presentazione

"La Taranto dell'Ilva" di Cristina Sgobio

2 gennaio 2016
ore 18:00 (Durata: 2 ore)

Interverranno:
Cristina Sgobio, autrice del libro
Alessandro Marescotti, presidente PeaceLink

Luglio 2012: si accendono i riflettori su una città che molti, fino a quel momento, ignoravano. Una città che nell’arco di breve tempo è balzata sullo schermo delle tv, sulle pagine dei giornali e sui programmi radiofonici. Quella città è Taranto, la Taranto dell’Ilva.
Le storie degli operai si confondono con quelle degli abitanti, i racconti dei sindacalisti si mescolano con quelli degli avvocati, le parole di chi ha perso e non ce l’ha fatta si combinano con quelle di chi è riuscito a rialzarsi, più forte di prima. I veri protagonisti sono i tarantini che conservano l’amore per la propria città, un amore che ti fa arrabbiare, che ti fa protestare, che ti fa gridare e ti fa infuriare, un amore che ti fa disperare, che t’incatena tra le mura di una città che non riesci ad abbandonare. E così quell’amore si trasforma in forza, la forza di chi sceglie di combattere non solo per il presente, ma anche e soprattutto per il futuro.

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • MediaWatch
    Manifestazione di protesta con Stella Assange il 16/6 ore 14.30 in Piazza Castello

    Milano ha vietato di nuovo l’opera d’arte per Julian Assange

    Il Comune di Milano, dopo aver già negato la cittadinanza onoraria al pluripremiato giornalista incarcerato Julian Assange, ha vietato per la seconda volta l'installazione del gruppo statuario "Anything to Say?" dello scultore Davide Dormino.
    14 giugno 2024 - Patrick Boylan
  • Editoriale
    PeaceLink sostiene e dà voce a tutte le iniziative di contestazione nonviolenta

    Fasano, capitale oggi e domani dell'opposizione al G7

    Oggi e domani, nella città di Fasano in provincia di Brindisi, si terranno due importanti iniziative pubbliche per contestare i G7 che continuano ad investire nel riarmo, mentre nel mondo aumenta inesorabilmente la fame.
    14 giugno 2024 - Redazione PeaceLink
  • Consumo Critico
    I dati sulla fame comparati con le spese militari del G7

    Partire dal cibo

    Per rompere il muro dell’indifferenza e dell’ineluttabilità è stato organizzato un contro-vertice, per dare segnali alternativi, per dire che un altro mondo è assolutamente necessario. Lo abbiamo chiamato la controcena dei poveri e si è svolto oggi a Brindisi in occasione del G7.
    13 giugno 2024 - Marinella Marescotti
  • Disarmo

    Effects of Nuclear War on Health and Health Services

    Questo report è adesso disponibile. Fu redatto dall'Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1983 dopo studi scientifici sugli effetti catastrofici di un conflitto nucleare.
    13 giugno 2024 - Roberto Del Bianco
  • Editoriale
    Mentre aumentano le spese militari anche la fame torna a crescere

    La contro-cena dei poveri è un monito ai leader dei G7

    Da Biden alla Meloni saranno asserragliati nel castello di Brindisi sorvegliati da cecchini appostati sui tetti mentre in piazza il movimento NoG7 fa una contro-cena povera. I leader dl G7 banchettano nel lusso e si riarmano, e intanto nel mondo ogni 3 secondi si muore per fame.
    13 giugno 2024 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)