conferenza stampa

Think Future Volunteer Together

29 febbraio 2008
ore 10:00

Un progetto europeo per il volontariato over 55

Fare volontariato aiuta ad invecchiare in modo attivo e quindi migliore. Questo uno dei presupposti del progetto “Think Future Volunteer Together” che verrà presentato venerdì 29 febbraio alle ore 10.00 nella Sala del Parlamento Europeo in Italia, in via Quattro Novembre 149 Roma.

Scopo del progetto è promuovere il coinvolgimento attivo degli anziani nel volontariato in Europa attraverso la realizzazione di un programma di scambi internazionali.

“Think Future Volunteer Together” è promosso da Spes Centro Servizio per il Volontariato del Lazio in collaborazione con CEV - Centro Europeo del Volontariato ed i centri nazionali per il volontariato: C.A.R.D.O. (Slovacchia), Slovenska Filantropia (Slovenia), Önkèntes Központ Alapìtvàny (Ungheria), ProVobis (Romania); sono inoltre partner le associazioni italiane per la qualità della vita nella terza età ADA - Associazione per i diritti degli anziani, ANTEAS - Associazione Nazionale Terza Età Attiva per la Solidarietà e AUSER - Associazione per l’Autogestione dei servizi e la solidarietà, insieme all’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Roma.
L’iniziativa è finanziata dalla Commissione Europea - Direzione Generale Occupazione Affari Sociali e Pari Opportunità nell’ambito del progetto Azione preparatoria ENEA per l’invecchiamento attivo e la mobilità degli anziani.

“Think Future Volunteer Together” coinvolgerà 100 volontari over 55 –con e senza esperienza– provenienti da Slovacchia, Slovenia, Ungheria, Romania e Italia. Durante i due anni di realizzazione del progetto ogni partecipante sarà coinvolto nelle attività di volontariato delle organizzazioni dei paesi partner grazie ad uno stage di 2 settimane preceduto da 3 giorni di introduzione alla lingua e alla cultura del paese ospitante.

Sulla base dell’esperienza maturata verrà presentato, in una conferenza con le istituzioni nel 2009 a Bruxelles, un rapporto - in 6 lingue (le 5 dei paesi partner più l’inglese) - in cui verranno proposti programmi e azioni per il coinvolgimento attivo degli anziani nelle attività di volontariato.

“Think Future Volunteer Together” nasce dalla constatazione della difficoltà di coinvolgere nelle attività di volontariato persone adulte e anziane. Il progetto vuole dimostrare come l’opportunità della mobilità transnazionale e lo scambio di buone pratiche possa stimolare l’impegno sociale, portando benefici sia alla persona che le realizza sia alle comunità locali in cui si inseriscono.

Contatti Stampa:
Ufficio Stampa SPES
SPES - Centro di Servizio per il Volontariato del Lazio
Via dei Mille, 6 - 00185 Roma
tel. 06.44702178 fax 06.45422576
e-mail: ufficio.stampa@spes.lazio.it
sito: www.volontariato.lazio.it

Per maggiori informazioni:
Spes
06.44702178
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Disarmo
    Il trattato TPAN ha raggiunto la sua attuazione

    Nucleare civile e militare: una bomba!

    Il trattato ONU TPAN per la proibizione delle armi nucleari il 22 gennaio 2021 entra in vigore, anche se ha dei limiti perché non è stato ancora né firmato, né ratificato da nessuno dei paesi che detengono l’arma nucleare
    17 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • Latina

    Honduras, l'esodo della disperazione

    Anno nuovo, nuove carovane migranti, vecchi mali
    19 gennaio 2021 - Giorgio Trucchi
  • Editoriale
    Webinar di PeaceLink sul Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari (TPAN)

    Formare i docenti per educare al disarmo nucleare nelle scuole italiane

    Fra due giorni entra in vigore il TPAN. Sarà necessario un lavoro di ampia sensibilizzazione dell'opinione pubblica perché anche l'Italia aderisca. L'Educazione civica può diventare un'ora settimanale di formazione alla cittadinanza globale sulle tematiche dell'ambiente, della pace e del disarmo.
    20 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    A pochi giorni dall'uccisione di Agitu emerge un'altra storia di una donna dedita alla pastorizia

    Una donna controcorrente, la Pastora di Altamura

    Una storia che fa il paio con quella di Agitu e anche in Puglia si tratta di una donna. La mia generazione è cresciuta convinta che la terra non fosse un lavoro adatto alle donne anche se già allora c'erano delle eccezioni ed ora le ragazze del ventunesimo secolo sono in prima linea.
    19 gennaio 2021 - Fulvia Gravame
  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)