convegno

Volontari, cittadini europei

9 febbraio 2009
ore 14:00

Coinvolgere il mondo del Volontariato per individuare richieste, indicazioni e priorità da presentare alla prossima legislatura del Parlamento Europeo sotto forma di un “Manifesto del volontariato italiano per l’Europa”.
Questo è l’obiettivo del progetto “Volontari, Cittadini europei”, che ha beneficiato del sostegno finanziario della Rappresentanza in Italia della Commissione europea nell'ambito dell'iniziativa Debate Europe e che CSVnet, il Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio, ha promosso in collaborazione con le reti nazionali del Volontariato e i Centri di Servizio per il Volontariato.
Il progetto intende sollecitare la partecipazione attiva della società civile sulle questioni europee attraverso un percorso che prevede la realizzazione di iniziative pubbliche, seminari e dibattiti che coinvolgano le Organizzazioni di Volontariato a livello nazionale e locale.
L’iniziativa, realizzata con il patrocinio della Provincia di Roma, si colloca in un momento di particolare attenzione sulle tematiche del Volontariato; il dibattito, nato nel gennaio 2008, sul valore dell’attività volontaria come motore di sviluppo, anche economico, della nostra società, ha spinto il Parlamento Europeo a presentare, presso la Commissione, la proposta di indire il 2011 come Anno Europeo del Volontariato.
Lunedì 9 febbraio, si terrà, dalle ore 14.00 alle 18.30, presso la sede della Provincia di Roma, la conferenza di presentazione del progetto alla quale parteciperà Marian Harkin, Parlamentare europea e promotrice della Risoluzione del Parlamento europeo "Il contributo del volontariato alla coesione economica e sociale".
Al dibattito, che sarà aperto da Claudio Cecchini, Assessore alle Politiche sociali della Provincia di Roma, parteciperanno, in qualità di relatori, Pier Virgilio Dastoli, Direttore Generale della Rappresentanza in Italia della Commissione europea e Maurizio Giuseppe Silveri, Direttore Generale, DG per il volontariato, l’associazionismo e le formazioni sociali del Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali. Ad arricchire il dibattito, gli interventi di Marco Granelli, Presidente CSVnet, Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato e di esponenti delle reti nazionali del Volontariato e della società civile: Anpas, ASTRID, Auser, Convol, Consulta del Volontariato presso il Forum del Terzo Settore, Forum Nazionale dei Giovani, M.O.V.I., Tavolo per la pace.

Per maggiori informazioni:
CSVnet
06 45504996
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)