incontro

Con gli occhi delle donne. Emergency racconta...

5 marzo 2009
ore 19:00 (Durata: 2 ore)

Emergency giovedì 5 marzo 2009 alle ore 19.00, presso la Biblioteca Rispoli a piazza Grazioli 4 Roma, racconterà “Con gli occhi delle donne” il proprio lavoro e le realtà in cui si trova ad operare. Sarà presentato un filmato, accompagnato dalla testimonianza di un’infermiera recentemente tornata da una missione in Afghanistan.

Hannah, 21 anni sierraleonese, si è sottoposta ad un aborto illegale, praticato senza anestesia da un cleaner dell'ospedale militare che le ha chiesto 50.000 leones. Successivamente è stata operata nell’ospedale di Emergency a Goderich per risolvere i problemi causati dagli strumenti utilizzati per provocare l'aborto.

Da giugno 2003, nel villaggio di Anabah - valle del Panshir - è operativo un Centro di maternità e ginecologia per fornire assistenza qualificata e gratuita alle partorienti e ai neonati in un’area dell’Afganistan che registra uno dei tassi di mortalità materno-infantile più alti al mondo. L’Organizzazione mondiale della sanità stima che in Afganistan muoia una donna ogni mezz’ora

Sin e' arrivata all'ospedale di Emergency di Battambang in Cambogia, sfigurata dall’acido muriatico. Dopo una serie di interventi le sue labbra hanno riconquistato una mimica normale e molte delle cicatrici che le attraversavano il volto sono state minimizzate. Ora Sin lavora come inserviente presso l'ospedale di Battambang. Da qui riparte il suo futuro.

L’incontro, a ingresso libero, sarà l’occasione per conoscere le storie delle tante persone incontrate da Emergency nei paesi in cui lavora ma anche l’occasione per conoscere i progetti dedicati all’universo femminile e non solo. Interverrà Marina Castellano, da oltre cinque anni con i progetti di Emergency all’estero, che racconterà la sua esperienza di donna e di infermiera.

All’interno delle Biblioteca Rispoli sarà esposta la mostra fotografica “Prima le donne e i bambini”. La mostra racconta le storie di quattro donne e di quattro bambini e, attraverso l’utilizzo di alcuni dati essenziali, illustra sinteticamente la condizione femminile e la condizione infantile in Afganistan, Cambogia, Sierra Leone, Iraq. La mostra resterà allestita, in visione gratuita, fino al 9 marzo 2009.

Al termine della serata ai partecipanti verrà offerto un aperitivo, ad offerta, organizzato dai volontari per sostenere i progetti dell’associazione.

Per maggiori informazioni sul’iniziativa centro.rm.emergency@gmail.com

Per maggiori informazioni:
Volontari Emergency
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Sociale
    Stenografia del question time (interrogazione n. 3-02499)

    Il ministro Patrizio Bianchi risponde in Parlamento sul metodo "Bimbisvegli"

    In una frazione del comune di Asti, da 4 anni si attua la metodologia “Bimbisvegli”, un approccio educativo ideato da Giampiero Monaca. È un progetto di didattica outdoor, un modello di scuola aperta e cooperativa, finalizzata alla maturazione di una coscienza critica e di cittadinanza attiva.
    23 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    18 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Latina
    Honduras

    Edwin e Raúl sono già liberi

    Assolti da tutte le imputazioni
    21 settembre 2021 - Giorgio Trucchi
  • Latina
    Il 7 settembre scorso il Covid-19 ha ucciso il sacerdote salvadoregno

    Rutilio Sánchez: in direzione ostinata e contraria

    Vicino alla guerriglia e impegnato nelle comunità di base, fino alla fine ha rappresentato una voce libera e critica del suo paese
    22 settembre 2021 - David Lifodi
  • Cultura
    In Memoria di Virginio Bettini

    Lettera a Virginio Bettini. A un anno dalla sua scomparsa

    È occorso parecchio tempo per preparare il tuo libro postumo perché come tu ci hai chiesto, necessitava dei contributi di due tuoi cari compagni. Il primo contributo di Maurizio Acerbo e il secondo di Paolo Ferrero
    21 settembre 2021 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)