assemblea

ILVA-MUOS-TERNA: I nuovi "poteri" di sviluppo e il nostro dovere di dire NO!

16 novembre 2013

Momento di riflessione e dibattito comune su tre temi importantissimi che riguardano la nostra Nazione.

PER LA PRIMA VOLTA A BARI, L'ASS.NE ANTIMAFIE RITA ATRIA, PARLERA' DI MUOS!
Con la possibilità di creare un coordinamento cittadino, per chi fosse interessato al tema NO MUOS!

Per far conoscere cos'è il MUOS, la sua pericolosità e per conoscere le attività, manifestazioni nonviolente legate al tema che solo apparentemente sembra locale, in realtà coinvolge ed influenza le dinamiche politiche nazionali e le relazioni tra stati e riporterà il pianeta in uno stato di “Seconda Guerra Fredda”.

Parleremo di Ilva : una macchina di morte e distruzione ambientale; ciò che accade a Taranto non sarebbe mai potuto accadere in nessun altro posto e non senza il silenzio continuo e complice delle istituzioni italiane che sapevano e che non hanno mai fermato la produzione dell'Ilva perchè essa è parte delle risorse strategiche.

Parleremo di Centrale Terna , la nuova centrale elettrica che potrebbe sorgere a Casamassima, influenzando in maniera assolutamente negativa, salute e ambiente dello stesso paese e dei paesi limitrofi.

Lo faremo con :
Nadia Furnari : Coordinamento Regionale dei comitati NO MUOS;
Marilena Rodi : Giornalista che relazionerà sulla centrale Terna;
Valentina Pavone: Cittadina e photoreporter tarantina, la quale presenterà un progetto fotografico dal nome " ROSSO VERGOGNA", proprio sulla città di Taranto e il caso ILVA.
Graziella Proto : Direttrice della rivista CASABLANCA

Coordinano l'incontro: Claudio Altini e Santo Laganà dell' ASS.NE ANTIMAFIE RITA ATRIA.

Per maggiori informazioni:
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)