evento

15 Marzo - Sciopero Globale per il Clima

15 marzo 2019
ore 09:00 (Durata: 2 ore)
Via di Palma (Arsenale Militare), Taranto (TA)
Arrivo in piazza della Vittoria

15 MARZO - SCIOPERO GLOBALE PER IL CLIMA!

ARSENALE VIA DI PALMA ALLE ORE 9, CAMBIARE LE COSE È ANCORA POSSIBILE E DIPENDE DA TE!

“Voglio che agiate. Voglio che agiate come se la nostra casa fosse in fiamme. Perchè è così.”
Greta Thunberg, sedicenne di Stoccolma, ha "scioperato” da scuola sedendosi davanti al Parlamento svedese per protestare sui mancati provvedimenti rispetto al cambiamento climatico che minaccia il nostro pianeta.
Questo suo piccolo esempio di disobbedienza civile ha catturato l'attenzione di persone in tutto il mondo, che stanno aderendo alla sua chiamata scendendo in piazza ogni venerdì, creando così la piattaforma di "Fridays For Future", e ogni settimana sono sempre di più i cittadini che, in ogni paese, sostengono il suo ideale, desiderosi di un'aria più pulita, meno plastica nei nostri oceani, più energia da fonti rinnovabili, un futuro sostenibile per i bambini, in breve più risolutezza politica per il pianeta!.

IL 15 MARZO CI SARÀ UNO SCIOPERO GLOBALE A CUI TUTTE LE CITTÀ DI TUTTO IL MONDO PARTECIPERANNO, E TARANTO DI CERTO NON PUÓ LASCIARE CHE QUESTA CHIAMATA RESTI SENZA RISPOSTA.

Il 15 Marzo sarà un evento storico, un evento per studenti e professori, per famiglie, che cerca di tenere insieme un pezzo di società che è stanca di speculazioni sulla propria terra e sulla propria salute.
Saremo tutti uniti per il clima! Tutti uniti per garantire e garantirci un futuro!

SIAMO ANCORA IN TEMPO PER INVERTIRE LE TENDENZE.
SIAMO ANCORA IN TEMPO PER BLOCCARE LE GRANDI OPERE INUTILI.
SIAMO ANCORA IN TEMPO PER CONTRASTARE IL CAMBIAMENTO CLIMATICO.
SIAMO ANCORA IN TEMPO PER DECIDERE IL NOSTRO FUTURO!

Scioperiamo insieme per difendere il Clima!

Chiunque abbia a cuore la salute del pianeta e crede nel bisogno di cambiare rotta è benvenuto!

NON DIMENTICARE DI PORTARE UN CARTELLO/STRISCIONE

-FridaysForFutureTaranto

L'appello di Caterina, una studentessa del liceo Aristosseno di Taranto, scrive agli adulti e ai suoi coetanei
Qual è davvero il futuro che mi appartiene?
https://www.tarantosociale.org/tarantosociale/a/46279.html
Per maggiori informazioni: evento su Facebook
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Conflitti
    Un forum per promuovere un appello contro la guerra

    Il conflitto in Ucraina e il ruolo del movimento per la pace

    In questa pagina web riportiamo le voci di tutti coloro che stanno partecipando ai webinar di PeaceLink con lo scopo di definire una piattaforma comune di obiettivi finalizzati a evitare una degenerazione dell'aspro confronto in atto fra la Russia e la Nato
    22 gennaio 2022 - Redazione PeaceLink
  • Taranto Sociale
    Lo conferma lo studio dell'OMS

    Le emissioni dello stabilimento ILVA continuano ad essere incompatibili con la salute pubblica

    Da ora in poi, con i dati OMS che vanno a confermare le precedenti Valutazioni Danno Sanitario, non si può più considerare normale una situazione anomala. Questo rapporto dell'OMS a nostro parere costituisce notizia di reato.
    22 gennaio 2022 - Comitato Cittadino per la Salute e l'Ambiente a Taranto
  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)