convegno

CATTIVE MEMORIE. Luoghi, simboli e narrazioni delle guerre nei Balcani

9 novembre 2007

In apertura dei lavori, la prima nazionale del documentario di Andrea Oskari Rossini "IL CERCHIO DEL RICORDO", che Osservatorio sui Balcani ha realizzato con il supporto dell'Unione Europea nell'ambito del progetto "I memoriali della Seconda Guerra Mondiale nella ex Jugoslavia: ruolo passato, presente e futuro".

Osservatorio sui Balcani dedica il proprio convegno internazionale del 2007 al tema della memoria delle guerre, a partire da un ampio lavoro di indagine svolto nei mesi scorsi in Bosnia Erzegovina, Serbia e Croazia. Prendendo spunto dall'esperienza dei Balcani, la giornata si propone come occasione di confronto sulla memoria del XX secolo in Europa, per stimolare una più ampia riflessione sulla costruzione di una memoria storica europea consapevole e condivisa.

Studiosi, giornalisti, politici e attivisti di fama internazionale ragioneranno insieme sulle politiche della memoria adottate dalla Jugoslavia socialista dopo la Seconda Guerra Mondiale e su quelle introdotte in seguito alle guerre degli anni Novanta. Tra i relatori, si segnalano: Zlatko Dizdarevi&_#263;, Wolfgang Höpken, Franco Juri, Nataša Kandi&_#263;, Heike Karge, Wolfgang Petritsch, Vittorio Prodi.

Per maggiori informazioni:
Chiara Sighele
0464 424230
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1925: Accordo internazionale per mettere al bando i gas velenosi

Dal sito

  • Disarmo
    Biden e Putin siglano un comunicato congiunto “on Strategic Stability”

    Good News? La speranza continua

    "Gli Stati Uniti e la Russia avvieranno insieme un dialogo bilaterale integrato di stabilità strategica nel prossimo futuro, che sarà deliberato e solido. Attraverso questo Dialogo, cerchiamo di gettare le basi per future misure di controllo degli armamenti e di riduzione dei rischi.”
    17 giugno 2021 - Roberto Del Bianco
  • Sociale
    Siamo nel 2021 e le donne, qui, in Italia, italiane e straniere, ancora non possono dire no!

    Saman

    Saman non è stata uccisa per ordine del Corano. Saman è stata uccisa dal sistema patriarcale. La sua uccisione è un femminicidio come qualsiasi femminicidio che succede quotidianamente in Italia e ovunque a conseguenza di una mentalità maschilista marcia ed arretrata
    17 giugno 2021 - Gulala Salih (Donna curda cittadina italiana. Attivista per la pace e i diritti delle donne e dei bambini)
  • Sociale
    Ilaria Di Roberto: «non siamo un sesso debole, siamo sopravvissute».

    «Quanto subisco rispecchia il concetto di femminicidio in vita»

    La denuncia pubblica di quanto subisce da anni e dell’ultima molestia subita l’11 giugno e un drammatico appello, «ho bisogno di essere creduta e di aiuto».
    17 giugno 2021 - Alessio Di Florio
  • Taranto Sociale
    Lettera al Ministro della Transizione Ecologica Roberto Cingolani

    Richiesta di fermo batteria 12 cokeria ILVA per mancata messa a norma

    E' stato autorizzato uno scenario emissivo (6 milioni di tonnellate annue di acciaio) a cui corrisponde un rischio cancerogeno inaccettabile. Tutto ciò è acclarato dalla nuova VDS (Valutazione Danno Sanitario) sarà segnalato alla Procura della Repubblica
    15 giugno 2021 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Laboratorio di scrittura
    Occorre appoggiare questa inchiesta e farne una bandiera di onestà e di trasparenza

    Dai veleni dell'Ilva al puzzo dell'inchiesta di Potenza

    Che l'Ilva inquinasse lo si sapeva. Ma qui si arriva a un livello di manipolazione delle istituzioni inusitato. Un sistema di potere occulto - con manovre bipartisan - ha tentato di fermare a Taranto l'intransigenza della magistratura prima dall'esterno e poi dall'interno.
    15 giugno 2021 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)