evento

Azione online: Giustizia per Nasrin

12 aprile 2019
ore 09:00 (Durata: 2 ore)

Il 12 aprile 2019 scegliamo tutti di alzarci ed agire, di chiedere giustizia e libertà per Nasrin attraverso una photo-action.

PERCHÉ: Nasrin Sotoudeh, la nota avvocata iraniana per i diritti umani, è stata condannata a 33 anni di carcere e a 148 frustate. A questa condanna si aggiunge quella del 2016 a cinque anni, per un totale di 38 anni e 148 frustate.
Questa è la pena più dura inflitta negli ultimi anni contro i difensori dei diritti umani in Iran.

COSA:
1. Ogni persona e/o gruppo si scatterà una foto che ritrae il momento in cui si scrive la lettera/mail indirizzata al rappresentante Iraniano delle Nazioni Unite, con cui si chiede la scarcerazione di Nasrin.
Nella pagina dedicata all'evento potete trovare il modello pre-stabilito della lettera ed alcuni esempi di foto.
2. Nella descrizione della foto si dovrebbe spiegare esplicitamente cosa si chiede con questa lettera e/o perché si sta
partecipando a questa azione.
Inoltre, nel post dovrà figurare la petizione di Amnesty International Italia: https://www.amnesty.it/appelli/liberta-per-nasrin/

3. La foto, che dovrà essere pubblicata con gli hashtag suggeriti sulle proprie bacheche Facebook, profili Instagram o account Twitter il 12 aprile dalle ore 9.00, dovrà essere anche mandata alla pagina Facebook di Amnesty Lazio:
https://www.facebook.com/AmnestyCircLazio/ (o anche per email: ai.lazio@amnesty.it)

4. Dopo aver scattato la foto ed averla postata secondo le indicazioni sopra riportate, la lettera/mail scritta va
effettivamente mandata a questa mail: iranunog@mfa.gov.ir o a questo indirizzo:

Capo della magistratura Ebrahim Raisi
C/o Permanent Mission of Iran to the UN
Chemin du Petit-Saconnex 28
1209 Geneva, Switzerland

Nota bene: Qui alcuni hashtag da poter utilizzare: #GiustiziaperNasrin #FreeNasrin #LibertàperNasrin

ENGLISH BELOW:
WHY: Nasrin Sotoudeh, an Iranian lawyer for human rights, was condemned to 33 years of prison and 148 lashes.
This is the most hardest punishment imposed in those last years against the human rights defenders in Iran and for that reason we decided to act, we decided to ask for justice and for the liberation of Nasrin through this photo-action.

WHAT:
1. Every person and/or group will take a picture that will paint the moment in which the person and/or the group is writing the letter or the mail addressed to the Iranian representatives in the United Nations. With this letter we ask the liberation of Nasrin.
In the page of the event you can find the pre-setting model of the letter and some examples of pictures.
2. In the description of the photo is necessary to put explicitly what you are asking with that letter and/or why you are participating to the action. Moreover, in the post it is necessary to put the petition of Amnesty International Italy: https://www.amnesty.it/appelli/liberta-per-nasrin/
3. The photo must be published on your own beaches Facebook, Instagram profiles or Twitter account on the 12th of April from 9.00 AM. In addition the photo must be sent to the Facebook page of Amnesty International Lazio: https://www.facebook.com/AmnestyCircLazio/ (o email: ai.lazio@amnesty.it ) because Amnesty Lazio will create an album of all these photos.
NB: Here there are some hashtag that you can use: #JusticeforNasrin #FreeNasrin #LibertàperNasrin

4. After taking the picture according to the indications already expressed above, the letter or the mail must be really sent to those addresses:
Mail: iranunog@mfa.gov.ir
or
Address: Capo della magistratura Ebrahim Raisi
C/o Permanent Mission of Iran to the UN
Chemin du Petit-Saconnex 28
1209 Geneva, Switzerland

WHEN: 12th April from 9.00 AM

Per maggiori informazioni: evento su Facebook
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Cultura
    A Roma a San Lorenzo il Primo Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Festival del Libro per la Pace e la Nonviolenza

    Quattro giorni di presentazioni di libri, incontri, film, workshops, stands a cura di numerose realtà italiane e non solo per aprire dialoghi e confronti su diritti, Mediterraneo e migranti, Obiezione di Coscienza, disarmo nucleare, educazione alla nonviolenza, cultura di pace
    17 gennaio 2022 - Laura Tussi
  • Cultura
    Nessun potere è stato in grado di mettere a tacere la sua disperata vitalità

    A cento anni dalla nascita di Pier Paolo Pasolini

    Scrive Enzo Golino: “Sul vuoto che Pasolini ha lasciato permane la difficoltà di cancellarne l’ombra, e più si tenta di cancellarla e più si proietta nella realtà che stiamo vivendo”. Rimane più che mai attuale la sia critica del potere e dell'omologazione della nuova società neocapitalistica.
    14 gennaio 2022 - Dale Zaccaria
  • Pace
    La prima cosa da chiedere è di non vendere armi all'Ucraina e di non farla entrare nella Nato

    Crisi Ucraina: il ruolo proattivo dei pacifisti

    I pacifisti dovrebbero dire no a un coinvolgimento militare della Nato. La crisi in Ucraina oggi è molto simile alla crisi di Cuba del 1962. Se ne può uscire con un atto di fiducia reciproca, smantellando le armi nucleari Usa in Europa in cambio di un impegno a garantire la sicurezza dell'Ucraina.
    11 gennaio 2022 - Alessandro Marescotti
  • Conflitti

    Scongiurare il conflitto in Ucraina

    Dal Comitato Esecutivo di IPPNW un documento che invita alla moderazione e al dialogo, nello sforzo di scongiurare il grave pericolo di una guerra che potrebbe facilmente degenerare in un conflitto nucleare.
    13 gennaio 2022 - Roberto Del Bianco
  • Latina
    Due anni fa i lavoratori avevano dato vita ad una cooperativa

    Argentina: a rischio sgombero la fabbrica recuperata de La Nirva

    Sono complici il giudice che ha notificato lo sgombero e l’ex padrone che adesso vuole riprendersi edifici e macchinari
    12 gennaio 2022 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)