole un futuro pulito?

    Dopo la sentenza di primo grado che ha condannato i Riva per disastro ambientale e disposto la confisca degli impianti, ed ecco emergere un’impressionante continuità di pratiche illegali finalizzate ad ammorbidire l’azione della magistratura.
    11 giugno 2021 - Gad Lerner
  • Ecologia
    Il fervido cattolicesimo dei Riva

    Inquinavano e credevano in Dio

    E' crollato definitivamente il sistema di potere che veniva benedetto e celebrato a Pasqua e Natale in fabbrica, con generose donazioni dai Riva all'ex arcivescovo di Taranto monsignor Benigno Papa.
    11 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)