festa

Festa Arcobaleno: Un altro mondo è possibile… anche qui

28 maggio 2004

E’ questo il titolo della festa che si svolgerà a Bracciano dal 28 al 30 maggio.
Per dare vita a questa iniziativa, la prima del genere sul nostro territorio, associazioni, forze sociali e politiche si sono unite attorno ai valori della Pace, dei Diritti Umani e Sociali , della tutela dell’Ambiente, del Consumo Critico.
I contenuti della Festa sbarcano a Bracciano dopo aver caratterizzato i grandi raduni internazionali del Social Forum Mondiale.

Contrari alla nefanda guerra in Iraq e a tutti i conflitti come risoluzione delle controversie internazionali, si è scelto di adottare la Pace come valore portante delle tre giornate.
Il desiderio dei promotori è che durante la Festa si possa respirare un’aria diversa. L’aria di ciò che si oppone alla logica della violenza, delle guerre e della globalizzazione neoliberista: diritti per tutti, giustizia sociale là dove è negata, equa distribuzione delle risorse, salvaguardia dell’ambiente.

E’ un valore aggiunto della festa il fatto che sia stata ideata da un così ampio cartello di organismi, partendo da percorsi e storie diverse ma confluendo verso valori condivisi. Un segnale molto importante per il territorio della Provincia di Roma.

Giulietto Chiesa, Marco Bertotto presidente di Amnesty International, Andrea Masullo - referente nazionale del WWF, Eugenio Melandri di Chiama l'Africa, sono solo alcuni dei relatori dei dibattiti che si terranno a Bracciano il 28, 29 e 30 Maggio.
La “Festa Arcobaleno: Un altro mondo è possibile… anche qui” è patrocinata dalla Provincia di Roma.

Per maggiori informazioni:
Massimo Atzu
06.99804619
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Latina
    14 donne e 10 uomini nel governo di Boric che entrerà in carica l’11 marzo

    Cile: i ministri che guardano al cambiamento

    Alla Difesa Maya Fernandez, la nipote di Salvador Allende, ma al Bilancio e in altri ministeri sono diversi gli esponenti della vecchia Concertación
    24 gennaio 2022 - David Lifodi
  • Pace
    Kant e la guerra

    Solo il disarmo è razionale. La pace armata è guerra

    «Gli eserciti ed armamenti permanenti devono essere soppressi, perché sono già, con la loro sola esistenza, minaccia agli altri popoli, perciò violazione della pace, causa di insicurezza e quindi di corsa agli armamenti» (Kant)
    Enrico Peyretti (Centro Studi Sereno Regis, Torino)
  • Conflitti
    Un forum per promuovere un appello contro la guerra

    Il conflitto in Ucraina e il ruolo del movimento per la pace

    In questa pagina web riportiamo le voci di tutti coloro che stanno partecipando ai webinar di PeaceLink con lo scopo di definire una piattaforma comune di obiettivi finalizzati a evitare una degenerazione dell'aspro confronto in atto fra la Russia e la Nato
    22 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Taranto Sociale
    Lo conferma lo studio dell'OMS

    Le emissioni dello stabilimento ILVA continuano ad essere incompatibili con la salute pubblica

    Da ora in poi, con i dati OMS che vanno a confermare le precedenti Valutazioni Danno Sanitario, non si può più considerare normale una situazione anomala. Questo rapporto dell'OMS a nostro parere costituisce notizia di reato.
    22 gennaio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)