evento

Buon Quinto Genetliaco, Arcigay Strambopoli - QueerTown Taranto!

22 marzo 2019
ore 18:30 (Durata: 2 ore)

Venerdì 22 marzo il presidio tarantino della maggiore associazione LGBTI+ italiana compie cinque anni. Celebra con noi i traguardi raggiunti, il nostro orgoglio e i nostri sogni!
Il primo anniversario della fondazione fu festeggiato con una tavola rotonda presso la Ubik (http://hermesacademy.blogspot.ch/2015/03/buon-primo-compleanno-arcigay-taranto.html?q=primo+compleanno+arcigay), il secondo con una serie di testimonianze in Piazza Castello all’ingresso della Galleria Comunale (http://hermesacademy.blogspot.ch/2016/03/due-anni-con-arcigay-taranto.html?q=primo+compleanno+arcigay), il terzo con un partecipatissimo incubatore del pensiero socio-politico in Piazza Maria Immacolata (http://hermesacademy.blogspot.ch/2017/03/grande-partecipazione-alle-celebrazioni.html?q=tre+anni+arcigay), il quarto con una serie di incontri in CasArcorbaleno, Piazza Maria Immacolata e Centro Intercultuale Nelson Mandela.
Qualche settimana fa, sui social è partita la raccolta di idee per le celebrazioni del quinto anniversario della fondazione di Arcigay Taranto.
1. Scatta una foto che racconti la cultura delle differenze e/o l’amore (la tua idea dell’amore), possibilmente con un foglio che riporti l’augurio «Buon quinto compleanno, Arcigay Strambopoli – QueerTown Taranto!». Condividila sui social con la medesima didascalia e gli hashtag #Arcigay #Strambopoli #QueerTown #Taranto #SupportStrambopoli. Tagga la pagina Arcigay Strambopoli – Queertown, presidio nella Provincia di Taranto.
2. Condividi sui social, tramite video o testo, la tua testimonianza di lotta e/o di orgoglio, usando i medesimi hashtag.
3. Racconta come hai conosciuto Arcigay e condividi sui social usando i medesimi hashtag.
4. Partecipa alle attività promosse dal 22 al 26 marzo in Piazza Maria Immacolata, al Centro Interculturale Nelson Mandela (in Via Anfiteatro #219) e in CasArcobaleno (Corso Italia #84C).
5. Tesserati ad Arcigay Strambopoli – QueerTown Taranto e aiutaci a far crescere il nostro esercito di pace.
Per venerdì 22 marzo sono previsti due appuntamenti: il Gruppo Over presidia il banchetto rainbow in Piazza Maria Immacolata dalle ore 11.30 alle ore 13.00, mentre, a partire dalle ore 18.30 il Gruppo Giovani facilita, presso il Centro Interculturale Nelson Mandela, l’incontro “Cinque anni con Arcigay a Taranto. Conosciamoci e conosciamo il Movimento LGBTIQ+: dalla L di libertà al + del NOI”.
Sabato 23 marzo Piazza Maria Immacolata (già Piazza Giordano Bruno) torna a tingersi d’arcobaleno, con una nuova tappa de Il Villaggio delle Differenze, dalle ore 18.00 alle ore 20.30.
Per domenica 24 e lunedì 25 marzo sono in programma, presso CasArcobaleno (in Corso Italia #84C), due seminari del ciclo “Mimesi” (con partecipazione libera e gratuita e obbligo di prenotazione al +39 388 874 6670).
Martedì 26 marzo presso il Centro Interculturale Nelson Mandela, a partire dalle ore 18.30, Luigi Pignatelli facilita, nell’ambito del percorso del Taranto Pride 2019, il workshop “Il mio nome è Pride”, per esplorare tutti/e/* assieme la cultura delle differenze, l’educazione all’affettività e alla sessualità, i linguaggi inclusivi e gli stereotipi, anche mediante edugames (attività formative in cui si apprende divertendosi ed empatizzando), proiezioni, simulate e dibattiti. La partecipazione è libera e gratuita.

Per maggiori informazioni: evento su Facebook
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Ecologia
    A pochi giorni dall'uccisione di Agitu emerge un'altra storia di una donna dedita alla pastorizia

    Una donna controcorrente, la Pastora di Altamura

    Una storia che fa il paio con quella di Agitu e anche in Puglia si tratta di una donna. La mia generazione è cresciuta convinta che la terra non fosse un lavoro adatto alle donne anche se già allora c'erano delle eccezioni ed ora le ragazze del ventunesimo secolo sono in prima linea.
    19 gennaio 2021 - Fulvia Gravame
  • Storia della Pace
    Installati nel 1960, furono smantellati dopo la Crisi di Cuba

    Le basi dei missili nucleari Jupiter in Puglia e Basilicata

    Le basi erano 10, di forma triangolare, con tre missili ognuna. Nell'ottobre del 1961 furono colpite quattro testate nucleari da fulmini, e in due casi venne attivato il processo fisico-chimico preliminare all'esplosione (che non avvenne). Un museo della pace e della memoria è oggi possibile
    Alessandro Marescotti
  • Disarmo
    Dal territorio del nostro Paese siano eliminate tutte le armi nucleari

    L’Italia ratifichi il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari

    La presenza di tali ordigni sul territorio italiano è in contrasto anche con il Trattato di non proliferazione delle armi nucleari, al quale l’Italia ha aderito nel 1975 impegnandosi a «non ricevere da chicchessia armi nucleari né il controllo su taliarmi, direttamente o indirettamente».
    16 gennaio 2021
  • Storia della Pace
    La storia della pace, dalla secolare opposizione alla guerra al recente pacifismo

    Che cosa è la Peace History

    Per Peace History si intende lo studio delle cause più profonde della guerra nonché dei mezzi per contrastarla e per gestire risoluzioni non violente dei conflitti. In questa pagina web vi sono alcuni riferimenti per la Peace History e link utili per tracciare una storia della pace
    16 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti
  • Pace
    Entrambe includono tematiche comuni nella propria area di competenza e hanno punto di contatto

    Educazione civica ed educazione alla pace: un confronto

    L'evoluzione dell’educazione civica ha portato a un sempre maggiore avvicinamento della stessa all’educazione alla pace, fino ad una sovrapposizione di competenze, che oggi può in certi contesti rendere difficile distinguere le due discipline.
    10 gennaio 2021 - Manuela Fabbro
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)