convegno

1976-2017: Italia ed Angola, 41 anni di amicizia e cooperazione

5 giugno 2017
ore 10:00 (Durata: 3 ore)

Italia e Angola intrattengono da anni ottime relazioni politiche sia per i forti legami storici (il sostegno italiano ai movimenti d’indipendenza, e successivamente gli ingenti sforzi di cooperazione durante la lunga guerra civile), sia per l’attuale rilancio delle relazioni bilaterali in corrispondenza della stabilizzazione e crescita economica del Paese.

Agli angolani piace ricordare che l’Italia è stato il primo Paese europeo occidentale a riconoscere l’indipendenza della nuova Repubblica angolana, nel 1976.
A 41 anni dall’indipendenza ricostruiamo le radici di questo rapporto cresciuto nel segno dello sviluppo virtuoso delle relazioni economiche, commerciali e culturali tra questi due Paesi.


Saluti introduttivi:
Khalid Chaouki, deputato PD e membro della Commissione Esteri

Interventi di:
Dulce Gomes, Ministro Consigliere della Repubblica d’Angola in Italia
Giorgio de Marchis, coordinatore della Cattedra “Agostinho Neto” – Università degli Studi Roma Tre
Filomeno Lopes, filosofo e giornalista di Radio Vaticana

Modera: Patrizia Anastasi, giornalista

Saluti finali degli organizzatori:
Matias Mesquita, Associazione Njinga Mbande
Francisco Pacavira, giornalista e presidente dell’Associazione António Ne Bunda Negrita

Per maggiori informazioni:
Silvia De Marchi
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • Latina
    Honduras

    Bajo Aguán, una tragedia infinita

    Nuova ondata di attacchi e di omicidi contro contadini e difensori dell'ambiente
    26 gennaio 2023 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Armi atomiche, un momento di pericolo senza precedenti

    A soli 90 secondi dall’ora fatale

    E' stato presentato l’aggiornamento annuale del doomsdyclock del Comitato per la Scienza e la Sicurezza del Bulletin of the Atomic Scientists. Il peggioramento della situazione mondiale a seguito soprattutto della guerra in Ucraina ha portato l’orologio a soli 90 secondi dall’ora fatale.
    25 gennaio 2023 - Alessandro Pascolini (Università di Padova)
  • PeaceLink
    Intervista ad Alessandro Marescotti

    «Nel 1980 avevo capito che l’informatica avrebbe cambiato completamente la società»

    Gli anni dell’università, poi la laurea in filosofia, la prima calcolatrice programmabile Texas TI58. Poi l'esperienza da programmatore, prima di diventare insegnante di Lettere. Un racconto che arriva infine alla nascita di PeaceLink, la telematica per la pace
    24 gennaio 2023 - Italia che cambia
  • Ecologia
    Video con l'intervento di Alessandro Marescotti, presidente di PeaceLink

    Audizione di PeaceLink sul decreto che istituisce lo scudo penale per l'ILVA

    "Il decreto non è emendabile e se viene convertito in legge equivale a riportare in Italia la pena di morte, per di più verso persone innocenti di cui non conosciamo nome, sesso, età e volto".
    24 gennaio 2023 - Redazione PeaceLink
  • Latina
    Dina Boluarte continua ad utilizzare la mano dura

    Perù: prosegue il conflitto sociale

    Gran parte delle morti dei manifestanti sono state provocate da proiettili sparati da armi da fuoco in dotazione alla polizia e all’esercito
    23 gennaio 2023 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.44 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)