Conflitti

Voce di chi non ha voce

Una breve riflessione su quanto sta accadendo, immagini personali che si affacciano.
24 luglio 2006

La musica di sottofondo tenta di smorzare i pensieri, le immagini, le parole via via intrecciate, pagine di bit dal cuore del mondo.
E il ricordo rimane, flash di memoria che le note del jazz che ascolto non rimuovono.

Le notizie dai giornali online.
I blogs di chi - umano tra le bombe - racconta e, nel suo raccontare e raccontarsi, cerca di sdrammatizzare il proprio presente.
Le mails di un amico mio - italiano in terra d'Israele, Haifa a un tiro di schioppo e zona obbligata del suo quotidiano, e i missili Hezbollah che giocano a rimpiattino con la sua esistenza.

E le opinioni, le decisioni, le paure.
La terra di Mesopotamia che non riesce a trovar pace.
La crisi del "nucleare" in Corea.
La crisi del "nucleare" in Iran.

L'intuizione mentale nel vedersi dipanare una matassa, con tutti i nodi sopra descritti che, messi in fila, sembrano dipingere una soluzione, una terribile soluzione.
E l'impressione che anche questa volta "c'è sotto qualcosa", e lo stesso governo israeliano, chissà se è davvero il protagonista...

E un terribile pensiero si affaccia, è davvero l'inizio di "qualcosa di grosso"?



E intanto persone come noi
Finché l'elettricità arriva
Finché possono essere online
Finché sarà loro concesso di raccontare

Persone come noi, gli orrori del presente
la propria vita
sfilacciato
ciò che finora erano ideali
pur cose semplici, una famiglia, il lavoro, gli studi
e l'angoscia del futuro, abisso di conoscenza che non si svela.

Persone come noi
urlo dal cuore, voce sommessa
di chi non ha voce

Nel deserto d'intorno
giocato a dadi
dai potenti del mondo.

Articoli correlati

  • Dialoghi con Moni Ovadia
    Pace
    Riflessioni sulle minacce alla pace

    Dialoghi con Moni Ovadia

    Su Israele parla di "politica del totale dispregio per le risoluzioni internazionali e, conseguentemente, per le istituzioni internazionali preposte alla pace". E sulla situazione internazionale dice: "Bisogna che la smettiamo per prima cosa di concedere cittadinanza ai linguaggi dell’odio".
    15 aprile 2020 - Laura Tussi
  • Militarismo e cambiamenti climatici - The Elephant in the Living Room
    Disarmo
    il settore militare non solo inquina, ma contamina, trasfigura e rade al suolo

    Militarismo e cambiamenti climatici - The Elephant in the Living Room

    “E’ stato stimato che Il 20% di tutto il degrado ambientale nel mondo è dovuto agli eserciti e alle relative attività militari”
    31 ottobre 2019 - Rossana De Simone
  • L’importante ruolo di Israele nell’escalation del conflitto tra India e Pakistan
    Conflitti
    Le “bombe intelligenti” di fabbricazione israeliana sono state impiegate dall’aviazione indiana

    L’importante ruolo di Israele nell’escalation del conflitto tra India e Pakistan

    Da mesi Israele è assiduamente impegnata in un allineamento con il governo nazionalista indiano
    18 marzo 2019 - Robert Fisk
  • Con i miei occhi
    Pace
    Recensione al libro di Felicia Langer (Zambon editore 2018)

    Con i miei occhi

    Una testimonianza della repressione di Israele contro i palestinesi (1967-1973)
    9 gennaio 2019 - David Lifodi
PeaceLink C.P. 2009 - 74100 Taranto (Italy) - CCP 13403746 - Sito realizzato con PhPeace 2.6.36 - Informativa sulla Privacy - Informativa sui cookies - Diritto di replica - Posta elettronica certificata (PEC)