presentazione

The Weather Underground La guerra nel cuore degli Stati Uniti

11 giugno 2004
ore 21:00 (Durata: 4 ore)

A due anni dall’uscita del documentario The Weather Underground, proponiamo una serata di parole e immagini su una delle molteplici facce del conflitto sociale che ha attraversato l’America negli anni Settanta. Sono gli anni del Movement, delle Black Panther, delle mobilitazioni contro la guerra in Vietnam e della durissima risposta da parte dello Stato USA. Il film, proiettato per la prima volta in Italia in occasione del Tekfestival (Roma, 4-9 maggio 2004), ricostruisce la storia dei Weathermen (un gruppo armato scaturito da una scissione nell’ambito studentesco bianco), dai “giorni della rabbia” di Chicago (ottobre 1969), alla scelta della clandestinità e dell’attacco contro i centri del potere politico-economico capitalista negli Stati Uniti, alla disgregazione finale dell’organizzazione.

Ore 21.00
Presentazione della nuova edizione del libro dei Weathermen, Prateria in fiamme.
Ormai da tempo introvabile, il libro è una raccolta di saggi e documenti politici data alle stampe clandestinamente dai Weather Underground nel 1974 e proposta al movimento italiano, tre anni dopo, dal Collettivo editoriale Librirossi, a cura di Paolo Bertella Farnetti. In questa nuova edizione è stato aggiunto un breve saggio che attinge sia a pubblicazioni di movimento sia alle riflessioni di coloro che tali esperienze hanno vissuto in prima persona.

A seguire
Proiezione del documentario The Weather Underground.
Usa, 2002, 92’, colore, v.o. sott. Italiano. Regia: Sam Green, Bill Siegel - Produzione: Free History Project in associazione con KQED Public Television/San Francisco e ITVS.
The Weather Underground è stato premiato al Sundance Film Festival 2003. Nello stesso anno ha vinto il San Francisco Documentary Festival. Ha ottenuto una nomination all’Accademy Awards 2004.

Venerdì 11 giugno 2004

Centro Popolare Autogestito Firenze Sud
Via Villamagna 27/a Autobus 23, 8, 31, 32, 33
055 6580479 cpa@ecn.org www.cpafisud.org

Per maggiori informazioni:
CPA Fi-sud
Aggiungi a calendario: Google - Outlook - Apple - Altri

Prossimi appuntamenti

Ricerca eventi

Dal sito

  • Disarmo
    Il Pentagono finalmente ammette l’«orribile errore»

    Il drone americano a Kabul ha fatto una strage di civili

    Un missile americano il 29 agosto ha ucciso 10 persone innocenti. Zamarai Ahmadi, obiettivo del drone, lavorava per una organizzazione umanitaria Usa. Non trasportava esplosivo, ma «taniche d’acqua per la sua famiglia». Il generale Mark Milley aveva inizialmente definito l’attacco «giusto».
    19 settembre 2021 - Marina Catucci
  • PeaceLink
    L’obiezione di coscienza di Daniel Hale

    Italiani per Hale

    L’ex analista dell'intelligence Usa è in carcere perché ha svelato i danni collaterali dei droni. Ha detto: "Abbiamo ucciso persone che non c’entravano nulla con l’11 settembre". Alex Zanotelli aderisce a questa campagna e dice: “Daniel Hale è un eroe del nostro tempo, è un dovere sostenerlo".
    18 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
  • Sociale
    Sul programma televisivo Forum

    Basta! Anche io ora dico la mia

    Violenze maschili contro le donne, patriarcato, femminicidi anche in vita: la testimonianza di Ilaria Di Roberto – scrittrice, artista, attivista femminista radicale, vittima di violenza e cyber bullismo – dopo le parole di Barbara Palombelli.
    19 settembre 2021 - Alessio Di Florio
  • Editoriale
    Questo video mostra l’uccisione spietata di un civile disarmato afghano

    Perché la maggioranza degli afghani ha preferito i Talebani agli occidentali?

    Il noto programma TV australiano “Four Corners”, simile a “Report” e “Presa Diretta” in Italia, ha ritrasmesso il video di un soldato australiano mentre uccide un civile afghano a sangue freddo. Si riaccende la polemica intorno alle “forze speciali” e a come vengono addestrate.
    13 settembre 2021 - Patrick Boylan
  • Disarmo
    Comunicato stampa di Stop RWM e Madri contro la repressione

    "Non vogliamo la fabbrica di bombe"

    Il 23 settembre ci sarà la prima udienza in Consiglio di Stato contro la fabbrica di bombe RWM (Domusnovas, Sardegna) per il ricorso sporto da Italia Nostra, USB, CSS-Assotziu Consumadoris.
    17 settembre 2021 - Redazione PeaceLink
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.39 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)