evento

Su la testa! Percorsi di antifascismo // 5-6 Luglio @Vag61

5 luglio 2019
ore 18:00 (Durata: 2 ore)

Su la testa! Percorsi di antifascismo.

5 e 6 luglio @ Vag61 (via Paolo Fabbri 110, Bologna)

Programma in aggiornamento:

VENERDI 5 LUGLIO

- h18: presentazione del libro "La buona educazione degli oppressi. Piccola storia del decoro" (Edizioni Alegre - 2019) con l'autore Wolf Bukowski e Maurizio Bergamaschi (Unibo)

- h20: cena sociale di autofinanziamento

- h21: "Narrazioni e decostruzioni: produrre culture antifasciste". Con Wu Ming 4, Marco Sommariva ...

SABATO 6 LUGLIO

- h17: "Pratiche e percorsi di antifascismo e di libertà". Con Rete Genova Antifascista, Movimento antipenale (Roma), Mediterranea Saving Humans, Lidia Cirillo, Valentina Coletta (MIT), Mujeres Libres Bologna

- dalle h19: Casa Babylon presenta Balla&Difendi. Torna la balotta di Casa Babylon, risuona la musica di Balla & Difendi! Aperitivo, cena e Dj set a cura di Albertino e Oddo, con qualche ospite.

* * * * *

Un anno e mezzo fa gli spazi di Vag61 furono attraversati e rempiti da "Su la testa! Festival della letteratura antifascista", realizzato con l'obiettivo di parlare di passato e presente, di nazionalismi e populismi, di cultura e di iniziativa antifascista. Così scrivevamo allora e nel tempo che è trascorso quell'urgenza non è certo venuta meno. Anzi. L'avvento del governo M5s-Lega non ha fatto altro che consolidare un pericolo che mai era davvero svanito, certo, ma che negli ultimi tempi ha ripreso vigore e terreno contando sulle paure di sempre, le insicurezze sociali dilaganti e interessate contiguità istituzionali, rinverdendo una pratica su cui l'estrema destra ha sempre puntato e che oggi - tra spinta social alle fake news e media permeabili - gode di particolare fortuna: imporre falsi problemi e, sopratutto, false soluzioni. Questo mentre, di decreto in decreto, l'Italia si trasforma ogni giorno di più in una caserma, in cui alle lotte sociali si risponde a colpi di Codice penale.

Allo stesso tempo, però, a più riprese si è vista una volontà diffusa di reagire agendo sul piano antifascista, antirazzista, transfemminista, ambientalista... Affermazioni di libertà, mobilitazioni di resistenza e iniziativa sociale capaci di dimostrare che è ancora possibile rompere la gabbia, ma senz'altro insufficienti se restano isolate: connettere, moltiplicare, amplificare sono necessità impossibili da ignorare.

E' a partire da questi elementi che "Su la testa!" torna a Vag61, il 5 e 6 luglio (con due anticipazioni il 21 e 28 giugno), questa volta con un accento sui percorsi di antifascismo: quelli che esistono, quelli che bisogna immaginare e intraprendere. Sulle ragioni che ci spingono ad organizzare questa iniziativa rimandiamo con una prospettiva più articolata agli spunti raccolti nel documento "Percorsi di antifascismo: l'ora della dignità rischiosa", che introduce e accompagna il festival. Un invito alla riflessione e al confronto in vista di due giorni di incontri, libri, musica, cibo, socialità. Per ribadire che di fronte ai fascismi non ci si gira dall'altra parte. Su la testa!

Scarica qui il documento "Percorsi di antifascismo: l'ora della dignità rischiosa":

https://vag61.noblogs.org/files/2019/06/documento_su-la-testa_def.pdf

Per maggiori informazioni: evento su Facebook
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Pace
    Entrambe includono tematiche comuni nella propria area di competenza e hanno punto di contatto

    Educazione civica ed educazione alla pace: un confronto

    L'evoluzione dell’educazione civica ha portato a un sempre maggiore avvicinamento della stessa all’educazione alla pace, fino ad una sovrapposizione di competenze, che oggi può in certi contesti rendere difficile distinguere le due discipline.
    10 gennaio 2021 - Manuela Fabbro
  • Storia della Pace
    L'opposizione alla guerra è nata con la guerra stessa

    Le radici storiche del pacifismo

    Il movimento pacifista può diventare un soggetto storico consapevole dei propri compiti solo se ha la consapevolezza della sua storia. La storia della pace studia l'impegno positivo di chi si è opposto alla guerra. Ma è anche analisi strutturale delle cause dei conflitti armati.
    15 gennaio 2021 - Alessandro Marescotti, Daniele Marescotti
  • Processo Ilva
    Il padre Mauro Zaratta: "Mio figlio aveva il diritto di nascere sano, di giocare, di crescere"

    Nove dirigenti ILVA indagati per la morte di un bambino di Taranto

    Per la procura di Taranto, sono state le emissioni velenose dell’ex Ilva a causare la morte del piccolo Lorenzo Zaratta avvenuta il 30 luglio 2014 per un tumore al cervello. Per i pm, le emissioni avrebbero causato “una grave malattia durante il periodo in cui era allo stato fetale”.
    15 gennaio 2021 - AGI (Agenzia Giornalistica Italia)
  • Conflitti
    La repubblica delle banane

    Dopo l’assalto al Campidoglio, il Congresso annuncia la vittoria di Biden

    15 gennaio 2021 - Joey Garrison, Deirdre Shesgreen
  • Latina
    Il 7 febbraio presidenziali in Ecuador

    Elezioni in America latina: il 2021 sarà un anno cruciale

    Si va alle urne fino a novembre, per presidenziali, amministrative e legislative, anche in Perù, El Salvador, Cile, Messico, Bolivia, Honduras e Nicaragua
    14 gennaio 2021 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.38 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)