festa

Festa Arcobaleno: Un altro mondo è possibile… anche qui

28 maggio 2004

E’ questo il titolo della festa che si svolgerà a Bracciano dal 28 al 30 maggio.
Per dare vita a questa iniziativa, la prima del genere sul nostro territorio, associazioni, forze sociali e politiche si sono unite attorno ai valori della Pace, dei Diritti Umani e Sociali , della tutela dell’Ambiente, del Consumo Critico.
I contenuti della Festa sbarcano a Bracciano dopo aver caratterizzato i grandi raduni internazionali del Social Forum Mondiale.

Contrari alla nefanda guerra in Iraq e a tutti i conflitti come risoluzione delle controversie internazionali, si è scelto di adottare la Pace come valore portante delle tre giornate.
Il desiderio dei promotori è che durante la Festa si possa respirare un’aria diversa. L’aria di ciò che si oppone alla logica della violenza, delle guerre e della globalizzazione neoliberista: diritti per tutti, giustizia sociale là dove è negata, equa distribuzione delle risorse, salvaguardia dell’ambiente.

E’ un valore aggiunto della festa il fatto che sia stata ideata da un così ampio cartello di organismi, partendo da percorsi e storie diverse ma confluendo verso valori condivisi. Un segnale molto importante per il territorio della Provincia di Roma.

Giulietto Chiesa, Marco Bertotto presidente di Amnesty International, Andrea Masullo - referente nazionale del WWF, Eugenio Melandri di Chiama l'Africa, sono solo alcuni dei relatori dei dibattiti che si terranno a Bracciano il 28, 29 e 30 Maggio.
La “Festa Arcobaleno: Un altro mondo è possibile… anche qui” è patrocinata dalla Provincia di Roma.

Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Mappa

Eventi dei prossimi giorni

Ricerca eventi

Dal sito

  • MediaWatch
    Cosa possiamo fare per lui

    David McBride, un nuovo caso Assange

    In questa pagina web puoi leggere la storia di questo coraggioso avvocato militare australiano che ha denunciato i crimini di guerra in Afghanistan. E' stato condannato per aver obbedito alla sua coscienza e rivelato la verità.
    22 maggio 2024 - Alessandro Marescotti
  • Editoriale
    L'arresto richiesto dal presidente della Corte Penale Internazionale del premier Netanyahu

    Quando cade un tabù: una democrazia può commettere crimini di guerra?

    La reazione indignata del primo ministro israeliano Netanyahu, che ha respinto con veemenza il paragone tra lo "Stato democratico di Israele" e Hamas, tocca la diffusa convinzione che una nazione considerata "democratica" sia immune dall'accusa di crimini contro l'umanità. Il caso di David McBride
    22 maggio 2024 - Alessandro Marescotti
  • MediaWatch
    PeaceLink sostiene la campagna per la liberazione del fondatore di Wikileaks

    "Una rara buona notizia per Julian Assange"

    Amnesty International valuta positivamente la decisione dell’Alta corte di Londra di garantire a Julian Assange la possibilità di appellarsi contro l’estradizione negli Usa. Wikileaks ha rivelato i crimini di guerra Usa e il movimento pacifista deve oggi sostenere la causa di Assange.
    21 maggio 2024 - Redazione PeaceLink
  • Pace
    Contro il militarismo e per la pace

    Manifesto per la diserzione civile

    La diserzione civile comincia con l’impegno a smentire la propaganda e a far circolare informazione veritiera. Contrastare i piani di riarmo vuol dire pretendere il finanziamento della spesa sociale per la sanità, la scuola, l’ambiente sottraendo fondi alla militarizzazione.
    20 maggio 2024
  • Disarmo
    Idiozia e disinformazione? O solo idiozia? Giudicate voi.

    Idiozia o disinformazione?

    Dal senatore USA Lindsey Graham, importante membro del Partito Repubblicano, una ricetta semplice ed efficace per risolvere la guerra tra Israele e Gaza...
    19 maggio 2024 - Roberto Del Bianco
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.7.15 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)