festa

Le Cooperative Sociali L’Eco Papa Giovanni XXIII e Rinascere invitano ad inaugurare insieme la nuova sede di Carmignano di Brenta (PD)

13 settembre 2008
ore 17:00

Imprese a tutti gli effetti, perfettamente integrate nel tessuto economico del territorio, con un grande cuore che batte secondo i principi della solidarietà, condivisione e gratuità. Sono queste le cooperative sociali l’Eco Papa Giovanni XIIII e Rinascere che sabato 13 settembre inaugurano ufficialmente, con una cerimonia aperta a tutta la comunità, la nuova sede di Carmignano di Brenta (Pd).

Nate da una intuizione di don Oreste Benzi, fondatore dell’associazione nazionale Comunità Papa Giovanni XXXIII che considera le cooperative sociali come luoghi dove “ i nostri piccoli” possono rinascere e scoprire le loro potenzialità, le cooperative L’Eco Papa Giovanni XXIII e Rinascere offrono una risposta educativa, occupazionale e lavorativa alle esigenze di persone con disabilità fisica o psichica che vivono nel territorio tra i comuni del vicentino di Dueville, Montecchio Maggiore e l’Alta Padovana.

Operativa dal 1983, L’Eco Papa Giovanni XXIII e dal 1993, Rinascere, sono da tempo impegnate in una collaborazione a tutto campo dove l’essere sul mercato in modo economicamente sostenibile si sposa alla promozione e applicazione di principi e valori etici. Un impegno che ha trovato sostenitori convinti nel Comune di Carmignano di Brenta- Assessorato alle Politiche alla Famiglia e alla Persona e nell’ impresa di costruzioni Morbiato di San Pietro in Gù che, in questi anni, ha condiviso i valori e sponsorizzato il progetto fino a realizzarne concretamente la costruzione.
La nuova sede, già operativa, dove vengono realizzati programmi riabilitativi e di risocializzazione, attività formative professionalizzanti ed attività di reinserimento nel mondo del lavoro, è in grado di accogliere 40 persone con diverse disabilità e si affianca alle altre due sedi delle Cooperative di Montecchio Maggiore e Dueville che già oggi operano per oltre 150 persone.

La giornata di festa si aprirà ufficialmente alle ore 17.00, presso la nuova sede, in via dell’Industria e dell’Artigianato 27, di Carmignano di Brenta con il taglio del nastro ed il brindisi inaugurale al quale è inviata tutta la cittadinanza ed i tanti sostenitori che, in questi anni, hanno lavorato per rendere possibile la realizzazione di questo sogno. A seguire, dalle ore 19.00, cena su invito ( conferma telefonica obbligatoria) presso il Palazzetto dello Sport di Carmignano.

Per maggiori informazioni:
Cooperative sociali Eco Papa XXIII e Rinascere
049-9431270 oppure 3336044132
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Disarmo
    Il trattato TPAN ha raggiunto la sua attuazione

    Nucleare civile e militare: una bomba!

    Il trattato ONU TPAN per la proibizione delle armi nucleari il 22 gennaio 2021 entra in vigore, anche se ha dei limiti perché non è stato ancora né firmato, né ratificato da nessuno dei paesi che detengono l’arma nucleare
    17 gennaio 2021 - Laura Tussi
  • Latina

    Honduras, l'esodo della disperazione

    Anno nuovo, nuove carovane migranti, vecchi mali
    19 gennaio 2021 - Giorgio Trucchi
  • Editoriale
    Webinar di PeaceLink sul Trattato per la Proibizione delle Armi Nucleari (TPAN)

    Formare i docenti per educare al disarmo nucleare nelle scuole italiane

    Fra due giorni entra in vigore il TPAN. Sarà necessario un lavoro di ampia sensibilizzazione dell'opinione pubblica perché anche l'Italia aderisca. L'Educazione civica può diventare un'ora settimanale di formazione alla cittadinanza globale sulle tematiche dell'ambiente, della pace e del disarmo.
    20 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Ecologia
    A pochi giorni dall'uccisione di Agitu emerge un'altra storia di una donna dedita alla pastorizia

    Una donna controcorrente, la Pastora di Altamura

    Una storia che fa il paio con quella di Agitu e anche in Puglia si tratta di una donna. La mia generazione è cresciuta convinta che la terra non fosse un lavoro adatto alle donne anche se già allora c'erano delle eccezioni ed ora le ragazze del ventunesimo secolo sono in prima linea.
    19 gennaio 2021 - Fulvia Gravame
  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)