mostra fotografica

Gambarone 2008

10 maggio 2008
ore 19:00

Da sabato 10 a domenica 18 maggio 2008 si svolgerà un’interessante e suggestiva mostra fotografica aperta a tutti i fotoamatori interessati i cui proventi saranno destinati ai progetti dell’Associazione Abbà.

Abbà - Associazione per l'Adozione a distanza dell'Infanzia Abbandonata – è nata a Milano nel 1993 con una precisa finalità: offrire, tramite lo strumento delle adozioni a distanza, una possibilità concreta di crescita e di sviluppo educativo e formativo a bambini e ragazzi in condizioni sociali ed economiche particolarmente gravi seguendoli fino all’inserimento lavorativo.
L'associazione si distingue per un preciso progetto educativo: l'emancipazione da gravissime situazioni di miseria e di ignoranza e lo sviluppo di una coscienza civile, improntata ai valori dell'unicità della persona umana, della solidarietà verso i più deboli e della responsabilità individuale nella costruzione del benessere sociale.
L'attività che Abbà svolge si sviluppa in due ambiti: in Italia, attraverso la sensibilizzazione dei singoli cittadini ai problemi dell'infanzia nei Paesi del Terzo Mondo e nei Paesi esteri in cui è presente (Albania, Brasile, Camerun, Filippine, Pakistan), con progetti di adozione a distanza e borse di studio universitarie personalizzate. I beneficiari attualmente sono circa 1.000.
Per raggiungere i suoi obiettivi, numerosi sono gli eventi di sensibilizzazione e raccolta fondi; quest’anno, per la prima volta, viene proposta una vera e propria mostra fotografica in cui saranno esposte, insieme alle opere di tutti i fotografi partecipanti, anche alcune delle fotografie più significative fra quelle scattate nei Paesi di intervento dell’Associazione.

La mostra si suddivide in 3 sezioni:
a) Stampe a colori
b) Stampe in bianco e nero
c) Un tema, a scelta, tra: La terra, Passato e futuro, Sguardi

Le quote di iscrizione dei fotografi che esporranno loro foto alla mostra e le libere donazioni dei visitatori, raccolte in loco, verranno devolute all’Associazione Abbà per i suoi progetti nel mondo.

Informiamo tutti coloro che vorranno visitare la mostra nei giorni successivi a quello dell’inaugurazione, che l’esposizione sarà aperta tutti i giorni fino al 18 maggio dalle 18 alle 20.

***
Desiderate sostenere a distanza un bambino affidando il vostro contributo ad Abbà?
Consultate il sito: www.a-b-b-a.org/.....

Potrete effettuare il vostro versamento scegliendo fra le due seguenti modalità:

&_#61607;Bonifico bancario sul c/c n. 323/97 Cod.IBAN IT97 Cod.ABI 3069 Cod.CAB 9460
Banca Intesa San Paolo, Filiale 7, C.so Magenta, 32 - 20123 Milano

&_#61607;Conto corrente postale n. 27382209 intestato ad Abba'.

Per maggiori informazioni:
Roberta Repossini
02 48100073
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1991: Alle ore 0,50 inizia la Guerra del Golfo, la prima dopo la fine della Guerra Fredda

Dal sito

  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    Dal territorio del nostro Paese siano eliminate tutte le armi nucleari

    L’Italia ratifichi il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari

    La presenza di tali ordigni sul territorio italiano è in contrasto anche con il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, al quale l’Italia ha aderito nel 1975 impegnandosi a «non ricevere da chicchessia armi nucleari né il controllo su taliarmi, direttamente o indirettamente».
    16 gennaio 2021
  • Storia della Pace
    La storia della pace, dalla secolare opposizione alla guerra al recente pacifismo

    Che cosa è la Peace History

    Per Peace History si intende lo studio delle cause più profonde della guerra nonché dei mezzi per contrastarla e per gestire risoluzioni non violente dei conflitti. In questa pagina web vi sono alcuni riferimenti per la Peace History e link utili per tracciare una storia della pace
    16 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Pace
    Entrambe includono tematiche comuni nella propria area di competenza e hanno punto di contatto

    Educazione civica ed educazione alla pace: un confronto

    L'evoluzione dell’educazione civica ha portato a un sempre maggiore avvicinamento della stessa all’educazione alla pace, fino ad una sovrapposizione di competenze, che oggi può in certi contesti rendere difficile distinguere le due discipline.
    10 gennaio 2021 - Manuela Fabbro
  • Storia della Pace
    L'opposizione alla guerra è nata con la guerra stessa

    Le radici storiche del pacifismo

    Il movimento pacifista può diventare un soggetto storico consapevole dei propri compiti solo se ha la consapevolezza della sua storia. La storia della pace studia l'impegno positivo di chi si è opposto alla guerra. Ma è anche analisi strutturale delle cause dei conflitti armati.
    15 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti, Daniele Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)