presentazione

Presentazione del libro Legami di ferro. Dalla miniera alla fabbrica. Dal cuore dell'Amazzonia brasiliana al quartiere Tamburi di Taranto

5 novembre 2015
ore 17:30 (Durata: 2 ore)

Giovedì 5 Novembre, ore 17.30 Biblioteca "M. Motolese"
Giovedì 5 novembre 2015 alle ore 17,30 nella Biblioteca “Marco Motolese” Via Lisippo 8 Taranto (Tamburi) presentazione del libro “Legami di Ferro” di Beatrice Ruscio.
In Amazzonia viene estratto il minerale di ferro che arriva a Taranto per essere trasformato in acciaio dall’ILVA. Una grande multinazionale brasiliana, la VALE, estrae il minerale per le acciaierie, provocando gravi danni ambientali. Dunque un doppio inquinamento, dall’Amazzonia al rione Tamburi di Taranto, un legame di ferro unisce questi luoghi. Contro questa situazione occorrono però altri legami di ferro, di tipo solidale ed ecologico, per poter vivere in comunità e territori non inquinati ma sani. Interventi: Carmen Galluzzo Motolese Presidente Club UNESCO Taranto e Associazione “Marco Motolese” Fulvia Gravame Responsabile nodi di Peace Link Taranto, Beatrice Ruscio autrice di Legami di Ferro, Gianfranco Orbello Presidente ISDE Taranto, Alessandro Marescotti Presidente Peace Link Taranto
Seguirà un dibattito. Intermezzo musicale.

Per maggiori informazioni:
Beatrice Ruscio
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    In Memoria di Virginio Bettini

    Lettera a Virginio Bettini. A un anno dalla sua scomparsa

    È occorso parecchio tempo per preparare il tuo libro postumo perché come tu ci hai chiesto, necessitava dei contributi di due tuoi cari compagni. Il primo contributo di Maurizio Acerbo e il secondo di Paolo Ferrero
    21 settembre 2021 - Laura Tussi
  • Latina

    Crisi climatica e il rischio di difendere i beni comuni

    Rapporto di Global Witness evidenzia drammatico aumento degli attacchi mortali
    19 settembre 2021 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Il Pentagono finalmente ammette l’«orribile errore»

    Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili

    Un missile americano il 29 agosto ha ucciso 10 persone innocenti. Zamarai Ahmadi, obiettivo del drone, lavorava per una organizzazione umanitaria Usa. Non trasportava esplosivo, ma «taniche d’acqua per la sua famiglia». Il generale Mark Milley aveva inizialmente definito l’attacco «giusto».
    19 settembre 2021 - Marina Catucci
  • PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    18 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Sociale
    Sul programma televisivo Forum

    Basta! Anche io ora dico la mia

    Violenze maschili contro le donne, patriarcato, femminicidi anche in vita: la testimonianza di Ilaria Di Roberto – scrittrice, artista, attivista femminista radicale, vittima di violenza e cyber bullismo – dopo le parole di Barbara Palombelli.
    19 settembre 2021 - Alessio Di Florio
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)