presidio

Cento piazze contro gli F-35 anche nel Lazio

25 febbraio 2012
ore 10:00 (Durata: 3 ore)

Sinistra Ecologia e Libertà del Lazio nell'ambito della settimana di mobilitazione straordinaria contro l’acquisto degli aerei F-35 da parte dello Stato, sostenuta tra gli altri da Acli, Tavola della Pace, Rete italiana disarmo, Sbilanciamoci, Unimondo Sabato 25 in molte piazze della nostra Regione raccoglie le firme dei cittadini contro l’acquisto dei 131 cacciabombardieri F-35

Il taglio da 131 a 90 nell’acquisto dei cacciabombardieri F-35, unitamente alla riduzione di 33.000 posti militari e 10.000 civili nella Difesa italiana annunciati dal Ministro della difesa, sono segnali positivi ma non possono bastare. Il governo, in questa situazione di grave crisi del nostro Paese, non ha giustamente avuto il coraggio di rischiare impegni per la candidatura alle Olimpiadi di Roma, ma non ha il coraggio di dare un taglio netto e completo a inutili spese per l’acquisto degli F-35.

La campagna nazionale “Diamoci un Taglio” già da mesi avviata da Sel trova nella mobilitazione straordinaria di oggi, un ulteriore ragione di impegno per dire al Governo Monti che questa commessa tanto costosa, quanto inutile va cancellata dal bilancio dello Stato.
E’ necessario riallocare quei 20 miliardi nella rete dei servizi per la difesa delle fasce sociali più deboli e nella messa in sicurezza del nostro territorio. Un modo concreto e sostenibile per invertire la spirale recessiva nella quale continua ad avvitarsi l’economia di questo Paese.

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Conflitti
    Occorre negoziare una pace sostenibile

    La società civile globale esorta a fermare il tintinnio delle sciabole sull'Ucraina

    Entrambe le "grandi potenze" desiderano possedere l'Ucraina e rivendicare il loro "diritto" di concentrare le loro armi letali, truppe e basi ovunque lo desiderino, il più vicino possibile l'una all'altra. Entrambe oltrepassano la linea rossa del buon senso.
    25 gennaio 2022 - Yurii Sheliazhenko (Ucraina - World BEYOND War)
  • Disarmo
    Iniziativa di NoFirstUse Global

    Armi nucleari: no al "primo uso"

    In una lettera aperta, eminenti leader sollecitano le nazioni ad adottare politiche per ridurre i pericoli nucleari ed eliminare le armi nucleari. L'adozione di politiche di non-primo uso potrebbero aprire la porta a negoziati per la completa eliminazione delle armi nucleari.
    NoFirstUse Global
  • Latina
    14 donne e 10 uomini nel governo di Boric che entrerà in carica l’11 marzo

    Cile: i ministri che guardano al cambiamento

    Alla Difesa Maya Fernandez, la nipote di Salvador Allende, ma al Bilancio e in altri ministeri sono diversi gli esponenti della vecchia Concertación
    24 gennaio 2022 - David Lifodi
  • Pace
    Kant e la guerra

    Solo il disarmo è razionale. La pace armata è guerra

    «Gli eserciti ed armamenti permanenti devono essere soppressi, perché sono già, con la loro sola esistenza, minaccia agli altri popoli, perciò violazione della pace, causa di insicurezza e quindi di corsa agli armamenti» (Kant)
    Enrico Peyretti (Centro Studi Sereno Regis, Torino)
  • Conflitti
    Un forum per promuovere un appello contro la guerra

    Il conflitto in Ucraina e il ruolo del movimento per la pace

    In questa pagina web riportiamo le voci di tutti coloro che stanno partecipando ai webinar di PeaceLink con lo scopo di definire una piattaforma comune di obiettivi finalizzati a evitare una degenerazione dell'aspro confronto in atto fra la Russia e la Nato
    22 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)