manifestazione

Roseto degli Abruzzi- Shoah, Pace "Giorno della memoria" con Agnese Ginocchio

25 gennaio 2008
ore 10:30 (Durata: 3 ore)

Venerdì 25 gennaio i giovani studenti delle classi terze delle scuole medie di Roseto parteciperanno al concerto - incontro della cantautrice per la Pace Agnese Ginocchio. Si tratta di una iniziativa promossa in occasione della ricorrenza del “Giorno della Memoria”…

istituita con la con la legge 211 del 20 luglio del 2000, al fine di ricordare l’abbattimento dei cancelli di Auschwitz e commemorare la Shoah.

“L’incontro promosso con i giovani studenti vuole essere un momento comune di riflessione e di rievocazione dei fatti – spiega il Vice Sindaco Teresa Ginoble – affinché quanto accadde allora non si ripeta mai più. Per questo la Shoah rappresenta simbolicamente tutte le atrocità commesse dagli uomini nel nome dell’ intolleranza. Quindi partendo dal ricordo di un fatto particolare intendiamo mettere in risalto il valore della pace come concetto universale”.

“Conoscere e ricordare la Shoah può aiutare a comprendere le drammatiche conseguenze delle discriminazioni – sottolinea il Sindaco Franco Di Bonaventura – per questo è importante coinvolgere le istituzioni scolastiche perché una riflessione profonda sui temi del razzismo e del pregiudizio può far nascere nelle giovani generazioni la volontà di un impegno convinto per realizzare una pacifica convivenza tra etnie, culture e religioni differenti e creare una società realmente interculturale attraverso la valorizzazione delle diversità.”

Le celebrazioni del “Giorno della Memoria” avranno inizio alle ore 10,30 presso il Palazzo del Mare. I ragazzi incontreranno Agnese Ginocchio una delle più note cantautrici italiane di impegno sociale. “Ambasciatrice di Pace”, testimonial di numerose iniziative internazionali per la pace e la solidarietà, è particolarmente impegnata sui temi dei diritti sociali e civili. Per questo motivo che lo scorso ottobre 2007 la commissione dell'Ass. società civile onlus Abruzzo presieduta da Leonardo Nodari, le ha assegnato il "Premio nazionale per la legalità Paolo Borsellino, per l'impegno sociale e civile". Tra i suoi brani più famosi sul tema della giornata in oggetto ricordiamo “Shalom Auschwitz” dedicata allo sterminio di Auschwitz.

Per maggiori informazioni:
Comune di Roseto
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Latina
    Honduras

    Bajo Aguán, una tragedia infinita

    Nuova ondata di attacchi e di omicidi contro contadini e difensori dell'ambiente
    26 gennaio 2023 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Armi atomiche, un momento di pericolo senza precedenti

    A soli 90 secondi dall’ora fatale

    E' stato presentato l’aggiornamento annuale del doomsdyclock del Comitato per la Scienza e la Sicurezza del Bulletin of the Atomic Scientists. Il peggioramento della situazione mondiale a seguito soprattutto della guerra in Ucraina ha portato l’orologio a soli 90 secondi dall’ora fatale.
    25 gennaio 2023 - Alessandro Pascolini (Università di Padova)
  • PeaceLink
    Intervista ad Alessandro Marescotti

    «Nel 1980 avevo capito che l’informatica avrebbe cambiato completamente la società»

    Gli anni dell’università, poi la laurea in filosofia, la prima calcolatrice programmabile Texas TI58. Poi l'esperienza da programmatore, prima di diventare insegnante di Lettere. Un racconto che arriva infine alla nascita di PeaceLink, la telematica per la pace
    24 gennaio 2023 - Italia che cambia
  • Ecologia
    Video con l'intervento di Alessandro Marescotti, presidente di PeaceLink

    Audizione di PeaceLink sul decreto che istituisce lo scudo penale per l'ILVA

    "Il decreto non è emendabile e se viene convertito in legge equivale a riportare in Italia la pena di morte, per di più verso persone innocenti di cui non conosciamo nome, sesso, età e volto".
    24 gennaio 2023 - Redazione PeaceLink
  • Latina
    Dina Boluarte continua ad utilizzare la mano dura

    Perù: prosegue il conflitto sociale

    Gran parte delle morti dei manifestanti sono state provocate da proiettili sparati da armi da fuoco in dotazione alla polizia e all’esercito
    23 gennaio 2023 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)