manifestazione

VentiEventi - Culture in movimento

16 maggio 2008
ore 20:00 (Durata: 1 ore)

Mascherenere, da tempo promotrice di un concetto di teatro delle migrazioni, propone tra maggio e giugno, sul territorio di Milano e provincia, il Festival VentiEventi – culture in movimento, realizzato con il patrocinio ed il contributo della Provincia di Milano, settore cultura. Musica, teatro, danza e transcultura, espressioni culturali ed artistiche che affondano le loro radici in culture altre. L’idea di fondo del festival è quella di dar voce ai migranti in quanto cittadini attivi nella produzione di cultura, che portano con sé la consapevolezza delle diversità, è il migrare che genera desiderio di partecipazione e porta allo scambio. Questo progetto, non è solo un festival ma un'idea per creare un laboratorio interattivo di incontro, di lavoro, un' originale vetrina sul mondo della commistione dei linguaggi delle diverse culture. Una rassegna che vuole affermarsi come contenitore e approfondimento dei molteplici linguaggi espressivi, finalizzata alla necessità di organizzare una rete di collaborazioni e ospitalità. Associazioni, circoli e comunità straniere, attivi nei campi della musica, della danza, del teatro, delle migrazioni, dello sviluppo, della diffusione artistica e culturale, saranno parte integrante della programmazione del Festival VentiEventi – culture in movimento: avranno a disposizione, nelle serate tematiche a loro dedicate, uno spazio per la distribuzione del loro materiale informativo dove sarà possibile informare il pubblico sulle rispettive attività. Un festival interdisciplinare e indisciplinato sullo spettacolo dal vivo, che vuole invadere una larga parte dei territori di Milano e della sua provincia. La direzione artistica del festival è affidata a Modou Gueye, attore senegalese nonché membro di Mascherenere, il quale ha previsto per il 9 maggio presso l’UNITRE Teatro sala Ariberto, una particolare apertura con la voce d’oro del Senegal COUMBA GAWLO, grande concerto di Mbalaax con la cantante, autrice, compositrice ed ambasciatrice onoraria dell’UNICEF e della FAO.
Aderiscono al Festival VentiEventi – culture in movimento, il comune di Settimo Milanese, il comune di S. Stefano Ticino, il consiglio di zona 8, l'associazione Vivisarpi e Legambiente.

Per maggiori informazioni:
Viola Azzurro
02 45489006 - 320 9086095
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
  • Ecologia
    Health Impact Assessment of the steel plant activities in Taranto as requested by Apulia Region

    Studio OMS sull'impatto dell'ILVA di Taranto sulla salute

    Lo studio è stato richiesto dalla Regione Puglia ed è del giugno 2021, ed è uno studio predittivo. Nelle conclusioni si legge: "Le stime della presente relazione sono pienamente in linea con le precedenti valutazioni, effettuate da autorità regionali e altri ricercatori".
    12 gennaio 2022
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)