proiezione

La rivincita di Casale Monferrato

27 marzo 2019
ore 21:00 (Durata: 2 ore)

LA RIVINCITA DI CASALE MONFERRATO

Documentario-inchiesta di Rosy Battaglia Una produzione dal basso dei Cittadini Reattivi

L’esempio resiliente della comunità di Casale Monferrato che non si è arresa al dramma causato da Eternit, la più grande fabbrica di cemento-amianto d’Europa. Se la giustizia non è ancora arrivata dalle aule di tribunale, là dove c’era la fabbrica che ha causato la morte di migliaia di persone, ora c’è il parco Eternot, simbolo del riscatto civico.

Realizzato con il contributo straordinario dell’Associazione Familiari e Vittime dell’amianto (AFEVA ONLUS) di Casale Monferrato, con il Patrocinio e il contributo straordinario del Comune di Casale Monferrato, grazie a 174 produttori dal bas- so, cittadini e associazioni da tutta Italia con il crowdfunding promosso da Banca Popolare Etica su Produzioni dal Basso.
Cittadini reattivi e iL progetto storie resiLienti
Cittadini Reattivi, da gennaio 2015 è anche associazione di promozione e innovazione sociale, per promuovere l’informa- zione, il giornalismo civico, il diritto di sapere e la formazione digitale di cittadini consapevoli e ha prodotto il progetto di nar- razione multimediale sulla resilienza e la sostenibilità “Storie Resilienti” due documentari-inchiesta e un ebook.

Regia di Rosy Battaglia
Prodotto da Cittadini Reattivi Associazione grazie al crowdfunding civico su Produzioni dal Basso
Studio: Marco Balestra Filmaker

Per maggiori informazioni: evento su Facebook
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Latina

    Crisi climatica e il rischio di difendere i beni comuni

    Rapporto di Global Witness evidenzia drammatico aumento degli attacchi mortali
    19 settembre 2021 - Giorgio Trucchi
  • Disarmo
    Il Pentagono finalmente ammette l’«orribile errore»

    Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili

    Un missile americano il 29 agosto ha ucciso 10 persone innocenti. Zamarai Ahmadi, obiettivo del drone, lavorava per una organizzazione umanitaria Usa. Non trasportava esplosivo, ma «taniche d’acqua per la sua famiglia». Il generale Mark Milley aveva inizialmente definito l’attacco «giusto».
    19 settembre 2021 - Marina Catucci
  • PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    18 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Sociale
    Sul programma televisivo Forum

    Basta! Anche io ora dico la mia

    Violenze maschili contro le donne, patriarcato, femminicidi anche in vita: la testimonianza di Ilaria Di Roberto – scrittrice, artista, attivista femminista radicale, vittima di violenza e cyber bullismo – dopo le parole di Barbara Palombelli.
    19 settembre 2021 - Alessio Di Florio
  • Editoriale
    Questo video mostra l’uccisione spietata di un civile disarmato afghano

    Perché la maggioranza degli afghani ha preferito i Talebani agli occidentali?

    Il noto programma TV australiano “Four Corners”, simile a “Report” e “Presa Diretta” in Italia, ha ritrasmesso il video di un soldato australiano mentre uccide un civile afghano a sangue freddo. Si riaccende la polemica intorno alle “forze speciali” e a come vengono addestrate.
    13 settembre 2021 - Patrick Boylan
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)