convegno

Volontari, cittadini europei

9 febbraio 2009
ore 14:00

Coinvolgere il mondo del Volontariato per individuare richieste, indicazioni e priorità da presentare alla prossima legislatura del Parlamento Europeo sotto forma di un “Manifesto del volontariato italiano per l’Europa”.
Questo è l’obiettivo del progetto “Volontari, Cittadini europei”, che ha beneficiato del sostegno finanziario della Rappresentanza in Italia della Commissione europea nell'ambito dell'iniziativa Debate Europe e che CSVnet, il Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio, ha promosso in collaborazione con le reti nazionali del Volontariato e i Centri di Servizio per il Volontariato.
Il progetto intende sollecitare la partecipazione attiva della società civile sulle questioni europee attraverso un percorso che prevede la realizzazione di iniziative pubbliche, seminari e dibattiti che coinvolgano le Organizzazioni di Volontariato a livello nazionale e locale.
L’iniziativa, realizzata con il patrocinio della Provincia di Roma, si colloca in un momento di particolare attenzione sulle tematiche del Volontariato; il dibattito, nato nel gennaio 2008, sul valore dell’attività volontaria come motore di sviluppo, anche economico, della nostra società, ha spinto il Parlamento Europeo a presentare, presso la Commissione, la proposta di indire il 2011 come Anno Europeo del Volontariato.
Lunedì 9 febbraio, si terrà, dalle ore 14.00 alle 18.30, presso la sede della Provincia di Roma, la conferenza di presentazione del progetto alla quale parteciperà Marian Harkin, Parlamentare europea e promotrice della Risoluzione del Parlamento europeo "Il contributo del volontariato alla coesione economica e sociale".
Al dibattito, che sarà aperto da Claudio Cecchini, Assessore alle Politiche sociali della Provincia di Roma, parteciperanno, in qualità di relatori, Pier Virgilio Dastoli, Direttore Generale della Rappresentanza in Italia della Commissione europea e Maurizio Giuseppe Silveri, Direttore Generale, DG per il volontariato, l’associazionismo e le formazioni sociali del Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali. Ad arricchire il dibattito, gli interventi di Marco Granelli, Presidente CSVnet, Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato e di esponenti delle reti nazionali del Volontariato e della società civile: Anpas, ASTRID, Auser, Convol, Consulta del Volontariato presso il Forum del Terzo Settore, Forum Nazionale dei Giovani, M.O.V.I., Tavolo per la pace.

Per maggiori informazioni:
CSVnet
06 45504996
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricorrenze del giorno

  • Anno 1977: Muore Alice Paul, fautrice di lotte nonviolente per i diritti delle donne

Dal sito

  • Disarmo
    ... Forse è ancora possibile sperare...

    Dal Costa Rica un commento alla nuova ratifica al TPAN

    L'ultima firma, dal governo delle Isole Fiji, ha fatto calare a 11 il numero di Stati ancora necessari per l'entrata in vigore del Trattato. Il Ministro degli Esteri costaricano approva e ne sottolinea la necessità
    9 luglio 2020 - Roberto Del Bianco
  • Ecologia
    Oggi la confererenza stampa

    Inquinamento, a Taranto nasce il Comitato del cittadino per salute e ambiente

    Ha avuto risonanza la notizia della costituzione del Comitato, qui riportiamo Radio Radicale, la RAI e TRM network.
    8 luglio 2020 - Redazione PeaceLink
  • Taranto Sociale
    Si propone il fermo degli impianti ILVA sottoposti a sequestro dalla magistratura

    Comitato Cittadino per la salute e l’ambiente a Taranto

    Il Comitato Cittadino è una struttura che unisce cittadini e federa associazioni che convergono su finalità comuni, adottando la nonviolenza, la gentilezza e la cittadinanza attiva come metodologie di azione.
    6 luglio 2020
  • Pace
    Dopo questi orribili fatti il governo Tambroni si dimise

    La strage di Reggio Emilia

    Partigiani e operai assassinati nella strage del 7 luglio 1960: fu un cortocircuito tra la società civile e antifascista e le istituzioni
    6 luglio 2020 - Laura Tussi
  • Ecologia
    Taranto sotto una tempesta di polvere proveniente dall'ILVA

    Polveri industriali sulla città di Taranto, governo sotto accusa

    Peacelink scrive al ministro dell’Ambiente, Costa. “Invece di invocare la celerità - sostiene l’associazione Peacelink - voi state concedendo proroghe e deroghe alle prescrizioni dell'Aia (Autorizzazione integrata ambientale). Viene meno la certezza delle norme".
    5 luglio 2020 - Agenzia stampa AGI
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)